Costa Rica: l’energia idroelettrica per il mining di Bitcoin
Costa Rica: l’energia idroelettrica per il mining di Bitcoin
Mining

Costa Rica: l’energia idroelettrica per il mining di Bitcoin

By Stefania Stimolo - 17 Gen 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

In Costa Rica, grazie a un surplus di energia green, sembra che un impianto idroelettrico messo in pausa a causa della pandemia, abbia ora ottenuto una nuova vita, grazie al suo impiego nell’attività di mining di Bitcoin e criptovalute. 

Costa Rica, l’impianto idroelettrico per il mining di Bitcoin

Secondo quanto riportato, sembra che un piccolo fiume in mezzo a piantagioni di caffè, campi di canna da zucchero e una foresta, stia fornendo green energy ad una centrale idroelettrica in Costa Rica, impiegata ora per il mining di Bitcoin e criptovalute. 

Nello specifico, si tratta di un solo impianto idroelettrico che oggi alimenta centinaia di computer collegati al business delle criptovalute. 

A 35 km dalla capitale San Jose, nei pressi del fiume Poas, ci sono già ben 8 container con più di 650 macchine di 150 clienti che operano senza sosta nel mining, alimentati dall’impianto. 

A tal proposito, Eduardo Kooper, presidente dell’azienda familiare che possiede la fattoria di 60 ettari Data Center CR e l’impianto, ha detto:

“Abbiamo dovuto mettere in pausa l’attività per nove mesi, ed esattamente un anno fa ho sentito parlare di Bitcoin, blockchain e digital mining. All’inizio ero molto scettico, ma abbiamo visto che questo business consuma molta energia e noi abbiamo un surplus”

Costa rica mining
Miniere di bitcoin alimentate grazie all’idroelettrico

Il mining dona nuova vita all’impianto di energia green

In Costa Rica, lo stato ha il monopolio della distribuzione di energia, ma sembra che durante la pandemia, il governo abbia smesso di comprare elettricità, interrompendo l’impiego delle centrali idroelettriche. 

D’altro canto, è ormai noto che i miners sono alla ricerca di energia pulita e sostenibile proprio per procedere con la loro attività e che questa alta domanda abbia trovato un nuovo mercato di riferimento. 

Ecco che quindi, dopo 30 anni, l’impiego dell’impianto di Kooper in Costa Rica è ora dedicato alla sua nuova attività, in un Paese dove di energia green ce n’è in abbondanza. 

A tal proposito, sempre Kooper ha poi sottolineato che il governo dovrebbe essere più aggressivo nel cercare di attirare più business di criptovaluta, anche se non ha dato specifiche.

Il mining e l’energia sostenibile: le reazioni dei diversi Paesi

La questione del consumo di energia da parte dell’attività di mining, è stata motivo di discussioni e di forti scelte negli ultimi anni. 

Mentre la Cina ha deciso di vietare l’attività nel paese, adottando una posizione “against” tutto il settore delle crypto, i miners già durante agosto 2021 hanno scelto delle alternative

Così è emerso che il Kazakistan è stato al centro del ciclone dei miners del calibro di Bit Mining e Canaan, grazie alla sua alta disponibilità di energia ad un costo nettamente basso, oltre il clima freddo che permette ai sistemi di produzione di raffreddarsi prima. 

Un qualcosa che avrebbe toccato in negativo il prezzo di Bitcoin e criptovalute proprio all’inizio di questo 2022, a causa delle proteste di piazza scaturite dalla crisi energetica seguita alla liberalizzazione del mercato. 

Ma anche altri Paesi sono stati abbracciati dai miners, come il Texas, che con il suo mercato energetico deregolamentato, ogni azienda ha piena libertà di scegliere il suo fornitore, oltre che il costo generale dell’energia è già basso di suo e la sua produzione è in abbondanza. 

Rimanendo in America Centrale, invece, c’è El Salvador che, al contrario del Costa Rica, è molto più esposto in merito alle criptovalute, legalizzando Bitcoin come valuta legale da settembre 2021. El Salvador ha optato per la nuova mining farm di Bitcoin alimentata dal vulcano, utilizzando cioè l’energia geotermica. 

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.