Solana si blocca in tutto il mondo a causa di un bug
Solana si blocca in tutto il mondo a causa di un bug
Blockchain

Solana si blocca in tutto il mondo a causa di un bug

By Vincenzo Cacioppoli - 2 Giu 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Nuovi guai per la blockchain Solana che ieri si è bloccata per quattro ore in tutto il mondo a causa di un bug del sistema.

Un bug nella rete fa bloccare Solana per ore

Non finiscono i guai per Solana, la blockchain specializzata in progetti DeFi ed NFT, che da mesi sta soffrendo alcuni problemi di sistema che ne rallentano il suo utilizzo ed incidono sulla sua efficienza. SOL ha perso oltre il 12% in un solo giorno a causa di questo nuovo problema.

Non è passato nemmeno un mese dall’ultimo crash che ha colpito Solana, provocando un’interruzione dei servizi della Blockchain per oltre sette ore il 1 maggio scorso. 

In quell’occasione si era trattato di un attacco da parte di Bot, che avevano preso di mira la Candy machine, uno strumento di conio NFT sulla blockchain.  Dopo nemmeno un mese questo nuovo bug pone dei seri dubbi sull’efficienza di quella che attualmente risulta essere la quinta blockchain per TVL.

Il bug questa volta è stato risolto solo dopo alcune ore, secondo quanto riportato sul sito della società, che ha comunicato l’arresto del sistema alle 13 e il riavvio da parte dei validatori solo alle 17.

Cosa è successo alla blockchain Solana questa volta?

Secondo le informazioni del co-fondatore di Solana, Anatoly Yakovenko, e di altri sviluppatori, il problema è stato dovuto a un bug con la caratteristica nonce durevole della blockchain. 

Yakovenko ha twittato che il problema:

“Ha indotto una parte della rete a considerare il blocco non valido. Di conseguenza non è stato possibile formare alcun consenso”.

Solo disabilitando questa funzione da parte dei validatori è stato possibile riavviare la rete. Yakovenko ha comunicato anche che questo problema verrà presto corretto per evitare il ripetersi di queste problematiche in futuro.

Il capo della comunicazione di Solana Lab, Austin Federa, ha affermato che le nonce durevoli rappresentavano “una percentuale incredibilmente piccola” delle transazioni effettuate sulla blockchain Solana.

 Federa ha detto che:

“Questo è stato probabilmente un bug che esisteva da un po’ ma non è mai diventato un problema perché non è qualcosa che la maggior parte delle persone usa”.

Queste problematiche sono anche alla base del grande calo di SOL che dai massimi ad oltre 200 dollari è scesa in pochi mesi sotto i 40 dollari. Solana era stata indicata da molti esperti ad inizio anno come una delle più pericolose rivali di Ethereum proprio per il promettente mercato degli NFT. Adesso, però, sembra che altre blockchain come Cardano o Avalanche si stiano dimostrando più affidabili.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.