I brand del fashion approdano nel metaverso
I brand del fashion approdano nel metaverso
Metaverse

I brand del fashion approdano nel metaverso

By Carlo Ciaravino - 20 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Negli ultimi mesi il Metaverso ha ricevuto grandi attenzioni dopo l’annuncio di Meta (ex Facebook) di voler puntare su questa tecnologia ed esperienza nei prossimi anni. 

All’interno di questi mondi virtuali è possibile, grazie al proprio avatar, muoversi ed interagire con gli altri utenti facendo esperienze innovative, un esempio lo abbiamo visto nel web con i metaversi di vecchia data come il famoso Second Life. 

Attualmente più di 350 milioni di persone utilizzando e fanno esperienze nei Metaversi: si stima che entro il 2030 il valore di mercato potrà arrivare a 13 trilioni di dollari (fonte: Citigroup)

Non è un caso che brand e grandi aziende abbiano cominciato a immaginare come poter introdurre la loro presenza all’interno di questi spazi virtuali per sfruttarne tutte le opportunità.

Qualche esempio?

Nell’estate 2021 Coca-Cola ha lanciato i suoi primi NFT che rappresentavano gli oggetti più iconici del brand e successivamente ha realizzato un evento nel metaverso Decentraland, dove l’obiettivo era individuare la grande lattina di Coca-Cola posta all’interno. 

Il cantante Snoop Dogg, invece, ha creato ben 10.000 NFT rappresentanti il suo avatar, che potrà essere utilizzato nel metaverso di The sandbox. Possiamo definirla un’innovativa campagna di merchandising virtuale. 

I brand Fashion

brand metaverso
I più grandi brand della moda che hanno fatto il loro ingresso nel metaverso

I metaversi rappresentano un’ottima occasione al fashion retail per costruire alternative al classico shopping in store o nell’e-commerce. 

Inoltre, c’è anche la possibilità di fare brand awareness andando ad intercettare un target giovane utilizzando un linguaggio a loro familiare. 

Il fashion è ad oggi il settore che più sta sfruttando questo trend, grazie anche all’interesse che si è creato attorno agli NFT: è possibile creare collezioni uniche che possono poi acquisire valore nel tempo ed essere rivendute, piuttosto che mostrate nei social o anche utilizzate nel metaverso facendole indossare al proprio avatar. 

Ma quali sono i brand del fashion che attualmente stanno utilizzando queste tecnologie? Vediamo alcuni esempi. 

Burberry

Burberry ha lanciato una collezione NFT di ben 750 pezzi all’interno del videogioco Blankos Block Party che in poche ore è andata sold out. 

All’interno di questo Metaverso è possibile fare diversi giochi e socializzare con gli altri utenti in uno spazio dedicato.

La nuova collezione NFT includerà altri pezzi Burberry, tra cui boombox, slider TB, collane a ferro di cavallo e un “Shellphone”, un accessorio per cellulare ispirato alle conchiglie, che i giocatori potranno aggiungere al proprio portafoglio virtuale di accessori online. 

Dolce & Gabbana

Durante la prima Metaverse Fashion Week, svoltasi sul metaverso Decentraland lo scorso Marzo, Dolce & Gabbana ha presentato una collezione composta da venti look indossabili nella realtà virtuale e creati esclusivamente per celebrare la ventata innovativa portata dall’evento. 

La prima collezione NFT denominata Genesi era stata realizzata nell’autunno 2021 e si è subito rivelata un successo: furono creati 9 pezzi di digital couture ispirati alla storia e alle tradizioni veneziane e le vendite raggiunsero i 2.000 ETH che attualmente corrispondono a circa 2 milioni di dollari. 

Louis Vuitton

In occasione del duecentenario dalla nascita del fondatore Louis Vuitton festeggiato nell’Agosto 2021, è stato lanciato il videogioco Louis: The Game ed è stata l’occasione per avvicinarsi al mondo NFT. 

Il videogioco, che segue le avventure di Vivienne, la mascotte dell’azienda, ha al suo interno 30 NFT che i giocatori potranno raccogliere lungo il percorso. Dieci di essi sono stati realizzati dal famoso artista digitale Beeple.

Amarossa

Amarossa, brand italiano di scarpe, ha annunciato da pochi giorni il lancio di una Capsule Collection in edizione limitata – 100 pezzi totali numerati con il seriale esclusivo della collezione sulla suola – in cui ciascun modello “fisico” possiede anche un suo corrispettivo virtuale, sotto forma di NFT utilizzabili nel metaverso Decentraland.

Si tratta di un progetto realizzato in collaborazione con FiloBlu S.p.A, che nasce non solo con l’obiettivo di innovare, ma anche di estendere il concetto di sostenibilità a un mercato in espansione come quello del Metaverso. 

Al momento dell’acquisto, l’acquirente dovrà semplicemente inserire il proprio wallet digitale per poi ricevere, circa una settimana dopo, le proprie scarpe Metaverso collezionabili in formato NFT.

Al di là dell’indubbio valore intrinseco di queste scarpe ecosostenibili, il reale valore aggiunto della proposta Amarossa è proprio la possibilità di utilizzarlo nel metaverso. 

Ad oggi, infatti, non esiste brand che associ un acquisto fisico ad uno virtuale. Quantomeno non gratuitamente, come abbiamo visto. 

Ogni scarpa virtuale darà la possibilità di passeggiare per le strade del mondo di Decentraland sfoggiando lo stile Made in Italy Amarossa, interagendo e socializzando con gli altri utenti e prendendo parte all’economia della città.

Questi esempi che abbiamo elencato dimostrano come aziende affermate nel campo della moda si stiano muovendo rapidamente del campo dei metaversi con attenzione principale a quelli che funzionano sfruttando la blockchain e dando quindi la possibilità di creare degli NFT la cui unicità e originalità è garantita proprio dalla tecnologia sottostante.

Le possibilità saranno sempre di più e l’unione tra metaversi e mondo del gaming porterà i brand a cercare sempre più spazio all’interno di questi spazi virtuali, che fungeranno da finestra digitale per gli utenti del futuro.

Carlo Ciaravino

Carlo Ciaravino, formazione in economia e matematica, blogger e co-autore di Protocollo Bitcoin con Tiziano Tridico, nel mondo delle crypto nel 2017, co fondatore di Koinsquare.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.