Cardano SPO: SHIFT Pool [SHIFT]
Cardano SPO: SHIFT Pool [SHIFT]
Interviste

Cardano SPO: SHIFT Pool [SHIFT]

By Patryk Karter - 1 Gen 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

L’ospite di questa settimana nella rubrica Cardano SPO è uno stake pool che opera a favore del clima, gestito da due attivisti ambientali che vogliono aiutare il pianeta: SHIFT Pool [SHIFT].

L’ospite della scorsa settimana era uno stake pool che dona il 20% delle proprie ricompense alla Barka Foundation.

Questa iniziativa è un punto di riferimento per tutto ciò che riguarda Cardano e ogni settimana o due inviteremo uno Stake Pool Operator (SPO) a rispondere ad alcune domande e a darci un aggiornamento direttamente dall’interno della Cardano community.

Considerando che molti dei nostri lettori sono nuovi nello spazio crypto, avremo un mix di domande semplici e tecniche.

Cardano SPO, intervista a SHIFT Pool [SHIFT]

Cardano SPO
Lo staking con il Cardano SPO [SHIFT] ha numerosi vantaggi

Ciao Christian e Hamish. Raccontateci qualcosa di voi, dove siete basati e quali sono i vostri background?

Siamo due stake pool operator con alle spalle una ricca esperienza di attivismo ambientale e vogliamo cambiare il mondo in meglio

Christian era uno scienziato medico che è passato all’ingegneria e alla gestione ambientale. Ha anche coordinato un gruppo di attivisti ambientali all’Università di Sheffield per molti anni. Ha una grande attenzione per tutto ciò che può ridurre le emissioni di gas responsabili dell’effetto serra in tutto il mondo.

Hamish è un professore di ricerca in informatica all’Università di Sheffield. Ha lavorato come ingegnere del software, ricercatore, sviluppatore open source e Principal Investigator su circa 25 sovvenzioni di ricerca, e ha gestito una campagna di crowdfunding di successo per produrre la scheda di alimentazione mobile MoPi per il Raspberry Pi

Qual è il percorso che vi ha portato a Cardano e a diventare Stake Pool Operator (SPO)?

Abbiamo scoperto Cardano all’inizio del 2021, avendo cominciato a interessarci alle criptovalute e a investire. Applicando le nostre menti di ricerca e il nostro background scientifico, abbiamo subito stabilito che Cardano si distingue dal resto delle crypto. La sua base di ricerca è davvero impressionante e insieme ai video di Charles Hoskinson è difficile guardare altrove.

Tuttavia, gli argomenti più convincenti per scegliere Cardano sono stati i suoi obiettivi etici insieme ai bassi requisiti energetici del Proof of Stake. Inoltre, sentivamo di avere l’opportunità, le competenze e l’allineamento per essere coinvolti in questa nuova tecnologia, e allo stesso tempo essere in grado di raccogliere fondi per le cause ambientali. Sembrava qualcosa che potevamo fare per fare la differenza per noi e per il pianeta. Abbiamo già dei progetti a cui abbiamo lavorato e delle associazioni di beneficenza con cui collaboriamo, e il finanziamento aggiuntivo potrebbe permetterci di fare di più.

In termini di progetti, abbiamo richiesto un finanziamento aggiuntivo dal Catalyst Fund 7 (la piattaforma di finanziamento di Cardano) per determinare l’impronta di carbonio totale di Cardano attraverso un’organizzazione di esperti indipendenti. Questo è qualcosa che sarà essenziale per trasformare Cardano in una blockchain positiva per il clima.

Cardano è spesso definito come la blockchain ecologica, e voi state facendo un passo ulteriore essendo “climate-positive”, cosa significa?

Cardano ha introdotto un protocollo Proof of Stake funzionante basato sul suo lavoro scientifico. Pertanto, Cardano utilizza oltre 10.000 volte meno elettricità di Bitcoin. Per fare un esempio, si può confrontare questo con il consumo di elettricità per far bollire un bollitore. Per una transazione Cardano devi far bollire quel bollitore per circa 3,6 minuti, mentre per una transazione Bitcoin devi farlo bollire per 23 giorni. 

Questo da solo rende Cardano la scelta più ovvia se si considera l’emergenza climatica in cui ci troviamo. 

Il nostro pool è stato un membro attivo del gruppo di Stake Pool “Climate Neutral Cardano” fin dall’inizio, il che implica che funzioniamo con il 100% di energia rinnovabile e doniamo più del 25% delle nostre ricompense a progetti legati al problema del cambiamento climatico. 

