banner
Tesla lancia una centrale elettrica decentralizzata
Tesla lancia una centrale elettrica decentralizzata
News dal Mondo

Tesla lancia una centrale elettrica decentralizzata

By George Michael Belardinelli - 27 Giu 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

La ricerca di ottimizzazione dei costi ora trova sfogo in Tesla che non si occupa solo di auto elettriche, ma anche di robotica ed elettricità in generale. 

La nuova Powerwall di Tesla

powerwall
Tesla lancia la nuova Powerwall

La casa della luce come definita dallo stesso Musk si dota di un’evoluzione della sua Powerwall una vera e propria centrale elettrica decentralizzata

Elon Musk non è nuovo a strategie di ottimizzazione dei processi anzi, parte del suo successo e di quello delle sue aziende si fonda proprio su questo principio. 

Un esempio di quest’ottica di attenzione ai consumi e quindi ai costi è il razzo SpaceX, che cogliendo il testimone dal famoso Shuttle della NASA oramai in pensione, ne certifica una differenza su tutte, la possibilità di essere riutilizzato per moltissimi anni grazie alla possibilità di decollo e atterraggio in verticale

La Powerwall di Tesla si ripropone di sopperire ai probabili blackout futuri ai quali gli stati e diverse aree geografiche nel mondo andranno incontro, ma non solo. 

Tesla con questo prodotto mette a disposizione di ciascuna abitazione una vera e propria centrale elettrica decentralizzata con vari livelli di potenza e di prezzo, così da ottemperare alle esigenze elettriche della casa, delle auto e in più accumulare un surplus di energia da ridare alla casa madre o al governo al quale verrà corrisposto un pagamento. 

Questa operazione trasformerà di fatto Tesla in una società di servizi energetici a tutti gli effetti, seppur al momento non sia possibile installare la Powerwall 2 in tutte le parti del mondo. 

I Powerwall idonei sono circa 50.000 per un totale di 500Mwh. 

Come funzioneranno le Powerwall

Le caratteristiche di questa centrale decentralizzata sono di tutto rispetto e oscillano tra le 13,5 Kw e 135Kw e tra i 9.590 euro e gli 80.000 euro di costo. 

La tecnologia è controllabile anche a distanza e previene eventuali cali di tensione e blackout intervenendo in sostanza come un booster di energia e non come un gruppo di continuità che si sostituisce in caso del venir meno della corrente. 

Anche dal punto di vista green la Powerwall promette un risparmio in termini di emissione di anidride carbonica e può lavorare anche in abbinamento di altri gruppi elettrici che svolgono la stessa mansione. 

La nuova centrale di Elon Musk si ricarica da energia solare e permette il fabbisogno energetico dell’intera casa per giorni a ogni ricarica. 

Powerwall mantiene le luci accese e la ricarica di telefonini o auto in modo del tutto silenzioso e senza il minimo uso di carburante, ma della sola energia solare da semplici pannelli fotovoltaici. 

Il prodotto che è garantito dalla casa madre per 10 anni occupa circa un metro quadrato ma promette di essere un valido alleato in tempi di crisi energetica. 

Il 23 giugno, ad esempio, Tesla ha stretto la prima partnership in ottica di ottimizzazione energetica e di collaborazione con la società PG&E. Il risultato sarà che i clienti della nuova Powerwall saranno ricompensati per l’energia ridata indietro. 

“Aderire alla centrale elettrica virtuale di Tesla (VPP) con PG&E e il tuo Powerwall verrà inviato quando la rete avrà bisogno di supporto di emergenza. Attraverso il programma pilota di riduzione del carico di emergenza (ELRP), riceverai $ 2 per ogni kWh aggiuntivo fornito dal tuo Powerwall durante un evento. La tua riserva di backup è regolabile per impostare il tuo contributo, mantenendo l’energia di backup per le interruzioni.”

Questo quanto dichiarato a margine dell’accordo. 

Al momento il rimborso da energia in surplus è attivo solo in California, Australia e presto lo sarà in Texas ma è un obiettivo di Elon Musk quello di dare tale possibilità a tutti gli stati del mondo. 

George Michael Belardinelli

Ex Corporate manager presso Carifac Spa e successivamente Veneto Banca Scpa, blogger e Rhumière, negli anni si appassiona alla filosofia e alle opportunità che l'innovazione e i mezzi di comunicazione ci mettono a disposizione, in fissa con il metaverso e la realtà aumentata

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.