Mastercard: il dirigente è ottimista sull’adozione di massa delle crypto
Mastercard: il dirigente è ottimista sull’adozione di massa delle crypto
Criptovalute

Mastercard: il dirigente è ottimista sull’adozione di massa delle crypto

By Stefania Stimolo - 25 Mag 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il Vicepresidente di Mastercard per lo sviluppo e l’innovazione di nuovi prodotti, Harold Bossé, è ottimista sull’adozione di massa delle crypto, anche se bisognerà superare ancora delle sfide. 

Harold Bossé di Mastercard: “L’adozione di massa di Blockchain e crypto avverrà quanto prima”

Durante un webinar della serie Powering Business con Blockchain di Avalanche di martedì scorso, Harold Bossé, Vicepresidente di Mastercard per lo sviluppo e l’innovazione di nuovi prodotti, ha rilasciato il suo pensiero riguardo il settore crypto

“BREAKING: L’adozione di massa di Bitcoin avverrà quanto prima – MasterCard”

Bossé ha osservato che oggi ci sono già milioni di persone che consumano e inviano le crypto in tutto il mondo. A tal proposito, ha anche affermato:

“Si tratta di early adopter e new adopter, ma siamo passati ai mercati di massa e questo sarà un aspetto molto importante per le istituzioni finanziarie che si muoveranno in questo spazio”

In pratica, il Vicepresidente di Mastercard sostiene che la fase attuale di adozione delle crypto e della tecnologia Blockchain è ancora ai suoi albori, e cioè in quello stadio early o new adopter e che quindi molto presto si potrà davvero parlare di mainstream. 

Mastercard: bisogna superare diverse sfide

crypto adozione massa
Secondo il Vicepresidente di Mastercard, bisognerà ancora superare alcuni ostacoli prima di raggiungere l’adozione di massa

Stando alla situazione attuale di adozione delle crypto, Bossé ha anche osservato che ci sono ancora diverse sfide da superare come la mancanza di comprensione da parte dell’alta dirigenza, le motivazioni commerciali legate alla scalabilità, ai costi e alla velocità e le preoccupazioni di carattere normativo.

Non solo, Bossé sostiene che solo quando le startup cominceranno a pensare e a guardare a idee che oggi non esistono, e creare business abilitati da queste tecnologie emergenti, allora sarà possibile vivere a pieno l’adozione mainstream delle crypto. 

A tal proposito, ecco il paragone di Amazon con internet per descrivere quello che le startup dovrebbero fare con le crypto:

“Pensate all’avvento di internet; nessuno pensava che Amazon potesse essere un concetto, è necessario internet per far funzionare Amazon. Siamo nella stessa situazione: Come facciamo a trasformare la vita delle persone e ad andare in aree demografiche o gruppi di persone che non pensano davvero alla blockchain prima di tutto, ma pensano ai loro problemi di business?”.

Abbracciare l’innovazione fintech

Mastercard si è sempre distinta proprio per abbracciare l’innovazione fintech attraverso le crypto, cimentandosi nel settore con servizi di credito sostenuti da criptovalute, tra cui la recente registrazione dei marchi NFT e Metaverse.

Non solo, a metà dello scorso febbraio, il gigante dei pagamenti aveva annunciato il lancio del nuovo servizio di consulenza incentrato sui pagamenti, riguardante Open Banking, Open Data, Criptovalute e valute digitali, Ambiente, Social e Governance (ESG). 

Inoltre, grazie a una collaborazione con Amber, Bitkub e CoinJar, Mastercard aveva iniziato a rendere possibile i pagamenti in Bitcoin e crypto con carte fisiche o digitali nell’Asia-Pacifico. 

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.