banner
Solana: imploso il protocollo DeFi Nirvana Finance
Solana: imploso il protocollo DeFi Nirvana Finance
Blockchain

Solana: imploso il protocollo DeFi Nirvana Finance

By Marco Cavicchioli - 28 Lug 2022

Chevron down

Un nuovo protocollo di finanza decentralizzata è imploso. Si tratta di Nirvana Finance che gira sulla blockchain di Solana. 

Nirvana Finance liquidato

Stando ai dati di DeFiLlama, il suo TVL si è praticamente tutto dissolto. È passato da 3,5 milioni di dollari a zero nel giro di una giornata. 

Il problema è stato causato da un exploit che ha consentito agli hacker di prosciugare i wallet del protocollo tramite quello che sembra un attacco basato su flash loans.

NIRV, ovvero la stablecoin del protocollo, ha perso il peg ed il suo valore è crollato dell’85% in meno di venti minuti, mentre il token nativo ANA perdeva l’80% del suo valore nel medesimo periodo. 

L’exploit è stato confermato ufficialmente, ma non sono ancora stati rilasciati i dettagli. 

Solo qualche giorno fa il profilo Twitter ufficiale scriveva: 

“basso rischio = basso rendimento

alto rischio = alto rendimento

rischio bilanciato = rendimento adattivo, sostenibile, ragionevole”.

Secondo le prime ricostruzioni ufficiali, l’attacco ha sfruttato feed dei prezzi errati per drenare i 3,5 milioni di dollari di TVL del protocollo tramite un flash loan. Di conseguenza il token nativo e la stablecoin sono andati in crash.

I dati on-chain mostrano che l’hacker ha aperto un flash loan da 10 milioni di USDC con cui ha coniato token ANA per un valore di 10 milioni di dollari. I flash loan consentono di prendere in prestito anche grandi somme senza dover dare nulla in garanzia, dato che vengono rimborsati all’interno dello stesso blocco in cui vengono creati. Per questo prestito lampo è stato utilizzato il protocollo Solend.

Il vero e proprio attacco sarebbe stato quello di manipolare il feed dell’oracolo del protocollo gonfiando il prezzo dei token ANA. In questo modo il valore degli ANA coniati dall’hacker ha sorpassato i 10 milioni di dollari, tanto che è stato successivamente in grado di rivenderli incassando 13,49 milioni di dollari in USDT.

Dopo aver restituito i 10 milioni di USDC presi in prestito, gli sono rimasti in cassa 3,49 milioni di USDT, poi convertiti in DAI.  

Con questa azione ha di fatto drenato quasi tutti i 3,5 milioni di dollari dal wallet del protocollo Nirvana.

Solend ha dichiarato che il suo protocollo non è stato influenzato dall’exploit.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.