Mastercard, i piani per espandere i servizi di criptovalute
Mastercard, i piani per espandere i servizi di criptovalute
Criptovalute

Mastercard, i piani per espandere i servizi di criptovalute

By Eleonora Spagnolo - 29 Ott 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

L’acquisizione di CipherTrace per Mastercard rappresenta una opportunità per offrire servizi di massa nel settore delle criptovalute.

Lo ha detto il CEO di Mastercard, Michael Miebach illustrando i risultati del terzo trimestre dell’azienda.

Mastercard, i progetti di espansione nel settore delle criptovalute

Mastercard ha acquisto CipherTrace lo scorso settembre. Scopo dell’acquisizione era avere al proprio interno un supporto per implementare la trasparenza per quel che riguarda gli asset digitali.

CipherTrace infatti è una compagnia di “intelligence” che monitora più di 900 criptovalute. Si occupa di supporto alle aziende crypto soprattutto per quel che riguarda gli aspetti legati a KYC e AML. In passato aveva anche collaborato con Binance.

In pratica, con CipherTrace al suo interno, Mastercard ha dichiarato la sua volontà di aumentare sicurezza e trasparenza in fatto di criptovalute.

Trattandosi di due aspetti centrali e controversi, è evidente che una loro risoluzione non potrà che portare ad un’espansione del settore, in virtù della fiducia acquisita.

Che Mastercard punti a sfruttare le criptovalute, lo dimostra anche la recente partnership con Bakkt che porterà Bitcoin e crypto ad essere supportati nei circuiti di pagamento Mastercard.

Mastercard criptovalute
Mastercard intende espandere le sue attività nel settore crypto

La sicurezza del settore

Michael Miebach ha dichiarato in tal proposito:

“È un’enorme opportunità di servizi. CipherTrace, 900 criptovalute. Cosa fa CipherTrace in realtà? Guidano i controlli di conformità e AML nelle transazioni di criptovalute. Non possiamo correre abbastanza velocemente in questo momento per entrare nello spazio, perché un sacco di altre persone sono in profondità nella criptovalute, e queste domande non sono risolte”.

Per il CEO, Mastercard è sinonimo di sicurezza. Per questo dovrà garantire standard elevati anche in fatto di criptovalute, adeguandosi prima di tutto agli aspetti KYC e AML.

Sono temi non da poco, e con cui i business crypto dovranno prima o poi fare i conti anche per volontà delle autorità che temono lo pseudo-anonimato del settore che lascia spazio anche ad attività illegali.

Mastercard nel settore crypto

Mastercard è da tempo operativa nel settore crypto e blockchain. Numerosi business di criptovalute infatti emettono carte sul circuito Mastercard che permettono di convertire le crypto in fiat per essere spese in modo istantaneo.

Ma la società sembra volersi impegnare anche sul fronte delle valute digitali di Stato.  Lo scorso settembre ha annunciato il lancio di una piattaforma di test per le CBDC, un’altra opportunità che evidentemente il colosso dei pagamenti non vuole perdere.

A questo proposito, il CEO Michael Miebach ha confermato che Mastercard intende farsi trovare pronta quando le valute digitali di stato diventeranno realtà.

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.