Prezzo di Bitcoin sotto i $40.000: già finita la spinta di Biden
Prezzo di Bitcoin sotto i $40.000: già finita la spinta di Biden
Bitcoin

Prezzo di Bitcoin sotto i $40.000: già finita la spinta di Biden

By Eleonora Spagnolo - 10 Mar 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il prezzo di Bitcoin sta vivendo un vero e proprio pump & dump. Ieri la regina delle criptovalute si era spinta oltre i 42.000 dollari guadagnando l’8%. Ma il guadagno di ieri è stato totalmente azzerato nella giornata di oggi.

L’ordine esecutivo di Biden che ha esaltato Bitcoin

L’annuncio della firma dell’ordine esecutivo del presidente USA Joe Biden, con il quale si dà il via alla regolamentazione delle criptovalute negli Stati Uniti, ha impresso una forte accelerata al prezzo di BTC. 

Già dalla mattina in realtà, quando si era diffusa la notizia dell’apprezzamento anche da parte del Segretario del Tesoro Janet Yellen, BTC aveva iniziato a guadagnare. La firma e l’annuncio ufficiale dalla Casa Bianca hanno fatto il resto. 

BTC: -8%

L’entusiasmo però sembra essere già finito: Bitcoin oggi perde l’8% e torna di nuovo sotto i 40.000 dollari. Al momento della scrittura di questo articolo è a 39.000 dollari. Cosa è successo? Una spiegazione è stata fornita alla CNBC da Guy Gotslak, co-founder della piattaforma di investimento My Digital Money: 

“L’ordine esecutivo è, più che altro, difensivo. Gli obiettivi principali dell’EO sono di proteggere la posizione finanziaria degli Stati Uniti a livello globale, assicurarsi che i regolamenti degli Stati Uniti (sia federali che globali) non siano aggirati usando le criptovalute, assicurarsi che gli investitori e gli utenti crypto siano protetti legalmente, e che le criptovalute come industria sia regolata in generale”

Non si tratta di una svolta negativa, sia chiaro, ma, spiega Guy Gotslak, lo scopo principale è proteggere gli investitori ma non prendere misure per favorire la crescita della tecnologia. 

Bitcoin USA
Bitcoin perde slancio dopo la firma dell’ordine esecutivo sulle crypto

Probabilmente Bitcoin non è stato forte abbastanza da superare le turbolenze che sta vivendo tutto il mondo, legate in particolare alla guerra tra Russia e Ucraina. Questo è quello che pensa anche il vice presidente dell’exchange Luno Vijay Ayyar:

“Quindi, mentre il mercato ha reagito positivamente alla dichiarazione, lo slancio non è stato abbastanza forte da superare la resistenza”. 

Verso il dollaro digitale

Effettivamente l’ordine esecutivo dice che gli Stati Uniti abbracceranno le criptovalute ma non spiega in che modo. Dunque forse per esultare è un po’ troppo presto.

La cosa certa è che l’atto firmato ieri dal presidente Joe Biden sancisce anche la nascita ufficiale del progetto del dollaro digitale visto che si parla esplicitamente di una futura “U.S. central bank digital currency”.

È probabile che in fatto di monete digitali, pur abbracciando l’innovazione, gli Stati Uniti non perderanno mai di vista la priorità di rendere ancora più forte il dollaro USA, anche nella sua versione digitale. 

 

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.