Roubini torna a criticare Ethereum
Roubini torna a criticare Ethereum
Ethereum

Roubini torna a criticare Ethereum

By Vincenzo Cacioppoli - 3 Giu 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Roubini, il noto economista americano, nominato “Dr Doom” per le sue previsioni sempre piuttosto fosche, è tornato a criticare Ethereum in risposta ad un tweet del fondatore Buterin.

Ethereum di Vitalik Buterin criticato dall’economista Roubini

ethereum icon
Nouriel Roubini si rivela contro Buterin e la sua blockchain Ethereum

“Dr. Doom (sventura)”, al secolo Nouriel Roubini, uno dei primi economisti a prevedere la bolla dei mutui subprime del 2008, sembra non riuscire proprio a non parlare in maniera dispregiativa delle criptovalute

Il celebre economista professore alla New York University, che è ormai noto per le sue numerose previsioni, a tinte per lo più fosche, sullo stato dell’economia mondiale, ha avuto qualcosa da ridire sulla blockchain Ethereum, dopo che già nel 2019 l’aveva definita come una moneta senza alcun valore intrinseco.

Per questo si era spinto a prevedere che Ethereum sarebbe arrivata presto a non valere più nulla. Per una volta si può ben dire che una sua previsione non si è rivelata proprio azzeccata, considerando che, dopo 3 anni, pur tra alti e bassi, Ethereum vale ancora intorno ai 2000 dollari.

Questa volta Roubini ha avuto da ridire in merito alla supposta complessità della blockchain Ethereum, in un tweet di risposta ad un messaggio del fondatore della stessa blockchain Vitalik Buterin, che recitava: 

Ricorda che dovresti sempre testare il tuo dapp con almeno un portafoglio non metamask (es. Brave, Status browser). Assicurati che il tuo dapp sia conforme agli standard di Ethereum e non solo alle proprietà accidentali di un particolare portafoglio!” 

La critica si estende a Solana e alle criptovalute in generale

Non contento di ciò, prendendo spunto da un articolo del Financial Times su un possibile piano da parte dello stesso Buterin per salvare anche grazie alle criptovalute e alla blockchain l’economia, Roubini ha twittato in maniera ironica definendola un’idea a dir poco bizzarra.

Nello stesso tempo ha anche criticato la blockchain Solana, definendola come tutte le altre, nè sicura, nè affidabile e neanche decentralizzata, ma solo una totale confusione come tutte le criptovalute.

Insomma, sembra proprio che Roubini abbia un conto in sospeso con le criptovalute, il 99% delle quali secondo lui non hanno ragione di esistere. 

Forse il fatto di essere sempre così critico verso il mondo delle criptovalute potrebbe diventare ancora più stravagante, se fosse confermato, quanto riportato da Bloomberg cinque giorni fa.

Secondo l’articolo, infatti, l’economista americano starebbe lavorando da alcuni mesi su un progetto per sviluppare una suite di prodotti finanziari, che includono un asset tokenizzato destinato ad agire come un “dollaro più resiliente” di fronte all’aumento dell’inflazione e ai cambiamenti climatici e disordini civili.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.