Ethereum arriverà a 100.000 transazioni al secondo
Ethereum arriverà a 100.000 transazioni al secondo
Ethereum

Ethereum arriverà a 100.000 transazioni al secondo

By Marco Cavicchioli - 22 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Durante il suo intervento alla Ethereum Community Conference (EthCC) di Parigi, il co-fondatore di Ethereum, Vitalik Buterin, ha detto che alla fine della sua roadmap la rete potrà gestire fino a centomila transazioni al secondo. 

Vitalik Buterin: dopo il Merge la scalabilità di Ethereum schizzerà alle stelle

Buterin ha anche detto che la roadmap di Ethereum dopo il Merge sarà completa solo fino al 55%, e che in futuro arriveranno molte altre novità importanti. 

Ha definito questo processo che sta portando alla migrazione da PoW a PoS come una transizione lunga e complicata, ma ha anche affermato che il passaggio a PoS renderà l’ecosistema Ethereum più robusto.

Buterin ha poi dichiarato: 

“Proof-of-Stake è molto più sicura di Proof-of-Work, ma ha i suoi compromessi”. 

Tra i compromessi ha elencato la “soggettività debole”, ed ha espresso il parere che alla fine i vantaggi superino gli svantaggi.

Va detto tuttavia che molti tecnici indipendenti non concordano affatto sul fatto che PoS sia più sicura di PoW. Anzi, probabilmente sono di più quelli che sostengono che PoW sia più sicura e consenta un maggior grado di decentralizzazione. Ma Buterin parlava ad un pubblico di sostenitori di Ethereum, quindi queste sue dichiarazioni erano totalmente di parte. 

Di sicuro, invece, PoS consuma meno energia, e quindi produce potenzialmente meno inquinamento. 

Dopo il Merge la roadmap di Ethereum include altri sviluppi, tra cui l’aggiornamento in quattro parti chiamato “surge, verge, purge e splurge”, modifiche che mirano a rendere Ethereum più sicuro e decentralizzato. 

A questo punto Buterin ha affermato che: 

“Alla fine di questa roadmap Ethereum sarà un sistema molto più scalabile. Entro la sua conclusione sarà in grado di elaborare 100.000 transazioni al secondo”. 

Il Merge si avvicina

Il passaggio a PoS, il cui inizio è previsto a settembre, dovrebbe già consentire di ridurre in modo significativo i costi delle transazioni, ma per ottenere costi bassissimi e velocità di esecuzione elevate bisognerà attendere ancora un po’. 

Ad oggi il costo mediano della registrazione di una transazione sulla blockchain di Ethereum è superiore ad 1$, mentre ad esempio su quella di Bitcoin (basata ancora su PoW) è inferiore. 

Buterin ha anche immaginato che ad un certo punto il tasso di evoluzione della rete inizierà a rallentare, e le incognite dovrebbero iniziare a diminuire. 

Visto che ormai il reale obiettivo di Ethereum non è quello di sostituire Bitcoin come riserva di valore, è molto importante che possa arrivare a consentire di gestire un’enorme quantità di transazioni veloci ed economiche. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.