Crypto.com crolla nel ranking di Coinmarketcap: è scontro
Crypto.com crolla nel ranking di Coinmarketcap: è scontro
Criptovalute

Crypto.com crolla nel ranking di Coinmarketcap: è scontro

By Eleonora Spagnolo - 27 Dic 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

È scontro tra il CEO dell’exchange Crypto.com, Kris Marszalek, e Coinmarketcap, la piattaforma che fa classificazioni nel mondo crypto. 

La classifica di Coinmarketcap che non convince Crypto.com

Il motivo del contendere è dovuto al fatto che Crypto.com è improvvisamente precipitato nel ranking degli exchange di Coinmarketcap: è al 16° posto. Ma se si prende Coingecko, l’altra piattaforma di classificazione del mondo crypto, Crypto.com è secondo. In entrambi i casi, a guidare la classifica è Binance.

Questa differenza di posizioni è stata così commentata dal CEO Kris Marszalek:

“Buon Natale alla squadra @CoinMarketCap che una settimana dopo la mia risposta al loro tweet mal formulato ha arbitrariamente ridotto la nostra classifica di scambio al 14°. Siamo 2°/3° su @coingecko così sapete dove cercare dati reali e neutri per il mercato”.

A questo tweet ha risposto anche il team di Baby Doge Coin sottolineando di aver avuto problemi analoghi: Coinmarketcap si è rifiutata di verificare la loro supply, mentre al contrario su Coingecko, definito una fonte neutrale, sono al posto n. 218. Ad ogni modo, scrive Baby Doge, servirebbe una versione decentralizzata. 

Il pregresso

Tutto nasce dai problemi avuti da Coinmarketcap qualche settimana fa che hanno fatto letteralmente sballare i prezzi di molte criptovalute con improvvisi rialzi astronomici. Questo ha suscitato molta ilarità su Twitter, dove numerosi utenti hanno ironizzato sul fatto che per pochi attimi si sono sentiti milionari, quando in realtà il mercato non era affatto in una fase così volatile. 

A seguito dell’incidente, è partito uno scambio di battute tra Coinmarketcap e l’account Fintwit sulla necessità di assumere un nuovo programmatore. L’account di Coinmarketcap ha replicato che anche Coinbase e Crypto.com, che avevano mostrato i prezzi gonfiati di CMC, avrebbero dovuto fare altrettanto.

La replica del CEO di Crypto.com è stata lapidaria:

“Non devi dirci nulla: stiamo già lavorando alla rimozione dei feed di prezzi inaffidabili di Coinmarketcap dal nostro prodotto.

È seguita anche la risposta di Coingecko:

Secondo il CEO di Crypto.com è stata probabilmente questa lite via Twitter a far scattare il crollo in classifica dell’exchange su Coinmarketcap. 

Binance
Binance è in testa alla classifica di Coinmarketcap e Coingecko

Classifiche a confronto

Coinmarketcap fornisce una classifica dei migliori exchange che vengono valutati in base ad un “exchange score” e non solo al volume di scambi. 

Questo exchange score si fonda su diversi fattori:

  • Fattore di traffico web; 
  • Liquidità media; 
  • Volume, 
  • Fiducia che il volume riportato da uno scambio sia legittimo.

Ogni fattore prevede l’assegnazione di un punteggio da 0 a 10. Binance ha uno score di 9.9, mentre Crypto.com si ferma a 6.5 anche se non è possibile vedere come questo punteggio è generato. 

Proprio oggi, a seguito del tweet del CEO  Kris Marszalek, Coinmarketcap ha a sua volta twittato:

“Al fine di continuare a fornire dati accurati sulle criptovalute, abbiamo recentemente aggiornato le nostre classifiche degli exchange, poiché il nostro algoritmo ha identificato wash trading da alcune piattaforme”.

Crypto.com non è menzionato ma il sospetto che si riferisca proprio a questo exchange, c’è. 

Su Coingecko al contrario Crypto.com figura in seconda posizione. In questo caso il Trust Score che determina la classifica è dovuto diversi fattori quali:

  • traffico web;
  • liquidità e attività di trading;
  • scalabilità:
  • API;
  • valutazione di sicurezza informatica;
  • presenza del team;
  • incidenti passati. 

Tenendo presente tutti questi indicatori, Crypto.com ha un punteggio di 10, proprio come Binance, che però ha volumi di trading decisamente maggiori (14 miliardi di dollari in 24 ore contro i 3 miliardi di Crypto.com)

Il fattore Binance

In realtà la classificazione di Coinmarketcap aveva generato diverse polemiche perché CMC è proprio di proprietà di Binance. All’epoca della sua acquisizione più di qualcuno non era convinto della bontà della classifica degli exchange.

A queste polemiche aveva risposto direttamente il CEO di Binance, Changpeng Zhao sostenendo che CMC era indipendente da Binance, ciò nonostante CMC è parte dell’ecosistema di Binance per cui lui stesso avrebbe continuato a twittare su Coinmarketcap. 

Resta il fatto che Coinmarketcap è fin troppo centralizzato e allora forse ha ragione il team di Baby Doge Coin quando dice che ci vorrebbe una classifica decentralizzata. 

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.