Tim Cook, il CEO di Apple ha investito in criptovalute
Tim Cook, il CEO di Apple ha investito in criptovalute
Criptovalute

Tim Cook, il CEO di Apple ha investito in criptovalute

By Vincenzo Cacioppoli - 10 Nov 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Tim Cook, amministratore delegato del colosso Apple, ha ammesso di aver investito parte dei suoi consistenti guadagni in criptovalute. Allo stesso tempo ha anche detto che tutti dovrebbero guardare con interesse al comparto crypto.

Tim Cook e le criptovalute per un portafoglio diversificato

È la prima volta che il CEO dell’azienda di Cupertino parla espressamente di criptovalute. A specifica domanda, se fosse in possesso di criptovalute nel portafoglio, Cook ha risposto

“Sì. Penso che sia ragionevole possederle come parte di un portafoglio diversificato”

Nell’intervista si è anche parlato di possibili progetti della società legati al pagamento in criptovalute, magari con il sistema di pagamenti Apple Pay. Cook non lo ha affatto escluso aggiungendo che: 

“Stiamo osservando la cosa”.

Mentre invece ha escluso la possibilità che Apple faccia come Tesla ed investa direttamente in criptovalute, ma questo solo forma di assoluta tutela verso azionisti ed investitori: 

Non perché non investirei i miei soldi in criptovalute, ma perché non credo che le persone comprino azioni Apple per ottenere esposizione alle criptovalute”.

Tim Cook criptovalute
Apple non investirà in criptovalute ma potrebbe introdurle in Apple Pay

Cook, sollecitato dall’intervistatore, ha anche parlato degli NFT, che considera un mercato sicuramente molto interessante, ma che probabilmente avrà bisogno ancora di tempo prima di diventare di uso comune.

Queste dichiarazioni di Cook hanno chiaramente attirato l’attenzione di tutto il mondo crypto. Michael Saylor, CEO di Microstrategy, il più grande investitore in Bitcoin al mondo (circa 48 miliardi di dollari) ha risposto con un tweet che è sembrato chiaramente come un suggerimento per la società, non troppo disinteressato.

La vicepresidente di Apple Pay aveva già parlato di crypto

Ma che Apple Pay, app proprietaria per i pagamenti digitali della società della mela, stia pensando comunque alle criptovalute è cosa risaputa da tempo.

Nel settembre del 2019 Jennifer Bailey, vicepresidente della App, durante un’intervista aveva espressamente parlato di criptovalute.

“Pensiamo siano interessanti. riteniamo possano avere un interessante potenziale a lungo termine”.

Apple e le criptovalute

A giugno scorso la società aveva anche messo un annuncio di lavoro per la ricerca di un esperto di crittografia, dove veniva espressamente richiesta anche una competenza nel mondo delle criptovalute.

Molti avevano legato questa notizia proprio al progetto in essere di accettare pagamenti in criptovalute tramite la propria app di pagamenti digitali.

A luglio sui principali social era circolata anche la voce che Apple avesse investito 2,5 miliardi di dollari in criptovalute. Ma la notizia non ha poi avuto nessuna conferma da parte della società. Le parole di Tim Cook sembrano smentirla categoricamente.

 

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.