Dogecoin: aumentati gli indirizzi unici attivi
Dogecoin: aumentati gli indirizzi unici attivi
Blockchain

Dogecoin: aumentati gli indirizzi unici attivi

By Marco Cavicchioli - 3 Ago 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Negli ultimi due mesi il numero di indirizzi unici attivi sulla blockchain di Dogecoin è aumentato del 97%. 

Aumentano gli indirizzi unici sulla blockchain di Dogecoin

dogecoin indirizzi unici attivi
Gli indirizzi unici attivi sulla blockchain di Dogecoin sono aumentati del 97%

Il picco minimo del 2022 si è toccato il 21 maggio quando sono scesi ampiamente sotto i 50.000, mentre il picco massimo si è verificato il 28 luglio con più di 98.000. 

D’altronde è aumentato anche il numero delle transazioni giornaliere, passato dalle 18.000 del 21 maggio alle oltre 87.000 del 20 luglio. 

Va, tuttavia, aggiunto che nei giorni seguenti a questi due picchi i numeri sono scesi un po’, tanto che ieri, ad esempio, ci sono stati meno di 65.000 indirizzi attivi e poco più di 41.000 transazioni. Si tratta, comunque, di numeri ben superiori ai picchi minimi di maggio. 

Estendendo l’analisi agli ultimi dodici mesi si scopre che il picco di transazioni di luglio è stato in assoluto il maggiore, mentre per gli indirizzi attivi si è riscontrato un picco anomalo il 10 marzo. Ignorando quel picco anomalo, a luglio si sono registrati i numeri più alti degli ultimi dodici mesi. 

Non sono, però, stati toccati i nuovi massimi storici, perché non sono stati superati i picchi della primavera 2021. 

Secondo alcuni questo incremento di utilizzo di Dogecoin negli ultimi trenta giorni potrebbe anche indicare la possibilità di un rialzo del prezzo di DOGE

Infatti, sebbene sia già cresciuto dell’8% negli ultimi sette giorni, il valore attuale è in linea con quello di un mese fa, mentre quello di Bitcoin è del 21% superiore e quello di Ethereum addirittura del 55%. 

Da notare, inoltre, che il prezzo attuale di DOGE è ancora del 90% inferiore rispetto al picco massimo di maggio 2021. 

A dire il vero, negli ultimi tempi sono in calo anche i volumi di scambio, quindi per poter pensare ad un significativo rialzo occorrerebbero segnali anche di un incremento di interesse da parte dei mercati, che attualmente non ci sono. 

Analisi dei dati on-chain

Anche perché è in calo l’importo medio delle singole transazioni, in costante calo da maggio. Quindi aumentano le transazioni, ma diminuiscono gli importi. I segnali on-chain pertanto non sono tutti bullish. 

Nel frattempo, l’exchange crypto giapponese Bitbank ha listato DOGE, oltre a DOT (Polkadot), indicando che forse inizia ad esserci un po’ di rinnovato interesse nei confronti di questa criptovaluta. 

Pertanto i presupposti per un possibile rialzo del prezzo ci sono, ma in questo momento la pressione di acquisto è ancora troppo bassa per poterlo innescare. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.