banner
Filecoin Foundation insieme all’università di Harvard per la conservazione di informazioni digitali
Filecoin Foundation insieme all’università di Harvard per la conservazione di informazioni digitali
News dal Mondo

Filecoin Foundation insieme all’università di Harvard per la conservazione di informazioni digitali

By Vincenzo Cacioppoli - 1 Ago 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il 27 luglio, la Filecoin Foundation for the Decentralized Web (FFDW) ha annunciato che sosterrà un’iniziativa con il Library Innovation Lab (LIL) dell’Università di Harvard chiamata programma “Democratizing Open Knowledge”

Con il supporto di FFDW, LIL prevede di esplorare tecnologie decentralizzate in grado di preservare le informazioni digitali.

Filecoin ed Harvard collaborano per migliorare la conservazione di informazioni digitali

La società blockchain, Filecoin, che nel 2017 raggiunse il record di tutti i tempi per un ICO, raccogliendo oltre 200 milioni di dollari, il 27 luglio ha annunciato un importante progetto con la library Innovation Lab della Università di Harvard per preservare attraverso la tecnologia decentralizzata le informazioni digitali.

Il library Innovation Lab è un progetto innovativo creato da un gruppo di ricercatori che si occupa di sviluppare nuovi modi di diffondere il sapere conservato nelle biblioteche attraverso la tecnologia. Il gruppo di ricerca è diretto dalla Biblioteca della Harvard Law School, che lo sponsorizza anche tramite un’interessante borsa di studio rivolta ai partecipanti.

Sul sito dell’organizzazione si legge:

“Siamo un gruppo dinamico di pensatori e operatori che lavorano per migliorare le biblioteche esplorando gli innumerevoli percorsi scarsamente illuminati che collegano le biblioteche al mondo più ampio.

Concentriamo le nostre energie su una manciata di grandi progetti pluriennali e su una serie di piccoli progetti che chiamiamo schizzi.”

L’importante progetto che sarà realizzato con l’apporto della società blockchain Filecoin, annunciato il 27 luglio scorso, si concentrerà sul miglioramento della scoperta e del coinvolgimento con i dati open source e sull’esplorazione di nuovi modi per preservare le informazioni digitali.

Il progetto “Democratizing Open Knowledge”

Il progetto si chiamerà “Democratizing Open Knowledge” ad indicare come il suo obiettivo sia quello di diffondere il piu possibile, grazie alla tecnologia decentralizzata della blockchain, cercando appunto di rendere il più possibile vasto l’accesso a quelle mole di informazioni di notizie e di nozioni, solitamente accessibili a pochi.

La Filecoin Foundation (FFDW) metterà a disposizione i suoi strumenti tecnologici a servizio della diffusione della conoscenza e del sapere umano, come la rete Filecoin e l’Interplanetary File System, protocollo di comunicazione e rete peer-to-peer per l’archiviazione e la condivisione di dati in un file system distribuito.

Marta Belcher, Presidente della Fondazione, ha dichiarato: 

“FFDW è in missione per preservare le informazioni più importanti dell’umanità. Questa collaborazione consentirà al Library Innovation Lab di esplorare come le tecnologie decentralizzate possono risolvere le sfide del mondo reale per preservare i dati critici e siamo entusiasti di supportare il programma Democratizing Open Knowledge della Biblioteca”. 

Filecoin è una blockchain open source creata da Protocol Labs, nel 2017. La sua moneta nativa, Filecoin, è aumentata dell’84% nell’ultimo mese, ad oltre $9,89 di quotazione. Da notare come la quotazione di FIL, il 27 luglio prima della notizia fosse intorno a $5. In soli 5 giorni ha quasi raddoppiato il suo valore, arrivando a toccare un massimo ad oltre $10. Secondo gli analisti, Filecoin sarebbe una delle criptovalute con il sentiment più favorevole da qui a fine anno.

D’altra parte i dati rilasciati dall’azienda il 12 luglio e inerenti il Q2 dell’anno in corso, parlano di accordi di archiviazione attivi cresciuti del 128% su base trimestrale e la capacità di archiviazione di rete cresciuta del 7% su base trimestrale. Le entrate del protocollo sono aumentate del 264% in termini di FIL QoQ. Infine, il numero di progetti basati su Filecoin è cresciuto del 32% nel secondo trimestre del 2022, mostrando un sano sviluppo del suo ecosistema. Insomma, dati sicuramente incoraggianti in un momento di mercato che rimane ancora molto incerto.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.