banner
Aave vuole lanciare la propria stablecoin: GHO
Aave vuole lanciare la propria stablecoin: GHO
Stable Coin

Aave vuole lanciare la propria stablecoin: GHO

By Eliano Martellucci - 8 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

La piattaforma Aave ha emesso una proposta in cui dichiara di voler lanciare una propria stablecoin nativa al protocollo.

La proposta di Aave in merito al progetto stablecoin

Aave è uno dei protocolli DeFi più grandi dell’ecosistema Ethereum e combatte sul podio con MakerDAO e il DEX Uniswap. Al momento, stando ai dati di DeFi Pulse, si trova al terzo posto con un TVL pari a 5.4 miliardi di dollari. 

A quanto pare, sembra ora che Aave voglia lanciare una propria stablecoin nativa, che sia innanzitutto legata al dollaro, decentralizzata e garantita da collaterale. 

Il papabile nome trapelato è GHO e, stando a quanto detto finora, sembra che sarà una stablecoin algoritmica collateralizzata on-chain. 

La notizia è giunta ieri pomeriggio dall’account Twitter di Watcher.Guru, uno degli aggregatori di notizie del mondo crypto e blockchain più grandi:

Il confronto appare subito diretto. La sfida è chiaramente lanciata al protocollo Maker, con il quale continua a contendersi il primo e il secondo posto. 

La stablecoin algoritmica di Maker, DAI, è diventata un importante punto di riferimento nella DeFi di Ethereum e, grazie alla sua complessa infrastruttura, vanta di non aver mai perso il peg con il dollaro. 

Con il lancio di GHO, Aave potrebbe rosicchiare una parte rilevante della quota di mercato del suo competitor numero 1, qualora il progetto dovesse risultare un successo. 

Come sarà strutturata la stablecoin GHO

stablecoin gho aave
In arrivo GHO, la nuova stablecoin algoritmica sul protocollo Aave

La comunicazione è stata fatta da Aave Companies come proposta alla DAO del protocollo. Il documento è dettagliato di ogni particolare, sia per neofiti che per i più esperti. 

Le prime informazioni sono comuni alle principali stablecoin algoritmiche e decentralizzate, in particolare a DAI. Infatti, GHO potrà essere mintata dietro il deposito a garanzia di collaterale, il quale potrà essere scelto da un set diversificato di crypto asset. 

Queste sono le caratteristiche principali che ogni stablecoin decentralizzata che si rispetti dovrebbe avere:

  • essere over-collateralized, quindi avere un collateralization ratio pari ad almeno il 120-150%;
  • avere un’appropriata diversificazione tra gli asset disponibili come collaterale.

Le due proprietà appena citate costituiscono sicuramente una parte fondamentale e necessaria per l’infrastruttura, affinchè il progetto possa essere solido e sostenibile nel lungo periodo. 

C’è una feature, però, che appare molto interessante e che non sembra essere comune ad altre piattaforme di Lending & Borrowing, almeno finora. 

Gli utenti che vorranno ottenere i prestiti, infatti, potranno continuare a guadagnare interessi sull’asset depositato in garanzia. 

La proposta è stata condivisa ieri, ed ora è solo in fase di attesa dell’approvazione della community. Se la DAO dovesse votare a favore, allora la piattaforma Aave implementerà la stablecoin nel protocollo. Inizialmente verranno applicati dei tassi di interesse ritenuti adeguati, che potranno essere comunque cambiati nel corso del tempo.  

Le risposte degli utenti sotto la proposta

Alcuni utenti hanno risposto con entusiasmo, altri, invece, un po’ dubbiosi. Il seguente commento, inclusa la relativa risposta del moderatore, appare sicuramente tra i più costruttivi:

“Grande iniziativa. 

Qualcuno potrebbe sottolineare le principali differenze tra DAI (di MakerDAO) e GHO e perché qualcuno dovrebbe usare GHO piuttosto che DAI per esempio?

Grazie, non vedo l’ora di imparare di più.”

La risposta è arrivata poco dopo:

“[…] Il potere della DeFi è che GHO consente più liquidità per le stablecoin decentralizzate sul mercato, più commissioni per Aave, più volume e commissioni per Curve, più stabilità per altre stablecoin e più interesse per la DeFi in generale in confronto alla CeFi.

Con GHO Aave vince, ma anche Curve, Balancer, Convex, MakerDAO, QiDao, Frax e così via…

Le sinergie definiscono il nostro ecosistema.”

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.