Binance: zero fee sul trading di Ethereum in vista del Merge
Binance: zero fee sul trading di Ethereum in vista del Merge
Criptovalute

Binance: zero fee sul trading di Ethereum in vista del Merge

By Amelia Tomasicchio - 29 Ago 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il prossimo 6 settembre arriverà Bellatrix, l’aggiornamento su Beacon Chain che aprirà le porte al Merge di Ethereum e per questo motivo, il famoso exchange Binance ha annunciato di voler eliminare le fee sul trading per acquistare e vendere ETH a partire dal 26 agosto 2022 e fino al 26 settembre 2022.

Le fee a zero si riferiscono, però, solo al cambio tra Ethereum e BUSD, la stablecoin peggata al dollaro americano creata proprio da Binance.

L’obiettivo dell’exchange per questa iniziativa, come viene spiegato nel comunicato stampa, è quello di:

“Abbassare le barriere all’ingresso per tutti, permettendo al maggior numero di utenti possibile di prendere parte a un momento destinato a cambiare la storia di Ethereum e, più in senso ampio, a segnare un’evoluzione importante all’interno dell’intero sistema crypto”.

trading fee ethereum eth busd

Binance: come gli exchange si stanno preparando per Ethereum

Oltre Binance, anche altri exchange stanno annunciando le proprie novità per prepararsi al Merge di Ethereum. Proprio oggi Coinbase ha, ad esempio, dichiarato che potrebbe listare la criptovaluta che nascerà dal fork della blockchain. Ad oggi non si sa ancora nè se il fork PoW di Ethereum ci sarà, nè se la criptovaluta che dovrebbe nascere da questo fork sopravviverà, ma sappiamo che Coinbase sta valutando il possibile scenario di tenere listate entrambe le crypto sulla sua piattaforma.

Anche Bitfinex ha lanciato qualche giorno fa i Chain Split Token, dei token che consentono agli utenti di fare trading sul potenziale fork PoW di Ethereum, se appunto si dovessero venire a creare dei nuovi token per il fork.

Le novità sul Merge

Come annunciato dall’Ethereum Foundation, l’aggiornamento Bellatrix è previsto per l’epoca 144896 sulla Beacon Chain, che dovrebbe essere raggiunta alle ore 11:34:47 am UTC del prossimo 6 settembre 2022. Il Merge definitivo, invece, avverrà molto probabilmente il 15 settembre, secondo i calcoli, e scatterà nel momento in cui la difficulty totale toccherà il valore di 58750000000000000000000.

Questa data è sicuramente segnata su tutti i calendari dei crypto holder e non solo. Si tratta di un giorno che ormai si aspetta dal 2014, quando Vitalik Buterin per la prima volta iniziò a parlare di Proof of Stake per Ethereum.

Secondo JP Morgan si tratta di una grande opportunità per Ethereum e per i suoi investitori  istituzionali e al dettaglio, che probabilmente beneficeranno della transizione di Ethereum dal Proof of Work al Proof of Stake. Purtroppo, però, pare che il Merge potrebbe non diminuire i costi di commissione della blockchain di Ethereum e in ogni caso la riduzione delle fee, invece, sarà possibile solo ricorrendo a soluzioni layer 2.

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e sta scrivendo un libro sugli NFT per Mondadori. Inoltre, ha lanciato due progetti NFT chiamati The NFT Magazine e Cryppo, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.