Proof-of-Work: un miner cinese di Ethereum vuole effettuare un fork della rete
Proof-of-Work: un miner cinese di Ethereum vuole effettuare un fork della rete
Mining

Proof-of-Work: un miner cinese di Ethereum vuole effettuare un fork della rete

By Giorgi Mikhelidze - 11 Ago 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

L’anno scorso il team dietro la rete Ethereum e il suo co-fondatore Vitalik Buterin hanno annunciato l’imminente Merge della rete Ethereum. Denominato Ethereum 2.0, questo aggiornamento del sistema fonderà Ethereum con il famoso sistema Beacon Chain Proof-of-Stake. 

Questo eliminerà il protocollo Proof-of-Work e il mining di Ethereum. Al posto del mining, la convalida della blockchain avverrà attraverso il sistema Ethereum staking, un processo più semplice, redditizio e rispettoso dell’ambiente. 

Da allora, Ethereum ha distribuito diversi aggiornamenti per prepararsi a questa fusione, che dovrebbe concludersi entro la fine dell’anno. Questa notizia non ha lasciato molte persone soddisfatte, soprattutto quelle che hanno investito pesantemente nel mining di Ethereum, e un miner cinese ha intenzione di salvare il suo investimento.

Chandler Gou vuole fare un fork della rete Ethereum

La notizia ha lasciato molti miner di Ethereum in cerca di modi alternativi per utilizzare le loro costose attrezzature di mining, che diventeranno inutili nel prossimo futuro. Tuttavia, il famoso miner cinese di Ethereum, Chandler Gou, non vuole un’alternativa. Le sue intenzioni sono diventate chiare proprio di recente, quando ha twittato a proposito di ethpow, un’alternativa a Ethereum che sarà un fork della rete Ethereum esistente.

Il fork della rete Ethereum significa che vedremo una nuova versione della rete Ethereum che funzionerà indipendentemente da quella originale. Di solito, il fork della rete viene effettuato per implementare nuove funzionalità e protocolli nella rete esistente. Ma nel caso di Gou, egli non intende apportare nuove modifiche. Sarà l’esatto contrario, poiché intende salvare una versione della vecchia rete Ethereum per salvare il mining di Ethereum. 

Di solito, i fork delle blockchain si distinguono in due categorie: soft e hard fork. Come suggerisce il nome, le soft fork sono piccole modifiche alla blockchain, mentre le hard fork sono grandi cambiamenti che separano completamente la nuova blockchain da quella originale. Nel caso di Gou, si tratterà di un hard fork, poiché intende salvare le attuali funzioni della rete Ethereum.

Con questo fork, il mining di Ethereum rimarrà su questa nuova blockchain, ma la criptovaluta estratta non sarà di Ether, in quanto sarà ottenibile solo attraverso lo staking una volta completata la fusione. Questa versione del fork della blockchain introdurrà una nuova criptovaluta che, come suggerisce Gou, si chiamerà ETHPOW. 

Si tratta di un’ambizione enorme, poiché la nuova rete richiederà un enorme supporto economico e tecnico che dovrà essere curato con una manutenzione e aggiornamenti costanti. Un altro problema che Gou e tutti coloro che faranno parte della rete dovranno risolvere è il nuovo token. 

Poiché ETHPOW sarà una nuova criptovaluta, non erediterà il valore di ETH originale. Gou e il team che sta dietro a questa nuova rete dovranno dare a questo nuovo token il suo valore, fornendogli un’infrastruttura e un’utilità che spinga le persone a investire in questo token.

Ethereum Classic

Gou non sarebbe in grado di realizzare questi grandi progetti senza avere qualcosa da cui trarre ispirazione. Tale ispirazione e la dimostrazione che qualcosa di simile può essere fatto sono probabilmente venute da Ethereum Classic, la vecchia rete della rete Ethereum.

Ethereum Classic è un residuo della vecchia rete Ethereum dopo la sua divisione in due reti separate. Ciò è avvenuto nel 2016, quando uno dei più grandi progetti basati su Ethereum, The DAO, è stato violato. In quell’occasione avvenne una votazione e, con il 97% di voti a favore di una soluzione di salvataggio, la rete Ethereum si divise in due parti. La versione più recente, generata dall’hard fork della rete originale, è l’attuale rete Ethereum, mentre la vecchia rete è stata ribattezzata Ethereum Classic e ha una propria criptovaluta ETC.

L’imminente Merge di Ethereum non riguarderà questa rete classica, quindi il nuovo fork di Gou dovrà competere con Ethereum Classic per avere successo. Sembra comunque improbabile che la nuova rete di Gou possa avere molto successo. Se confrontiamo ETH, che attualmente viene scambiato a $1.579 ed è la seconda criptovaluta più grande, con ETC, che viene scambiato a $36,27 e occupa il 19° posto, possiamo vedere chiaramente quale criptovaluta è più apprezzata e quanto sarebbe difficile per Gou avere successo.

Giorgi Mikhelidze

Giorgi è un software developer che vive in Georgia con due anni di esperienza nel trading sui mercati finanziari. Ora lavora per aumentare la conoscenza della Blockchain nel suo Paese e cerca di condividere le sue scoperte e ricerche con quanta più gente possibile.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.