HomeCriptovaluteStable CoinRobinhood lista in controtendenza USDC

Robinhood lista in controtendenza USDC

Che il delisting della stablecoin USDC da parte di Binance e poi anche dell’exchange indiano WazirX sia a causa del tentativo di eliminare la concorrenza in favore di BUSD pare ormai chiaro e ora, in controtendenza, Robinhood decide invece di supportare la coin.

Questo l’annuncio ufficiale postato su Twitter dall’azienda:

Le aziende pro e contro USDC

Non solo, infatti, USDC (insieme ad altre piccole stablecoin) è stato delistato nei giorni scorsi da Binance e WazirX con la motivazione ufficiale di problemi di liquidità, ma soprattutto la stablecoin sarebbe immediatamente convertita in BUSD, la stablecoin di Binance.

L’unica stablecoin non colpita da questo golpe sarebbe invece Tether (USDT) che rimane il token peggato al dollaro con più liquidità di tutti e quindi probabilmente sarebbe stato troppo assurdo delistarlo, anche se i due exchange hanno dichiarato che non sarebbe detta l’ultima parola.

Ad ogni modo, tornando alla notizia principale di quest’oggi, Robinhood, al contrario dei due exchange, ha deciso di listare USDC, la stablecoin creata da Circle e Coinbase e una delle più regolamentate.

Robinhood supporta le crypto

In questo modo da ora in poi Robinhood supporta ben 17 criptovalute differenti.

Di recente la piattaforma aveva anche listato MATIC, il token della blockchain di Polygon.

Durante questo crypto winter e crisi di mercato in generale, Robinhood ha però dovuto licenziare il 23% del personale, a differenza di Binance che continua ad assumere.

A luglio, inoltre, Robinhood aveva annunciato l’attivazione dei trasferimenti di Bitcoin (BTC) e le crypto listate nella sua app di trading per tutti gli utenti. Da allora, quindi, si possono inviare e ricevere criptovalute direttamente.

Le ultime info sulla stablecoin di Circle: USDC

USDC, nonostante tutte le azioni che si stanno facendo contro di essa, ha ancora un market cap di $50,149,768,741 e dei volumi di trading in 24 ore pari a $4,783,327,515, stando ai dati di CoinMarketCap, ovvero il sito di riferimento per guardare questo tipo di informazioni sulle crypto.

In quanto stablecoin, USDC è peggata 1 a 1 al dollaro americano, il che vuol dire che in ogni momento può essere scambiata per ottenere la valuta fiat, visto che Circle custodisce nelle sue riserve i rispettivi dollari.

Qualche mese fa, l’azienda aveva anche annunciato il lancio del progetto Euro Coin (EUROC), ovvero una nuova stablecoin peggata all’euro.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchiohttps://cryptonomist.ch
Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist, oltre che Italian PR manager per l'exchange Bitget. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e ha pubblicato un libro "NFT: la guida completa'" edito Mondadori. Inoltre è co-founder del progetto NFT chiamati The NFT Magazine, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore. Come advisor, Amelia è anche coinvolta in progetti sul metaverso come The Nemesis e OVER.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS