Wyre e MoneyGram lanciano il primo servizio di cash-to-crypto
Wyre e MoneyGram lanciano il primo servizio di cash-to-crypto
Criptovalute

Wyre e MoneyGram lanciano il primo servizio di cash-to-crypto

By Vincenzo Cacioppoli - 6 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Le due società sono pronte a lanciare la prima integrazione cash-to-crypto che consentirà agli utenti di passare dalle valute fiat a quelle digitali con un solo clic.

Wyre e MoneyGram aumentano la facilità di accesso al mondo crypto grazie al servizio cash-to-crypto

La società Wyre, uno dei principali fornitori di infrastrutture di pagamenti digitali in criptovaluta, annuncia un’integrazione con MoneyGram, leader globale nell’evoluzione dei pagamenti P2P digitali, che consentirà agli utenti di passare in modo semplice, rapido e sicuro tra risorse fiat e digital.

Questo nuovo servizio è disponibile dal 30 giugno e si avvale della blockchain Stellar, con la quale, da ottobre del 2021 il colosso dei pagamenti P2P, quotato al Nasdaq,  ha siglato una collaborazione abbandonando la vecchia partnership con Ripple. 

Secondo le prime indiscrezioni giunte dalle due società, gli utenti del nuovo servizio potranno ritirare i loro contanti in oltre 400.000 località in circa 200 Paesi, evitando il pagamento dei tassi di cambio.

Il servizio farà leva sulle relative infrastrutture delle due società per permettere con facilità il cambio diretto tra valute e crypto e viceversa, senza costi per gli utenti.

Ioannis Giannaros, co-fondatore e CEO di Wyre, ha affermato:

“La visione di Wyre è sempre stata quella di portare la criptovaluta alle masse indipendentemente dalla posizione, dai mezzi finanziari o dall’alfabetizzazione economica. Questa nuova integrazione con MoneyGram crea un’esperienza senza interruzioni e accessibile per consentire alle persone di ottenere il massimo dalle proprie risorse nel minor numero di passaggi. 

Rimuovendo le barriere all’accessibilità, gli utenti hanno l’opportunità di avere i soldi in tasca sulla blockchain in cinque minuti. È un entusiasmante passo avanti per il mondo delle criptovalute”.

L’integrazione di Wyre e MoneyGram rappresenta un avvicinamento all’adozione di massa

Si tratta di un ulteriore passo verso una maggiore adozione delle criptovalute, considerando che il servizio sarà disponibile in oltre 180 Paesi, con il grande valore aggiunto di evitare le commissioni che vengono pagate quando si va a cambiare una valuta fiat in un’altra valuta.

Jamal Raees, Head of Blockchain Strategy di Wyre, ha concluso: 

“Stiamo assistendo a una tendenza in aumento in cui i meccanismi di pagamento alternativi, come MoneyGram, stanno iniziando a guardare alla criptovaluta. Dato che sempre più aziende stanno cercando di integrare l’infrastruttura basata su blockchain nei loro modelli di business, Wyre è qui per aiutare a costruire ponti conformi ed efficienti nell’infrastruttura monetaria più aperta e inclusiva del mondo”.

Questa partnership assume un rilievo notevole considerando la dimensione delle due aziende che fanno parte del progetto. Wyre, fondata nel 2013, è una delle principali infrastrutture per pagamenti da moneta fiata a criptovalute. 

MoneyGram, invece, è una società leader globale nell’evoluzione dei pagamenti P2P digitali, quotata al Nasdaq e con oltre 150 milioni di utenti attivi. È basata in USA con sedi a Dallas ed ha uffici locali in tutto il mondo.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.