ETF su Bitcoin spot, la SEC dice no a WisdomTree
ETF su Bitcoin spot, la SEC dice no a WisdomTree
Bitcoin

ETF su Bitcoin spot, la SEC dice no a WisdomTree

By Eleonora Spagnolo - 3 Dic 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

La SEC continua a mantenere ferma la sua posizione, respingendo la richiesta di WisdomTree di approvare un ETF su bitcoin spot. 

WisdomTree, niente ETF su Bitcoin spot

WisdomTree voleva quotare il suo ETF su CBOE, e per questo avrebbe presentato richiesta all’exchange che a sua volta ha fatto richiesta alla SEC. Nel documento rilasciato in questi giorni, la SEC spiega le ragioni per cui ha nuovamente respinto la richiesta:

“La Commissione conclude che BZX non ha dimostrato che altri mezzi per prevenire atti fraudolenti e manipolativi sono sufficienti a giustificare la rinuncia all’accordo di sorveglianza richiesto. La Commissione conclude inoltre che BZX non ha dimostrato di avere un accordo globale di condivisione della sorveglianza con un mercato regolamentato di dimensioni significative al bitcoin. Di conseguenza, la Commissione non è in grado di ritenere che il cambiamento di regole proposto sia coerente con i requisiti di legge della sezione 6(b)(5) dell’Exchange Act”.

In pratica, secondo la SEC, CBOE non sarebbe in grado di dimostrare che i mercati sottostanti l’ETF siano regolamentati e privi di manipolazioni e frodi. Questo nonostante ormai il mercato di Bitcoin sia maturo e notevolmente cresciuto rispetto al passato.

La SEC ribadisce quindi il suo orientamento: gli ETF basati sui futures di Bitcoin hanno trovato spazio perché il mercato dei futures è regolamentato. Al contrario non è in grado di dire lo stesso dei mercati spot.

A dirla tutta è un ragionamento che non sta troppo in piedi perché i mercati dei futures su Bitcoin si basano comunque sui mercati spot. 

Il Canada approva gli ETF di Fidelity

Mentre negli Stati Uniti non c’è speranza (almeno per il momento) di vedere approvati gli ETF su Bitcoin spot, il Canada si dimostra ancora una volta all’avanguardia.

Fidelity ha lanciato ben due ETF basati su Bitcoin spot, il Fidelity Advantage Bitcoin exchange-traded fund (ETF) e il Fidelity Advantage Bitcoin ETF Fund, sul Toronto Stock Exchange. 

Gli investitori canadesi avranno modo di investire in un ETF basato su Bitcoin fisici. Quelli degli Stati Uniti invece, no.

ETF NFT
Al NYSE debutta il primo ETF basato sugli NFT

Arrivano gli ETF basati sugli NFT

La SEC si ostina a non voler approvare gli ETF basati su Bitcoin fisici, ma ha invece concesso il lancio sul mercato di un exchange-traded fund basato su NFT. Si chiama NFTZ ed è un fondo che mette nel suo paniere non degli NFT veri e propri ma le azioni di aziende che trattano NFT. Tra queste, Coinbase, Square, Robinhood e persino Playboy. È stato quotato sul NYSE (dove è quotato anche BITO, il primo ETF su futures di Bitcoin).

A lanciarlo è stata Defiance ETFs, azienda specializzata in ETF e consulente di investimento specializzata in ETF tematici. Nella sua offerta,, Defiance ha anche ETF focalizzati su 5G, Big Data, e industrie innovative.

L’azienda scrive espressamente che l’unico limite che ha il mercato degli NFT è il cielo virtuale. Il limite che invece hanno gli ETF si chiama SEC e questo lo hanno capito bene gli investitori che ancora attendono un fondo basato su Bitcoin fisici.

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.