La Borsa di Milano apre in positivo, ma torna poi in rosso
La Borsa di Milano apre in positivo, ma torna poi in rosso
News dal Mondo

La Borsa di Milano apre in positivo, ma torna poi in rosso

By George Michael Belardinelli - 3 Giu 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

La Borsa di Milano apre in zona positiva con una seduta altalenante per tutta la giornata, ma con variazioni di pochi decimali. 

La Borsa di Milano rimane in trend ribassista

bull bear milano wall street
Le analisi sul mercato azionario italiano e quello di Wall Street

Secondo gli analisti il mercato ha già scontato o meglio quasi del tutto l’incertezza e le criticità che ci hanno condotto a questa spirale negativa di quasi tutti gli asset, ad eccezione dei beni rifugio.

Le crisi internazionali, tra Russia e Ucraina e tra USA e Cina a Taiwan, i problemi legati alla supply chain a causa delle difficoltà di reperimento di materie prime e dei rinnovati lock down in Asia e non ultimo l’inflazione che minaccia le economie di tutto il pianeta, sono problemi metabolizzati dal mercato e che inducono una consapevolezza che limita le picchiate degli indici verso il basso. 

Secondo gli analisti europei, la catena del valore, gli investitori e gli imprenditori di tutto il mondo temono maggiormente il problema degli approvvigionamenti e l’inflazione ma mentre per il primo non si è raggiunta ancora una stabilizzazione, per il secondo il sentore è che le politiche aggressive della Fed non subiranno un giro di vite ulteriore e se si continuerà su questa linea i mercati potranno tirare un sospiro di sollievo. 

A tal proposito Thomas Hempell, capo del Macro & Market Research di Generali Investments, ha dichiarato:

 “Ci attendiamo di investire maggiormente sugli asset di rischio entro la fine dell’estate, se la Fed inizierà a diventare meno aggressiva, come ci aspettiamo”. 

Leonardo si distingue con un +1,66% a 10,385 euro mentre giunge la notizia non da poco secondo cui il gruppo tedesco Rheinmetall avrebbe presentato un’offerta non vincolante per rilevare il 49% del capitale della controllata OTO Melara. 

Il settore bancario rileva ingenti vendite e Bper Banca fa registrare un poco incoraggiante -3,09%, assestandosi a 1,869 euro. 

Il prezzo del greggio schizza alla ragguardevole cifra di 117 dollari al barile in vista della scadenza del contratto a luglio 2022 che trascina un po’ al ribasso tutto il segmento. 

Saipem segna un -2,08%. Vira al rosso anche Tenaris con un meno 0,89% a 15,64 euro. 

Tenaris tuttavia viene data al rialzo in un futuro prossimo a seguito della notizia relativa alla risoluzione della controversia in corso con la SEC in merito a un’indagine in Brasile e negli Stati Uniti d’America. 

Le performance di PayPal e Netflix seguono l’andamento del mercato

PYPL (PayPal) che da inizio anno ha lasciato sul campo circa il 50% del proprio valore, veniva da una settimana positiva in cui era riuscita a recuperare un 6%. Tuttavia oggi ritorna in zona rossa con un -1,54%, anche se il titolo viene dato in rialzo e dovrebbe essere soltanto una battuta di arresto momentanea. 

Percorso analogo per Netflix che perde di nuovo la bussola dopo una settimana leggermente positiva (+3%). Torna a perdere un 2,71% vanificando di fatto quanto di buono realizzato. Considerando che da inizio anno il titolo ha perso più della metà del suo valore, la situazione non fa ben sperare, anche se la piattaforma di intrattenimento rassicura per il futuro con ingenti investimenti e l’arrivo di nuovi prodotti e collaborazioni già a partire dal mese in corso. 

George Michael Belardinelli

Ex Corporate manager presso Carifac Spa e successivamente Veneto Banca Scpa, blogger e Rhumière, negli anni si appassiona alla filosofia e alle opportunità che l'innovazione e i mezzi di comunicazione ci mettono a disposizione, in fissa con il metaverso e la realtà aumentata

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.