El Salvador è pronto a lanciare una stablecoin legata al dollaro americano
El Salvador è pronto a lanciare una stablecoin legata al dollaro americano
Stable Coin

El Salvador è pronto a lanciare una stablecoin legata al dollaro americano

By Vincenzo Cacioppoli - 3 Ago 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Galoy, la piattaforma open source che alimenta il Bitcoin Beach Wallet di El Salvador, ha annunciato il lancio di una nuova sintetica stablecoin ancorata al dollaro.

In arrivo la nuova stablecoin emessa da El Salvador

stablecoin bitcoin dollar
La nuova stablecoin sarà ancorata al dollaro e supportata da una riserva in Bitcoin

Mercoledì scorso Galoy, la piattaforma bancaria di El Salvador che nel novembre del 2020 ha lanciato il Bitcoin Beach Wallet, nella cittadina di El Zonte in El Salvador, ha annunciato il lancio di una nuova stablecoin legata al dollaro.

La nuova stablecoin sarebbe un dollaro sintetico garantito da Bitcoin ed ancorato al valore del dollaro. Si tratta di monete, denominate Stablesats, che non richiedono token per funzionare, e sarebbero facilmente spendibili. Per migliorare la propria piattaforma anche in vista di questo nuovo progetto, la società ha anche comunicato di avere operato un aumento di capitale da 4 milioni di dollari.

Hivemind Ventures ha guidato questo round di finanziamento con la partecipazione di Valor Equity Partners, Timechain, El Zonte Capital, Kingsway Capital, Trammel Venture Partners, AlphaPoint e altri importanti investitori di bitcoin.

In una nota della società si legge:

“Oggi la società ha annunciato Stablesats, l’ultima funzionalità aggiunta alla piattaforma. Un’alternativa alle stablecoin o all’integrazione della banca fiat, le stablecoin utilizzano contratti derivati per creare un dollaro sintetico supportato da bitcoin ancorato al dollaro USA. Ciò abilita conti USD equivalenti al dollaro all’interno del Lightning Wallet, risolvendo uno dei maggiori problemi per le transazioni quotidiane che utilizzano bitcoin: la volatilità del tasso di cambio a breve termine”. 

Il sistema sfrutta la rete Lightning Network e nient’altro per poter funzionare, al contrario di tutte le altre stablecoin sul mercato. 

La nota continua poi:

“Stablesat non ha stablecoin o token diversi dal bitcoin sottostante, il che significa una migliore interoperabilità e commissioni inferiori per gli utenti”. 

Ciò vuol dire che non esiste nessuna terza parte che la può controllare, offrendo secondo alcuni un importante strumento in mano a Paesi con forte inflazione e grande esposizione in dollari americani.

Quali saranno i vantaggi della nuova stablecoin per l’intero ecosistema

Come ha spiegato bene Nicolas Burtey alla stampa, il nuovo dollaro sintetico manterrebbe il proprio valore al di là del tasso di cambio di riferimento:

“Con il Lightning Wallet abilitato per Stablesat, gli utenti possono inviare, ricevere e trattenere denaro da un conto in USD oltre al loro conto BTC predefinito. Mentre il valore in dollari del loro conto BTC oscilla, $ 1 nel loro conto in USD Bitcoin rimane a $ 1 indipendentemente dal tasso di cambio.”

Si tratta in pratica di un prodotto derivato la cui primogenitura deve essere riconosciuta a Bitmex, che per prima nel 2015 ne parlò come di una soluzione ad altissima volatilità di Bitcoin e delle altre valute digitali.

Galoy spiega nella nota:

“Vediamo l’integrazione di più scambi, strategie di copertura e valute che avanzano la flessibilità e l’opzionalità. In definitiva, possiamo sbloccare la possibilità per ogni utente Lightning di scegliere le proprie unità di account senza lasciare la rete”.

La piattaforma Galoy ha di recente sviluppato un wallet digitale anche in Costa Rica e Panama, e sta da tempo pensando ad aprire il proprio business ad altri Paesi del Sudamerica.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.