Elon Musk e la vendita miliardaria delle sue azioni Tesla
Elon Musk e la vendita miliardaria delle sue azioni Tesla
News dal Mondo

Elon Musk e la vendita miliardaria delle sue azioni Tesla

By Eliano Martellucci - 10 Ago 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Tra il 5 e il 9 agosto, Elon Musk ha venduto parte delle sue azioni Tesla per un valore totale di $6,9 miliardi. Questo segna il record della più grande vendita miliardaria.

Elon Musk vende $6,9 miliardi di azioni Tesla

Negli ultimi giorni Elon Musk ha compilato sei documenti Form 4, richiesti dalla SEC per questo tipo di operazioni.

Da quello che si evince, sono state vendute 7.924.107 di azioni, ad un prezzo medio ponderato di $869,09. La liquidazione ha un controvalore totale di $6,9 miliardi ed è finora la più grande della storia. 

Ovviamente non è avvenuta in un’unica volta, ma è stata suddivisa in diverse transazioni effettuate in più giorni: il 5, l’8 e il 9 agosto. 

form 4 sec azioni tesla
Lista dettagliata di alcune delle vendite effettuate

Questo permette di non generare pressioni di vendita troppo elevate sul titolo e di trovare tutte le controparti necessarie a finalizzare l’operazione di smobilizzo. 

L’obiettivo è chiaro: accumulare più liquidità possibile nel caso in cui il Tribunale del Delaware decida di forzare Musk a completare l’acquisizione del social. Se questo dovesse accadere, infatti, il CEO di Tesla eviterebbe un selloff massiccio del titolo all’ultimo minuto, cosa che potrebbe generare panico inaspettato sul mercato. 

Subito dopo, un utente ha chiesto al famoso imprenditore se fosse intenzionato a ricomprare le azioni vendute nel caso in cui l’acquisizione non dovesse andare in porto, il quale ha ricevuto una risposta chiara e concisa:

Nonostante abbia “scaricato” azioni Tesla per un controvalore totale di $32 miliardi negli ultimi 10 mesi, Elon Musk rimane ancora il maggior azionista, con una quota del 14,8%. 

Comunque sia, anche se l’accordo dovesse fallire, la parte ritirata intenzionalmente dovrà pagare una penale da 1 miliardo di dollari. 

La fama del CEO di Tesla

L’uomo più ricco del mondo è stato al centro dell’attenzione durante gli ultimi mesi, sia nell’ecosistema crypto che in quello dei mercati finanziari e dei social network. 

Il chiaro interesse per il Bitcoin e il dichiarato amore per Dogecoin lo hanno reso una figura molto influente per il mercato, tanto da guadagnare addirittura il soprannome di “Dogefather”.

L’attenzione, però, è schizzata alle stelle dal momento in cui sono iniziate le trattative con Twitter, dopo l’acquisto del 10% della società lo scorso aprile. 

Quest’operazione ha fatto guadagnare al titolo oltre il 27% in Borsa e ha reso Musk il maggiore azionista. Inizialmente, quindi, gli investitori e la community stavano rispondendo bene alle idee che Elon voleva apportare su Twitter. Tra le più apprezzate c’è sicuramente la libertà di parola, volontà espressa dagli utenti in una delle tanto amate votazioni:

Negli ultimi mesi, però, la relazione tra il social e il famoso imprenditore è diventata sempre più complessa. A seguito di un’accesa lotta contro il CdA, soprattutto per la questione del poison pill, Elon Musk decise di acquisire completamente Twitter. In questo modo lo avrebbe reso privato e sarebbe stato più facile apportare qualsiasi tipo di modifica senza troppi ostacoli. 

L’accordo da $44 miliardi è stato poi sospeso a causa dell’inattendibilità dei dati forniti da Twitter riguardo il numero di bot ed account falsi presenti sul social. Questo ha frenato le volontà di Elon Musk, cosa che non è stata presa bene dalla controparte. Infatti, proprio un mese fa, Twitter ha fatto causa al CEO di Tesla, con l’obiettivo di forzarlo a concludere l’acquisizione del social. 

Ora bisognerà aspettare i risultati dell’udienza, ma nel frattempo Musk corre ai ripari per essere pronto a qualsiasi esito.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.