Ad ogni modo, volevamo essere positivi per il clima fin dall’inizio delle nostre operazioni. Abbiamo quindi calcolato l’impronta di carbonio prevista del nostro pool, compresa l’elettricità e parte delle emissioni personali generate dai nostri due operatori. Poi abbiamo compensato queste emissioni previste quando abbiamo avviato il nostro pool piantando alberi con Trees for Life in Scozia. Questo significa che tutte le nostre donazioni e il nostro impegno nel progetto rimuoveranno il carbonio dall’atmosfera in quanto le nostre emissioni operative sono già neutralizzate. 

I dettagli su come abbiamo misurato e compensato le nostre emissioni sono pubblicati sul nostro blog

Sul tema del riscaldamento globale, in quale pericolo pensi che ci troviamo? E cosa possono fare le persone nella loro vita quotidiana per contribuire a mitigare questa crisi ambientale?

Ottima domanda. 

Onestamente, siamo in serio pericolo. Il mondo si è riscaldato di circa 1.2C dal 1850 (Ref). Ed è concordato che questo è causato dall’attività umana come dimostrato da alcuni dei più grandi sforzi scientifici mai fatti e pubblicati dalle Nazioni Unite nei loro rapporti IPCC. L’ultimo rapporto IPCC AR6 sulle “basi scientifiche fisiche” del cambiamento climatico è stato pubblicato di recente e fornisce un quadro chiaro e inquietante della nostra situazione. 

Si vede già la distruzione su larga scala a causa di eventi meteorologici estremi, che causano inondazioni, ondate di calore, incendi selvaggi e carenza d’acqua in tutto il mondo. Molte piccole nazioni insulari vedono già la loro terra ridotta a causa dell’innalzamento del livello del mare. Questi danneggiano direttamente le vite o indirettamente causano fame e migrazioni

Con un aumento della temperatura media globale di 1,5C questo potrebbe essere ancora qualcosa a cui possiamo adattarci e mitigare, sopra i 2C non saremo più in grado di cavarcela. Il mondo come lo conosciamo cambierà e molti moriranno insieme alla distruzione ampia della fauna e degli ecosistemi

Il modo per aiutare a mitigare questa crisi è la sensibilizzazione e l’implementazione delle soluzioni che abbiamo già a disposizione

L’energia, attualmente generata principalmente da fonti fossili, è un fattore chiave. Dobbiamo ridurre la domanda e allo stesso tempo generare elettricità da fonti rinnovabili. Ecco perché Cardano, con il suo minore consumo di energia, ha una base molto migliore per resistere in una società in cui tutti i processi devono essere a zero emissioni di carbonio

Cosa si può fare: 

Scegliere uno stake pool che funziona con server ad alta efficienza energetica e 100% di energia rinnovabile. Allo stesso tempo migliorare l’efficienza energetica a casa e passare a un fornitore rinnovabile se disponibile. Essere consapevoli della situazione climatica e scoprire cosa è disponibile nel proprio quartiere.

Per diventare consapevoli del clima, consigliamo di guardare questa conferenza del Prof Kevin Anderson che parla della situazione e delle soluzioni. Compresa l’importanza di ridurre la domanda di energia. 

Date un’occhiata alla vostra impronta di carbonio, con molti strumenti disponibili gratuitamente. Se siete nel Regno Unito, vi consigliamo vivamente di usare il calcolatore dell’impronta di carbonio del WWF.  

Grazie per il vostro tempo. Qualche pensiero finale? Dove è possibile contattarvi?

Unitevi alla lotta per un futuro a zero emissioni di carbonio e aiutateci a rendere Cardano una blockchain che sia parte della soluzione invece che parte del problema. Se fate staking con SHIFT possiamo garantirvi che il vostro investimento è positivo per il clima e può fare la differenza, continuando a farvi guadagnare ricompense e mantenendo una blockchain sostenibile e innovativa.

Per maggiori dettagli sul nostro pool, tra cui la nostra missione, i nostri progetti e come fare staking, date un’occhiata al nostro sito web. Potete anche trovarci su Twitter.

Facciamo parte del “Climate Neutral Cardano” e consigliamo tutti gli stake pool di questo gruppo. 

Disclaimer: Le opinioni e i punti di vista degli SPO sono propri e non riflettono necessariamente quelli della Cardano Foundation o IOHK.

 

Patryk Karter

Appassionato di nuove tecnologie, nutrizione e filosofia, Patryk passa le giornate ad esplorare l'infinito universo del web. Si sposta a Londra dopo aver vissuto la maggior parte della sua vita a Roma. Tenta la vita da studente di Informatica presso il King's College of London ma capisce presto che non è la strada per lui, invece decide di investire il suo tempo e denaro nel mondo della Blockchain e nel frattempo completare corsi universitari disponibili sul web. Ora si occupa di trading e svolge dei lavori come freelancer.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.