Paypal al lavoro su una propria stablecoin
Paypal al lavoro su una propria stablecoin
Stable Coin

Paypal al lavoro su una propria stablecoin

By Vincenzo Cacioppoli - 10 Gen 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Dopo le voci che si rincorrevano da settimane su un progetto di Paypal legato alla creazione di una propria stablecoin, adesso arrivano le prime conferme da parte di fonti della società di pagamenti elettronici americana.

Paypal e le criptovalute

Il 2021 è stato un anno in cui Paypal ha mostrato un crescente interesse verso le criptovalute e le applicazioni ad esse legate. 

A marzo scorso ha acquisito la startup  israeliana Curv, specializzata in sicurezza crittografica per una cifra vicino ai 200 milioni di dollari. 

A fine marzo è arrivato anche il tanto atteso servizio di pagamento con Bitcoin prima solo per gli utenti statunitensi, esteso a novembre anche al resto del mondo.

Sia in USA che in Gran Bretagna è possibile scambiarsi le principali criptovalute attraverso la app. 

D’altra parte nel 2021, la rete P2P di Bitcoin ha superato come volumi di transazioni trimestrale quello di Paypal.

È quindi quasi naturale che tutto questo interesse del colosso dei pagamenti elettronici verso le criptovalute potesse sfociare ben presto in un proprio progetto legato al mondo crittografico. 

La stablecoin di Paypal

La notizia di questo progetto di una stablecoin ancorata al dollaro sarebbe stata svelata a Bloomberg due giorni fa da un noto sviluppatore crittografico Steve Moser, che ha fatto menzione della cosa anche sul suo profilo Twitter.

La notizia sarebbe stata confermata sempre a Bloomberg dal vicepresidente senior per le criptovalute e le valute digitali di PayPal Jose Fernandez da Ponte, secondo cui effettivamente la società starebbe esplorando le possibili opzioni per creare la propria stablecoin.

Ha detto da Ponte:

“Stiamo esplorando una stablecoin; se e quando cercheremo di andare avanti, ovviamente lavoreremo a stretto contatto con le autorità di regolamentazione competenti”

Sempre parlando a Bloomberg il manager di Paypal ha anche fatto riferimento  ai limiti delle stablecoin attualmente esistenti dicendo: 

“Non credo che abbiamo ancora visto una stablecoin che funzioni bene per i pagamenti”.

stablecoin cash
Le stablecoin potrebbero sostituire il denaro cash

Stablecoin al posto del cash

Secondo l’economista  americano Eswar Prasad, autore del bestseller “The future of money”, che spiega come l’innovazione digitale sta trasformando la finanza e le monete, il Covid-19 avrebbe accelerato la  rivoluzione digitale anche nei pagamenti, e porterà in un prossimo futuro a rendere i pagamenti sempre più cashless.

Le criptovalute e in particolar modo proprio le stablecoin potrebbero essere, secondo l’economista, i naturali sostituti del tradizionale contante.

Ha affermato:

“La fine del denaro è all’orizzonte ed è giunto il momento per un ampio dibattito pubblico su ciò che prende il suo posto. Dopotutto, influenzerà non solo il denaro, ma anche l’economia, la finanza e la società”.

E parlando nello  specifico delle criptovalute Prasad è convinto che sono destinate a non essere un fenomeno passeggero:

“Le criptovalute hanno sicuramente aperto una dimensione che le banche centrali non possono minare ed è per questo che le valute digitali delle banche centrali potrebbero essere qui prima del previsto. Tuttavia, si pensa che le valute digitali siano qui per restare”.

Ecco allora che in un contesto simile è pressoché  inevitabile che società come Paypal, che dei pagamenti digitali fanno il proprio business core, guardino con sempre maggiore interesse agli asset digitali come futuri strumenti di pagamento. 

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.