Revolut ottiene approvazione nel Regno Unito
Revolut ottiene approvazione nel Regno Unito
Criptovalute

Revolut ottiene approvazione nel Regno Unito

By Vincenzo Cacioppoli - 28 Set 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Revolut, valutata recentemente 33 miliardi di dollari, ha ottenuto l’autorizzazione per operare nel Regno Unito.

Il Regno Unito approva la piattaforma finanziaria Revolut

Dopo circa 6 mesi dalla richiesta Revolut la nuova ed innovativa banca digitale, che ha chiuso mesi fa un round di finanziamento guidato da SoftBank e trigger Global, che ha raccolto 800 milioni di dollari, portando la quotazione dell’azienda a circa 33 miliardi di dollari, in crescita di 6 volte rispetto ai 5 miliardi della valutazione del 2021.

La società che sarebbe diventata una delle più grandi fintech del Regno Unito dopo aver ottenuto mesi fa l’autorizzazione per operare all’interno dell’Unione Europea, ha finalmente ottenuto anche quella del suo Paese di origine, la Gran Bretagna.

Lanciato nel Regno Unito nel 2015, Revolut offre servizi di trasferimento e cambio di denaro. Oggi, oltre 20 milioni dei suoi clienti al dettaglio in tutto il mondo utilizzano dozzine di prodotti innovativi Revolut, inclusi pagamenti peer-to-peer, Saving Vaults, Junior, Stays e Trading.

Negli ultimi dodici mesi, Revolut ha lanciato una serie di nuove funzionalità tra cui On Demand Pay nel Regno Unito, prestiti personalizzati in Irlanda ed è stata nominata come una delle TIME 100 aziende più influenti. Con servizi in 36 Paesi, Revolut sta cercando di espandersi in nuovi mercati tra cui India, Messico e Brasile, come si legge sul sito aziendale.

Proprio le difficoltà ad ottenere la licenza ad operare nel Regno Unito hanno determinato nei mesi scorsi l’uscita dalla fintech di diversi dirigenti di primo piano. Ed all’inizio di quest’anno, il CEO e co-fondatore di Revolut, Nik Storonsky, ha criticato aspramente la Financial Conduct Authority (FCA) per il ritardo inspiegabile nel concederle una licenza bancaria del Regno Unito, dicendo a CityAM che la FCA è “più lenta rispetto ad altri regolatori”.

A tal proposito Storonsky ha affermato:

“Abbiamo richiesto 48 licenze in tutto il mondo e ne abbiamo ricevute 44, e tre delle licenze che non abbiamo ricevuto sono in realtà nel Regno Unito”.

Piani e visione di Revolut

Ma i piani ambiziosi della società non si sono certo arrestati anzi. Nell’ultimo mese l’azienda ha realizzato uno spot promuovere la sua attività. Lo spot televisivo è stato diretto da Craig Gillespie, che ha diretto film come “Cruella” e “I, Tonya”, ed è stato girato dal giovane fotografo Aidan Zamiri, che ha lavorato con artisti come FKA Twigs. 

Oltre alla pubblicità, gli annunci verranno visualizzati su cartelloni pubblicitari, pagine di social media di Revolut, canali di marketing digitale e podcast. La campagna sarebbe stata lanciata per festeggiare il raggiungimento della considerevole cifra di 5 milioni di clienti nel Regno Unito e 20 milioni di clienti in tutto il mondo.

Ed è chiaro che adesso con questa nuova licenza ottenuta dalla Gran Bretagna, che nei mesi scorsi aveva vietato l’operatività al primo exchange al mondo Binance, i vertici societari sono convinti di poter ancora far crescere questi importanti numeri.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.