Netflix, abbonamenti in calo: l’analisi di JP Morgan
Netflix, abbonamenti in calo: l’analisi di JP Morgan
News dal Mondo

Netflix, abbonamenti in calo: l’analisi di JP Morgan

By George Michael Belardinelli - 10 Gen 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

L’analista di JP Morgan, Doug Anmuth rivede al ribasso di 2,3 milioni i nuovi abbonati Netflix nel quarto trimestre 2021.

L’effetto Squid Game

Sull’onda dell’entusiasmo per l’uscita della serie sudcoreana Squid Game di fine settembre dello scorso anno, infatti, il dato dei nuovi abbonamenti era rapidamente salito tanto da dar vita al neologismo “effetto Squid Game”.

Questo effetto seppur notevole è durato poco e il quarto trimestre si è dimostrato più in salita del previsto mettendo in seria difficoltà il target della guidance di Netflix stesso (NFLX NASDAQ) che si attesta a 8,5 milioni.

Il bicchiere però non è mezzo vuoto, tutt’altro. 

Netflix JP Morgan
Squid Game ha trascinato la crescita degli abbonamenti Netflix

Le nuove uscite Netflix

Con l’approssimarsi delle festività natalizie, infatti, altre due uscite, una stand alone e l’altra una serie, sono arrivate a dare manforte. 

“Don’t look Up”, una commedia a vocazione catastrofista che mette a nudo la fragilità dell’animo umano con un cast stellare tra cui figurano Leonardo DiCaprio, Jennifer Lawrence e Timothée Chalamet e la seconda stagione di “The Witcher”, serie fantasy con Henry Cavill (l’attore che interpreta Superman nell’universo DC e che è in lizza come prossimo James Bond) ispirata all’omonimo game play sono arrivate durante le festività con l’arduo compito di colmare il gap di nuovi abbonati del Blockbuster del terzo millennio.

In particolare “Don’t look Up” ha ottenuto risultati strabilianti segnando il record di sempre per ore di visualizzazione in una singola settimana, parliamo di 152,3 milioni di ore dimostrandosi un ottimo booster balzando al terzo posto tra i film più visti di sempre sulla piattaforma nel primo mese di uscita, subito dietro a Bird Box e Red Notice. 

L’analisi di JP Morgan su Netflix

Anmuth, nella sua analisi, abbassa le stime degli utenti per il primo trimestre del 2022 da 6,5 milioni a 5,5 milioni abbassando anche il target price da 750 a 725 dollari.

Il 20 gennaio un bel faro illuminerà meglio la situazione, è infatti in questa data che Netflix svelerà i dati ufficiali relativi al quarto trimestre 2021. 

Il nuovo anno, in sostanza, si rivela essere cruciale per le sorti dello streaming in generale e nel caso specifico di Netflix, la concorrenza di Disney+, HBO max e Amazon Prime su tutti, l’assenza (scongiuri dovuti) di lockdown all’orizzonte acuiscono la competizione in questo settore che ha un enorme prateria di mercato da sviluppare per quanto riguarda i paesi asiatici con contenuti che magari strizzino l’occhio al Sol levante, inoltre se saprà abbracciare le opportunità del metaverso, NFT e Blockchain in generale potrà evolvere e ridisegnare l’intrattenimento ancora una volta.

Riassumendo, Netflix incassa il colpo ma gli investitori sono tranquilli in un’ottica di lungo periodo, non ci resta che aspettare il 20 per vedere la prossima puntata. 

George Michael Belardinelli

Ex Corporate manager presso Carifac Spa e successivamente Veneto Banca Scpa, blogger e Rhumière, negli anni si appassiona alla filosofia e alle opportunità che l'innovazione e i mezzi di comunicazione ci mettono a disposizione, in fissa con il metaverso e la realtà aumentata

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.