La banca Lussemburghese Circle adotta la stablecoin USDC
La banca Lussemburghese Circle adotta la stablecoin USDC
Stable Coin

La banca Lussemburghese Circle adotta la stablecoin USDC

By George Michael Belardinelli - 8 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il mondo della finanza tradizionale e l’asset delle cryptovalute, si sa, si guardano in maniera sospetta, sono diffidenti gli uni verso gli altri e sempre pronti ad erodersi capitali l’un l’altra ma un assist alla pace arriva da Circle. 

Circle e la stablecoin USDC

L’ente regolatore con sede in Lussemburgo intende fungere da ponte tra la finanza classica e il mondo delle valute digitali. 

Circle ha fatto sapere di aver adottato USDC, la stablecoin nata dall’unione degli sforzi di Coinbase e Circle per l’appunto. 

USDC si base sulla valuta Fiat americana, il dollaro e si pone con essa in un rapporto di 1 ad 1 che la rende molto stabile e solida sia tecnicamente che agli occhi di investitori e addetti ai lavori. 

USDC è la seconda stablecoin per capitalizzazione basata sul dollaro americano subito dietro USDT di Tether.

Circle sembra averci preso gusto con le stablecoin basate su valute Fiat e recentemente ha lanciato anche EUROC ovvero una stablecoin basata sempre con rapporto 1 ad 1 ma questa volta sull’Euro. 

L’intento dell’istituto finanziario con sede in Europa è quello di fare da ponte tra i clienti delle banche e quelli degli exchange anche in considerazione del fatto che sempre più spesso chi usa la finanza classica si districa anche nel mondo Crypto. 

Le operazioni consentiranno uno spostamento di capitali veloce e offrono uno strumento in più agli investitori. 

La sicurezza degli scambi è posta al centro e Coinbase è tra le piattaforme che si pone a garanzia di questo vista anche la collaborazione consolidata nel tempo con Banking Circle. 

La società europea ritiene che questo sia:

“un passo chiave nella democratizzazione della finanza globale e offre vantaggi di riconciliazione, velocità e costi”. 

Mishal Ruparel responsabile dei servizi degli asset virtuali di Banking Circle in una recente intervista ha dichiarato 

“Alcuni dei nostri clienti hanno utilizzato lo spazio crittografico nell’ultimo anno o due e vogliamo supportare la loro crescita”.

Nell’intervista Ruparel aggiunge dettagli sull’adozione di stablecoin legate alle valute Fiat

“In futuro aggiungeremo altre stablecoin ancorate all’USD e quelle per altre valute”

come a lasciare intendere l’ingresso di USDT e di EUROC nel paniere di valute ponte utilizzabili su Circle. 

Il dirigente dell’istituto finanziario riferendosi alle valute digitali basate su valute Fiat continua spiegando

“Ciò consentirà a molte aziende che vendono beni, servizi o contenuti creativi on line la possibilità di vendere, raccogliere fondi e ricevere i propri guadagni quasi ovunque. 

Rimuove anche gran parte dell’attrito e del tempo necessari per il trasferimento a livello internazionale”. 

“Questa ultima aggiunta alle nostre linee di pagamento è un passo importante mentre facciamo crescere la nostra rete bancaria di super-corrispondenti, offrendo alle aziende di banche e pagamenti la possibilità di uscire dal tradizionale modello di banca di corrispondenza ed estendere le loro offerte”.

In un periodo di crollo dei mercati e forte contrazione del valore di quasi tutte le valute digitali, quello di Banking Circle è un passo che va nella direzione giusta per stabilizzare entrambi i mondi della finanza. 

Stabilità e sicurezza sono le parole chiave e normalizzare gli scambi e le connessioni non può che portare tranquillità a mercati e mondo Crypto. 

Nonostante la recessione, l’inflazione alle stelle ed episodi poco piacevoli come la disfatta di Terra Luna e i problemi ad alcuni exchange, la capitalizzazione dell’asset digitale è in ripresa e questa interazione con la finanza classica è nuova linfa che aiuta a recuperare terreno. 

George Michael Belardinelli

Ex Corporate manager presso Carifac Spa e successivamente Veneto Banca Scpa, blogger e Rhumière, negli anni si appassiona alla filosofia e alle opportunità che l'innovazione e i mezzi di comunicazione ci mettono a disposizione, in fissa con il metaverso e la realtà aumentata

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.