Lanciato oggi il VanEck Bitcoin Strategy ETF
Lanciato oggi il VanEck Bitcoin Strategy ETF
Bitcoin

Lanciato oggi il VanEck Bitcoin Strategy ETF

By Marco Cavicchioli - 16 Nov 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Oggi verrà listato su Cboe XBTF, ovvero il titolo del VanEck Bitcoin Strategy ETF

Si tratta di un ETF a gestione attiva che mira all’apprezzamento del capitale investendo in contratti future su bitcoin. 

XBTF: come funzionerà il VanEck Bitcoin Strategy ETF

XBTF viene presentato come l’ETF legato a bitcoin più economico che ci sia sui mercati USA, con un rapporto di spesa netto di 30 punti base inferiore rispetto al concorrente più vicino.

Si tratta comunque sempre di un ETF non basato direttamente su BTC custoditi fisicamente dal fondo, ma su contratti future, come quelli già lanciati il mese scorso. 

Tuttavia XBTF risulta essere il primo ETF su bitcoin sui mercati USA gestito attivamente. La gestione del fondo è affidata a Greg Krenzer, Head of Active Trading di VanEck. 

Krenzer ha più di vent’anni di esperienza nel trading in varie asset class, inclusi i contratti future. Il Fondo investirà principalmente in future bitcoin negoziati sul CME.

XBTF ha un rapporto spese nette dello 0,65% e sarà State Street a fornire al fondo servizi come operazioni basket, custodia delle azioni, contabilità ed acquisizione di ordini. 

VanEck Bitcoin Strategy ETF
La SEC non vuole approvare gli ETF su Bitcoin fisici

VanEck, pioniera di Bitcoin

VanEck è stato il primo gestore patrimoniale a presentare una domanda per lanciare un prodotto scambiato a termine basato su bitcoin. L’azienda lavora con gli asset crypto fin dal 2017, e produce anche una certa quantità di ricerche ed analisi sul settore degli asset digitali. Inoltre offre già una gamma di ETP sugli asset digitali in Europa. 

Al 31 ottobre 2021 gestiva circa 82,2 miliardi di dollari di asset, inclusi fondi comuni di investimento, ETF e conti istituzionali. 

Il direttore dei Digital Assets Product di VanEck, Kyle DaCruz, ha dichiarato

“Anche se un ETF su bitcoin ‘supportato fisicamente’ rimane un obiettivo chiave, siamo molto lieti di fornire agli investitori questo importante strumento mentre costruiscono i loro portafogli di asset digitali. Il costo e il trattamento fiscale sono due considerazioni essenziali per gli investitori che abbiamo messo sia in primo piano che al centro nella progettazione di XBTF. Gli investitori meritano esposizioni a bitcoin regolamentate, trasparenti e a basso costo e siamo lieti di guidare questa carica con il lancio di XBTF e tutti i nostri sforzi in corso nel settore bitcoin e risorse digitali”. 

Niente ETF su Bitcoin fisici

Ancora nulla di fatto invece per un ETF basato su BTC fisici. Ci si attendeva una possibile approvazione da parte della SEC per il 14 novembre, ma invece è arrivato solamente l’ennesimo rifiuto. 

Gli ETF basati su bitcoin fisici comportano maggiori difficoltà e rischi, in particolare riguardo la custodia, e devono rispettare normative differenti e più stringenti rispetto a quelli basati su contratti future. 

Secondo alcuni esperti si dovrà attendere almeno fino alla primavera del 2022 perché la SEC accetti di approvarne uno.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.