Federico Clapis: quotazione NFT salita a $200k; ora si concentra su Nifty Gateway”
Federico Clapis: quotazione NFT salita a $200k; ora si concentra su Nifty Gateway”
Arte

Federico Clapis: quotazione NFT salita a $200k; ora si concentra su Nifty Gateway”

By Amelia Tomasicchio - 16 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Da quando è entrato nel mondo crypto nel 2017 stringendo una collaborazione con l’azienda crypto svizzera Eidoo, Federico Clapis ha fatto sicuramente molta strada nel settore, soprattutto da quando poi nel 2020 ha deciso di muovere i primi passi con gli NFT.

Dopo i primi drop su SuperRare, Clapis ha intrapreso un nuovo progetto su Nifty Gateway.

E in occasione della sua nomina tra i 40 under 40 per Fortune Italia, noi di The Cryptonomist abbiamo intervistato Federico Clapis per fare il punto della sua carriera nel campo NFT e come si vede in futuro.

1. Ciao Federico. Ci racconti prima di tutto quali sono i progetti NFT a cui stai lavorando in questo momento?

Mi sto concentrando molto sullo sviluppo della “Diamond Hands Ranking”, uno strumento che ho costruito per selezionare i collezionisti delle mie edizioni attraverso il loro comportamento di mercato.
Nel 2020 ho iniziato la mia avventura prima unicamente con NFT 1/1s su SupeRare.

E, di drop in drop, la mia regola principale è stata vendere solo a collezioni selezionati, collezionisti stimati nel mercato, di visione a lungo termine e profondamente in sintonia con il mio lavoro.

Per questa ragione ho deciso di lavorare solo in modalità pre-sale, in modo che prima di mintare io possa selezionare il collezionista e accordarmi con loro. Questo approccio mi ha dato grandi soddisfazioni di crescita durante il mio primo anno.

Giunti al capitolo Nifty Gateway, il primo drop è stato per me orientativo. Ho voluto essere super aperto e affordable per poter comprendere attraverso questa prima tappa nuove nuove dinamiche a cui precedentemente non avevo posto attenzione.

Dal secondo drop ho preso la confidenza necessaria per introdurre meccaniche creative di reward.

Dopo questo terzo recente drop ho avuto sufficiente esperienza per un’analisi più approfondita del mercato delle edizioni ed una maggiore consapevolezza di come voglio affrontarlo e adattarlo al meglio alla mia personalità. In questa terza tappa ho introdotto un nuova meccanica, che per la prima volta in NG premia il comportamento dello specifico collezionista.

Un reward che ha implicato una collaborazione extra da parte di NG che, tra le difficoltà, ha dovuto analizzare i dati manualmente non essendo pronto a questa mia novità. Il Diamond Hands reward segna per me l’inizio di qualcosa di molto profondo e radicale.

In quell’occasione specifica sono stati premiati coloro che non avevano mai listato un mio lavoro dimostrando una visione lungo termine come la mia. È stato gratificante osservare come questi rappresentassero una percentuale di grande maggioranza.

Ci sono stati anche altri premi che mi hanno fatto osservare altri tipi di comportamenti portandomi ad alcune determinanti riflessioni. Voglio orientare la mia politica di premio/agevolazione sempre di più verso i Diamond Hands collectors.

Ho riflettuto molto riguardo i limiti di approccio che ci sono stati fino ad ora da parte di tutti noi artisti verso le meccaniche di dare premi. È inevitabile che creare entries per possessori di solo alcune opere specifiche penalizzi altre opere “escluse”.

Una delle mie priorità è proteggere le mie opere da questa tristezza utilitaristica attraverso un metodo completamente nuovo: l’introduzione di un punteggio.

Così, attraverso un team di data analyst ho dato vita ad una classifica dei Diamond Hands Collectors
in cui ogni opera avrà un punteggio specifico in relazione al numero di minting e al tempo di holding.

In questo modo risolverò tre grandi problemi:

  • Proteggere ogni singola opera passata e futura;
  • Portare meritocrazia tra Diamond Hands stessi che avranno entries super privilegiate in relazione al punteggio;
  • Proporzionare la domanda-offerta attraverso una drastica riduzione della supply.

Ridurre gli ingressi futuri a coloro che finora hanno avuto un approccio da flipper short term ridurrà inevitabilmente la supply portando benefici a i pochi lavori che saranno listati. Trovare un mio lavoro listato sul mercato secondario dovrà diventare cosa rara.

federico clapis nft
“New Race – Flooded”, NFT by Federico Clapis

2. Da quando ci siamo sentiti l’ultima volta per la tua vendita da 70k, com’e cambiata/evoluta la tua carriera?

Nel 2022 la quotazione dei miei NFT 1/1s è cresciuta e si è stabilizzata a $200k. Da gennaio sono focalizzato principalmente su costruire un buon ecosistema nel mondo delle edizioni su Nifty Gateway per portare di riflesso valore a gli 1/1s che minto sempre meno frequentemente.

3. Quali sono i punti salienti della tua carriera, di cosa vai più fiero?

In questo momento la costruzione Diamond Hands Ranking è per me motivo di grande eccitazione che mi permetterà di lavorare attraverso un metodo unico.

4. Come sei entrato nel mondo NFT e quando?

Grazie all’amico artista Giovanni Motta che nell’inverno 2020 mi segnalò la maturazione di questo ambiente e mi accompagno nei primi passi. Gli sono eternamente grato.

5. Come descriveresti la tua arte a chi non ti conosce?

L’arte è per me strumento di racconto dei miei stati e motivi più profondi e di possibili intercettazioni del futuro. La tecnologia è spesso tema ricorrente dei miei soggetti come metafora di miei quesiti esistenziali. Così intrinseca nella mia vita da così tanto tempo che difficile da esternare a parole, lascio che parlino le immagini.

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e sta scrivendo un libro sugli NFT per Mondadori. Inoltre, ha lanciato due progetti NFT chiamati The NFT Magazine e Cryppo, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.