Anche Polygon inizia a bruciare token MATIC
Anche Polygon inizia a bruciare token MATIC
Altcoin

Anche Polygon inizia a bruciare token MATIC

By Marco Cavicchioli - 20 Gen 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Da martedì 18 gennaio, dopo averlo sperimentato sulla testnet Mumbai, EIP-1559 è attivo anche sulla mainnet di Polygon, ed ha pertanto iniziato a bruciare token MATIC.

EIP-1559 anche su Polygon

Qualche mese fa è stato attivato sulla rete Ethereum l’ormai famoso aggiornamento London (EIP-1559), ovvero quello che ha dato il via al burn di una parte delle fee pagate ai miner per registrare le transazioni sulla blockchain.

Polygon è un second layer creato appositamente per rendere più veloci e soprattutto economiche le transazioni su Ethereum, quindi non stupisce che abbiano deciso di integrare EIP-1559 anche sulla propria mainnet.

Infatti ad oggi risultano già bruciati quasi 20.000 token MATIC. 

EIP-1559 elimina l’asta utilizzata come meccanismo principale per il calcolo delle commissioni, ed introduce una commissione di base, ed una tariffa prioritaria per accelerare l’elaborazione. La tariffa base, che varia a seconda della congestione della rete, viene bruciata.

Questa modifica non riduce le commissioni, poiché il costo del gas continuerà ad essere determinato dalla domanda e dall’offerta, ma consente agli utenti di stimare meglio i costi delle transazioni, visto che la tariffa base è il prezzo minimo da pagare per l’inclusione della transazione nel primo blocco successivo.

Polygon token MATIC
Polygon ha introdotto l’aggiornamento EIP-1559

Polygon e il burn dei token MATIC

L’obiettivo, oltre a quello di ridurre l’offerta di MATIC in circolazione, è anche quello di ridurre il numero di volte in cui vengono pagate fee in eccesso.

Il burn dei token MATIC è suddiviso in due fasi. La prima inizia sulla rete Polygon, e poi la seconda si completa sulla rete Ethereum. Questo cambiamento potrebbe avere implicazioni di vasta portata per tutte le parti interessate all’interno della rete Polygon.

Per quanto riguarda i possessori di token MATIC, si stima un burn annuale di circa lo 0,27% della circulating supply, a fronte di una total supply fissa di 10 miliardi di token. Pertanto ci si attende un effetto deflazionistico.

I benefici del burn di MATIC

Gli utenti e gli sviluppatori di dApp su Polygon beneficeranno di prezzi del gas più prevedibili.

Per i validatori l’aumento della tariffa base si tradurrà in un minor numero di transazioni di spam, con conseguente minor congestione della rete.

Resta da vedere se, come accaduto su Ethereum, questi burn faranno aumentare mediamente il costo del gas, o se questo rimarrà molto basso.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.