Quando l’Universo ci sta stretto: un salto nell’arte digitale di Cesare Catania
Quando l’Universo ci sta stretto: un salto nell’arte digitale di Cesare Catania
Digital Art Rights

Quando l’Universo ci sta stretto: un salto nell’arte digitale di Cesare Catania

By Amelia Tomasicchio - 25 Apr 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Sono passate ormai diverse settimane da quando l’artista italiano Cesare Catania ha presentato ufficialmente il suo primo NFT intitolato “L’Uomo che Non Vede” (B Version). In realtà l’autore ci vede benissimo e nel frattempo ha sfornato altre 5 collezioni di arte digitale che sono tutte dei veri e propri capolavori. 

Cesare Catania e la storia con l’arte digitale

arte digitale catania nft
L’arte digitale di Cesare Catania racchiusa in 6 fantastiche collezioni NFT

Partendo dalle sue ispirazioni originarie e dalla sua arte tradizionale, il pittore e scultore Cesare Catania ha elaborato e sviluppato personalmente 6 collezioni di arte digitale. 

Queste possono spaziare dalla metafisica al cubismo, da ambientazioni surreali in assenza di spazio a paesaggi futuristici. Il tutto senza mai abbandonare le proprie radici artistiche e la sua arte tradizionale.

Cesare Catania forma il suo percorso accademico come ingegnere civile e nel corso degli anni sviluppa una innata capacità nelle tecniche artistiche, pittoriche e scultoree.

Artista maturo, da poco meno di un anno si è affacciato al mondo degli NFT e lo ha fatto come al solito con il suo carattere, quello di chi fa le cose sul serio.

Dopo aver ufficialmente presentato il suo primo NFT a Venezia e contemporaneamente a Roma il 2 Aprile 2022, di recente Cesare Catania ha annunciato la sua prossima mostra personale nel Metaverso di Spatial. La mostra racchiuderà più di 40 capolavori tra opere d’arte digitalizzate e veri e propri NFT. 

Si, perché quando Cesare Catania crea i suoi NFT non si limita a digitalizzare in maniera meccanica e passiva le sue opere d’arte tradizionale. Cerca invece di manifestare pienamente le sue emozioni, elaborando nuove forme d’arte anziché replicare quelle già vissute in passato.

Come ha recentemente dichiarato durante una intervista: 

“L’NFT e l’arte digitale vanno vissute da un artista soprattutto che proviene da un percorso tradizionale come un’opportunità per sviluppare sia le proprie ispirazioni.” 

L’artista continua l’intervista dichiarando che: 

“Il suggerimento per un artista tradizionale che volesse intraprendere l’attività di digital art è quello di iniziare a pensare senza filtri, quindi cercare di aprire la mente e di lavorare con la fantasia non al 100% ma al 1000%. Il Metaverso, inteso come realtà parallela, ci da la possibilità di esprimerci liberamente e completamente.” 

In questo sicuramente l’Universo terreno sembra star stretto all’artista italiano che incoraggia tutti ad affacciarsi al Metaverso con una prospettiva artistica nuova rispetto a quella tradizionale.

I prossimi piani dell’artista italiano

A seguire la mostra nel metaverso, l’artista sarà ospite di una galleria milanese per una nuova personale, questa volta nel mondo reale a cavallo tra il mese di maggio e di giugno. 

L’artista su questo argomento è stato molto discreto. Si è riservato l’opportunità di comunicarci tra qualche settimana la data ufficiale dell’evento e la location, finora top secret.

Cesare Catania inoltre esporrà al LAC di Lugano il 13 giugno 2022 in occasione del Metaforum una delle sue opere digitali. 

Tutti si aspettano che verrà esposto “L’arlecchino nella Terra dei Giganti “ B Version, un breve cortometraggio di un paio di minuti che descrive Arlecchino (che rappresenta il genere umano) intento a districarsi tra i Giganti (le Società e le Multinazionali).

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e sta scrivendo un libro sugli NFT per Mondadori. Inoltre, ha lanciato due progetti NFT chiamati The NFT Magazine e Cryppo, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.