Caffé Barbera: continua il processo di innovazione grazie alla blockchain
Caffé Barbera: continua il processo di innovazione grazie alla blockchain
Blockchain

Caffé Barbera: continua il processo di innovazione grazie alla blockchain

By Amelia Tomasicchio - 2 Dic 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Caffè Barbera, la più antica torrefazione d’Italia con oltre 150 anni di storia, ha dichiarato oggi di voler continuare il processo d’innovazione tecnologica tracciando i processi con la blockchain.

Caffè Barbera prosegue sulla strade della blockchain

Questo comunicato arriva dopo aver annunciato qualche mese fa la possibilità di far acquistare il caffè anche con criptovalute sull’e-commerce Caffebarberashop.com, grazie alla collaborazione con Algorand e BleumiPay,

Tutta la supply chain di Caffè Barbera, quindi, sarà basata sulla blockchain.

Si legge sul comunicato stampa diffuso oggi da Caffè Barbera

“La volontà di vivere un modo ideale in cui, utilizzando semplicemente il proprio dispositivo mobile, si può sapere tutto ma proprio tutto a proposito di ciò che si sta bevendo o mangiando: dai dettagli sull’origine dell’azienda produttrice, alle indicazioni sulla lavorazione, date di stoccaggio, spedizione e scadenza del prodotto”.

Caffé Barbera blockchain
Caffè Barbera prosegue il suo percorso di innovazione su blockchain

Blockchain e innovazione

Si tratta di un importante step per Caffè Barbera che dimostra ancora una volta una fortissima propensione all’innovazione di un prodotto tradizionale, grazie alla blockchain e basandosi su aspetti legati ai valori di eticità e sostenibilità.

Elio Barbera, Managing Director di Caffè Barbera ha dichiarato:

“Siamo stati i primi nel settore ad aver introdotto la possibilità d’acquisto del nostro caffè anche con criptovalute sul nostro portale e-commerce. Una scelta coraggiosa che il mercato ha premiato anche al di là delle nostre più rosee aspettative. Da qui arriva lo stimolo a guardare sempre attentamente a ciò che l’innovazione tecnologica può apportare in termini di valore per il nostro prodotto. Grazie all’implementazione di un protocollo blockchain decentralizzato in grado di validare la nostra preziosa filiera e dimostrare ai nostri consumatori il lungo viaggio del caffè, dalla piantagione alla tazzina, abbiamo posto l’accento su un aspetto per noi fondamentale: rendere noto a tutti l’impatto positivo che una politica condivisa tra tutti gli attori della filiera può avere sulla società e sull’ambiente.” 

Tutto questo avviene proprio nell’anno in cui l’azienda festeggia il 150° anniversario. Oltre ad Algorand, Caffè Barbera sul suo e-commerce accetta pagamenti anche in Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH) e Ripple (XRP).

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e sta scrivendo un libro sugli NFT per Mondadori. Inoltre, ha lanciato due progetti NFT chiamati The NFT Magazine e Cryppo, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.