Polkadot: conclusa anche la nona asta per le parachain
Polkadot: conclusa anche la nona asta per le parachain
Blockchain

Polkadot: conclusa anche la nona asta per le parachain

By Marco Cavicchioli - 31 Gen 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Continuano le aste per le parachain di Polkadot. Da poco si è conclusa la nona asta, che ha visto prevalere sugli altri Centrifuge.

La prossima asta si terrà questa settimana a partire dal blocco 8.868.510.

Il vincitore della nona asta parachain di Polkadot

Centrifuge è un protocollo che si pone come obiettivo quello di creare un sistema per la tokenizzazione di asset finanziari tradizionali, grazie ad un processo relativamente complesso che consente di tokenizzare anche ad esempio immobili, royalties e fatture per gli anticipi di cassa, rendendoli in questo modo scambiabili su blockchain.

Questi asset, una volta tokenizzati, potranno anche essere utilizzati come collaterale per ottenere prestiti, grazie ad algoritmo decentralizzato a costi ridotti.

Polkadot parachain
Il lancio delle aste per le parachain aveva fatto salire il prezzo di DOT,

Il prezzo di DOT

Le aste per le parachain di Polkadot sono iniziate qualche mese fa, e stanno seguendo la roadmap prevista dal progetto.

Inizialmente il lancio delle aste per le parachain, mesi fa, aveva fatto salire il prezzo di DOT, probabilmente proprio perché per potervi partecipare era necessario utilizzare la criptovaluta nativa del progetto Polkadot. Poi però l’entusiasmo, da questo punto di vista, è un po’ scemato.

Il prezzo attuale infatti è meno della metà rispetto a quello di fine ottobre, e del 68% inferiore rispetto ai massimi del 4 novembre, quando si spinse a quasi 55$.

Tuttavia la parabola del prezzo di DOT degli ultimi tre mesi è perfettamente in linea con quella delle principali criptovalute, a partire da BTC ed ETH, nonostante registri perdite superiori rispetto all’ATH.

Va però evidenziato come ad inizio novembre Polkadot venisse da un periodo di vera e propria euforia, molto maggiore rispetto a quella che c’era all’epoca su Bitcoin o Ethereum, tanto che il picco massimo DOT lo toccò sei giorni prima di quello di BTC o ETH.

Ad esempio rispetto al prezzo di inizio agosto 2021, DOT è solo di pochi punti percentuali sotto, ovvero più o meno come BTC ed ETH. In altre parole il boom di ottobre, che portò il prezzo di DOT da 27$ a 45$, fu maggiore rispetto a quello del prezzo di Bitcoin ed Ethereum nel medesimo periodo, rendendo la successiva discesa più ampia.

Negli ultimi 30 giorni comunque DOT ha perso il 34%, rispetto al -20% di BTC ed al -31% di ETH.

C’è pertanto una sorta di scollamento tra il trend degli ultimi mesi del valore di DOT ed il successo delle aste parachain, tanto da presumere che i picchi di ottobre e novembre fossero dovuti principalmente a speculazione.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.