Messico: Senatrice propone legge per tendere Bitcoin legale
Messico: Senatrice propone legge per tendere Bitcoin legale
Bitcoin

Messico: Senatrice propone legge per tendere Bitcoin legale

By Vincenzo Cacioppoli - 24 Feb 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il Messico potrebbe essere il secondo stato al mondo, dopo El Salvador, ad adottare come moneta a corso legale il Bitcoin. Queste almeno sarebbero le intenzioni di un disegno di legge presentato nei giorni scorsi, dalla senatrice messicana dello stato di Nuova Leon, Indira Kempis.

La senatrice si dice convinta che per il paese messicano questa sarebbe l’unica via da percorrere per essere maggiormente inclusive finanziariamente con la popolazione. 

In un’intervista con il giornale “Diario El Salvador”, la senatrice ha parlato infatti dei grandi vantaggi che l’adozione di Bitcoin nel paese può farla diventare una valuta inclusiva per i tanti che nel paese non hanno un conto corrente.

“Abbiamo bisogno che bitcoin abbia corso legale in Messico, perché in caso contrario, se non prendiamo quella decisione come ha fatto El Salvador, sarà molto difficile concretizzare ulteriori azioni” 

ha dichiarato nella sua intervista al giornale. 

Secondo le prime indicazioni giuste da fonti del Senato sembra però assai improbabile che questo disegno di legge possa passare. Ma la Kempis sembra intenzionata a proseguire con il suo disegno di legge convinta che il Bitcoin legale possa essere una grande opportunità per il paese centroamericano.

La senatrice ha anche sostenuto che il presidente di El Salvador Bukele avrebbe dato avvio ad una rivoluzione inarrestabile e che presto molti altri Paesi seguiranno il suo esempio, soprattutto quelli delle economie in via di sviluppo.

“Rendere Bitcoin una moneta a corso legale significa creare condizioni di parità per le persone escluse.”

La Kempele non è l’unica senatrice ad essere favorevole al Bitcoin e alle criptovalute,come per esempio il senatore Eduardo Murat Hinojosa, che già a giugno, aveva twittato di essere al lavoro su una nuova legge per adozione legale delle criptovalute nel paese 

https://twitter.com/eduardomurat/status/1402257568580390923?t=d63cgEE0tMT1EH83wXZVzw&s=19

Ma non sembra certo pensarla allo stesso modo il presidente messicano Manuel Lopez Obrador, che ad Ottobre ha dichiarato che non c’è nessuna possibilità che il Messico possa rendere legale il Bitcoin. 

Ma se sulla adozione del Bitcoin come valuta legale la strada per ora sembra in salita, proseguono i progetti sulla valuta digitale di stato. Secondo alcune fonti governative il progetto di una Cdbc di stato in Messico dovrebbe vedere la luce entro il 2024.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.