USA: inflazione ai massimi dal 1990
USA: inflazione ai massimi dal 1990
News dal Mondo

USA: inflazione ai massimi dal 1990

By Marco Cavicchioli - 11 Nov 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Il dato reso noto ieri riguardo l’inflazione annuale media toccata ad ottobre 2021 negli USA (6,2%) è il più elevato degli ultimi 30 anni. 

L’inflazione in USA, la reazione dei mercati

Si tratta anche di un valore decisamente superiore sia alle aspettative che alla tendenza recente, visto che nel 2021 non aveva mai superato il 5,4%. 

Secondo il global markets strategist di eToro, Ben Laidler, questo dato costringerà la Fed a rifocalizzare la sua attenzione proprio sui rischi dovuti ad un’inflazione così elevata, ma è improbabile che la costringa a cambiare i suoi piani di un tapering graduale. In altri termini afferma che è improbabile che le prossime decisioni della banca centrale statunitense possano far deragliare i mercati azionari.

Ieri ad esempio dopo la pubblicazione del dato, l’indice S&P 500 ha aperto la seduta con un contenuto -0,5%, per poi riprendersi e tornare a scendere fino a chiudere con un -0,8% per nulla preoccupante. 

L’inflazione comunque è nettamente in aumento negli Stati Uniti, visto che è salita dello 0,9% rispetto allo 0,4% del mese precedente. L’aumento è dovuto principalmente ai costi dell’energia, ma è diffuso anche a moltissimi altri beni e servizi.

Inoltre il dato risente anche dell’inflazione cinese, aumentata più del previsto in particolare per quanto riguarda i costi produttivi dell’industria locale. 

Laidler afferma che il riacutizzarsi dei timori sull’inflazione potrebbe spingere il dollaro e provocare maggiore volatilità sui mercati, in particolare dopo il recente forte rally che ha portato diversi indici americani ai massimi storici di sempre nei giorni scorsi. 

Ad esempio il Dollar Index ieri ha toccato il suo massimo annuale, superando per la prima volta quota 95 da luglio dell’anno scorso. 

Anche Laidler ritiene che l’inflazione sia destinata a rimanere elevata a lungo, ma ipotizza che nel corso del 2022 possa iniziare a diminuire, quando i tassi della crescita economica diminuiranno ed i produttori dovranno adeguarsi di conseguenza.

USA inflazione
L’alta inflazione si ripercuote anche sulle criptovalute

Gli effetti dell’inflazione sulle criptovalute

La pubblicazione di questi dati ieri ha spinto al rialzo anche i mercati crypto, ed in particolare Bitcoin che ha fatto segnare il suo nuovo massimo storico di sempre.

Il cryptoasset analyst di eToro, Simon Peters, commenta:

“Bitcoin ha raggiunto un nuovo massimo storico, innescato dai numeri dolorosamente alti dell’inflazione dagli Stati Uniti. La notizia che l’inflazione statunitense ha raggiunto il 6,2% ha fatto schizzare il prezzo verso l’alto fino a oltre 69.000 dollari.

È illuminante vedere il prezzo reagire in modo così spettacolare. Non solo è un segnale che il mercato è estremamente avverso alla pressione inflazionistica, ma è anche un segno che gli investitori stanno ora fermamente usando il bitcoin come copertura contro l’aumento dei prezzi. Si tratta inoltre di un’indicazione sul fatto che gli investitori istituzionali possono partecipare a ‘comprare le notizie’, poiché questo è il tipo di movimento che tipicamente associamo ad altri mercati che reagiscono pesantemente alle notizie economiche”. 

Peters sottolinea anche che, mentre le banche centrali di tutto il mondo sono costrette a star dietro ai rischi inflattivi, Bitcoin appare come un asset da tenere in portafoglio perché impermeabile agli effetti di erosione del valore. 

Bitcoin viene definito “un asset deflazionistico con un limite stabilito di monete che possono entrare in circolazione”, e gli investitori sembrano considerare questa sua caratteristica come una ragione sufficiente per aggiungerlo al loro portafoglio per proteggersi dai rischi inflattivi.  

Resta però ancora da vedere quanto lontano andrà questa impennata dei prezzi delle criptovalute.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.