Epic Games con SONY e LEGO per un futuro nel metaverso
Epic Games con SONY e LEGO per un futuro nel metaverso
Gaming

Epic Games con SONY e LEGO per un futuro nel metaverso

By George Michael Belardinelli - 14 Apr 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

L’operazione tra tre grandi nomi nel mondo del gaming, Epic Games, SONY e LEGO, vuole dare spazio alla creazione di un nuovo metaverso.

L’operazione tra Epic Games, SONY e LEGO, che vuole dar luce ad un metaverso

metaverso bambini
Epic Games, SONY e LEGO insieme per sviluppare un nuovo metaverso, un mondo virtuale dedicato ai bambini e alle famiglie

È notizia di lunedì che SONY avesse fatto un sostanzioso passo da un miliardo di dollari in direzione del metaverso, come è presto detto, un investimento nello sviluppo e successivo potenziamento del rivoluzionario motore di sviluppo di Epic Games “Unreal Engine 5”.

SONY tuttavia non è il solo investitore. Un altro miliardo infatti proviene da Kiribi, società proprietaria tra le altre cose di LEGO. La casa dei mattoncini infatti avrà un ruolo fondamentale nell’operazione, perché ovviamente esiste un progetto comune.

La creazione di un metaverso tramite il know-how di SONY nei videogame e la ormai secolare capacità della società di origine danese di creare mondi paralleli e divertire (oltre che stimolare all’ingegno) i piccoli di ogni lato del mondo. 

Unreal Engine 5 è già un motore di successo utilizzato per must-have come Fortnite o l’ultimo capitolo di Kingdom Hearts IV super acclamato dalla critica e che detiene il record per espansione del gaming ad oggi. 

Il nuovo team di sviluppo si sta ingegnando alla creazione di un metaverso per bambini nel quale sarà possibile interagire, fare qualsiasi gioco, comprare o vendere corsi, espansioni, giochi stessi o gadget, il tutto tramite crypto o carte di credito virtuali. 

Mastercard entra nel Metaverso

Mastercard si fa protagonista del metaverso in quanto l’obiettivo è creare uno strumento trasversale che possa essere utilizzato in qualsiasi mondo virtuale. 

A tal proposito la società americana ha depositato marchi e brevetti riguardanti questa possibilità alla società di marchi e brevetti degli Stati Uniti. 

15 le richieste di registrazione in totale riguardanti sia la modalità di pagamento, che il nome e il logo dei due cerchi intersecati tra loro. 

Tra le funzioni che il progetto svilupperà ci sono piani per elaborare carte virtuali, diffondere servizi di intrattenimento ed educativi nel metaverso, e creare un marketplace per beni digitali autenticati. 

Il piano di Tim Sweeney

Il CEO di Epic Games (valutata 31,5 miliardi di dollari), Tim Sweeney, ha detto a proposito del piano, che c’è bisogno di:

“Costruire un regno digitale creando spazi dove i giocatori possono divertirsi con gli amici, i marchi possono costruire esperienze creative e coinvolgenti, e i creator possono creare community.” 

Questo rappresenta una tappa fondamentale verso questo nuovo metaverso pensato apposta per i più piccoli. 

Tra le priorità del progetto c’è sicuramente quella di mettere avanti tutto il benessere dei bambini, proteggere la loro privacy e dare la possibilità a genitori e figli di formare in maniera sicura e più completa possibile la loro esperienza virtuale. 

Il CEO continua: 

“Lego ha catalizzato l’attenzione di bambini e adulti attraverso il gioco creativo per quasi un secolo, e siamo elettrizzati di collaborare alla costruzione di uno spazio nel metaverso che possa essere divertente, intrattenere e pensato per bambini e famiglie.”

Alla corsa al metaverso stanno partecipando, con progetti differenti, i più inflazionati Meta e Microsoft con la sua collaborazione con Activision. 

Fuori dai giochi Nintendo, che rimane purista nei videogames per politica aziendale. 

Metaverso infine è anche solidarietà. È di poco la notizia infatti che l’ultimo capitolo di Fortnite devolverà i propri profitti per aiutare la popolazione Ucraina vittima dell’ultimo grande conflitto del millennio. 

Tra gli enti benefici che hanno dato il proprio contributo ci sono Direct Relief, United Nation Children’s fund Today e World Food Program. 

George Michael Belardinelli

Ex Corporate manager presso Carifac Spa e successivamente Veneto Banca Scpa, blogger e Rhumière, negli anni si appassiona alla filosofia e alle opportunità che l'innovazione e i mezzi di comunicazione ci mettono a disposizione, in fissa con il metaverso e la realtà aumentata

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.