L’inflazione americana e il record di Bitcoin
L’inflazione americana e il record di Bitcoin
Bitcoin

L’inflazione americana e il record di Bitcoin

By Fabiana D'Urso - 3 Nov 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Peter Thiel, co-fondatore di Pay Pal, ha detto la sua in merito alla momentanea asticella da record raggiunta dal prezzo di Bitcoin.

La Fed non guarda al problema

Ha riferito infatti che questa non è altro che la riprova di una forte inflazione americana per nulla transitoria. Thiel ha criticato per questo il comportamento poco equilibrato della Federal Reserve degli Stati Uniti, proprio per non aver fatto quasi nulla per sottolineare il problema esistente di un’inflazione che va peggiorando.

Lo stesso Jerome Powell, presidente della FED, ha comunicato qualche giorno fa che i tempi per poter esaminare e mettere in atto strategie relative al supporto delle linee per contrastare l’inflazione, potrebbero essere lunghi.

Bitcoin è attualmente in calo del 9,6% dal suo massimo storico di $ 67.276.

Peter però rincara la dose sostenendo che proprio l’aumento dei prezzi di Bitcoin non è altro se non lo specchio dell’economia americana. Il miliardario ha inoltre aggiunto di essersi pentito di non aver acquistato un numero maggiore di BTC quando il loro prezzo era molto più accessibile.

Bitcoin Inflazione
Bitcoin e inflazione USA

Inflazione e rialzo prezzi Bitcoin

La crisi economica e l’aumento dell’inflazione negli Stati Uniti sono ormai temi giornalieri. Gli stessi esperti di strategie della banca d’investimento JP Morgan sostengono che BTC sia nel suo massimo topico in rapporto alla controtendenza economica degli Stati Uniti.

Molti sono quelli che sostengono una non partecipazione della Federal Reserve a programmi per contrastare l’inflazione crescente. Lo stesso Thiel sostiene che all’interno della FED non ci siano i ruoli giusti per affrontare quello che a breve potrebbe presentarsi come un grave problema.

Peter Thiel si è sempre dichiarato un forte sostenitore della dimensione Bitcoin, definendosi un “pro-crypto” e un “pro-Bitcoin”. Molto tempo prima che il governo cinese attuasse le sue manovre di repressione su chi si occupava di criptovalute, il fondatore di Pay Pal aveva parlato chiaro. Il Bitcoin può quindi diventare un’arma a doppio taglio se utilizzata su altre linee dalla strategia cinese.

Durante il suo intervento alla National Conservatism Conference, Thiel ha riportato l’inflazione proprio sull’asticella in ascesa del prezzo delle criptovalute. Ha sostenuto in maniera chiara e netta che l’inflazione non va sottovalutata e che la comunicazione che viene fatta su questa è indirizzata al fine di minimizzarla.

Il più grande errore che può commettere la FED secondo Thiel. Stampare soldi e chiudere gli occhi sul problema non aiuterà gli Stati Uniti d’America.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.