CoinMarketCap lancia il tracker per le riserve di liquidità degli exchange
CoinMarketCap lancia il tracker per le riserve di liquidità degli exchange
Criptovalute

CoinMarketCap lancia il tracker per le riserve di liquidità degli exchange

By Andrea Porcelli - 26 Nov 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Una novità molto recente ce la dà CoinMarketCap, che ha deciso di aggiungere una nuova dashboard che mostrerà le riserve di liquidità degli exchange.

Lo strumento consente agli utenti di monitorare la liquidità degli exchange attraverso la visualizzazione delle attività totali e degli indirizzi dei portafogli pubblici, insieme al saldo e al valore dei portafogli visualizzati.

Come già spiegato da The Cryptonomist in precedenti articoli, il crollo di FTX è stato un evento che ha causato molti danni all’ecosistema delle criptovalute, ma allo stesso tempo ha dato consapevolezza di cosa necessitiamo: più trasparenza. 

Mostrare le riserve di liquidità degli exchange è la mossa perfetta di CoinMarketCap 

Maggiore trasparenza è sinonimo di maggior sicurezza, questo è il messaggio che CoinMarketCap vuole mandare a tutti gli investitori del mondo crypto. L’implosione del sistema di FTX, creato dal discusso Sam Bankman Fried, ha portato sfiducia negli imprenditori. Il mercato ne ha risentito davvero molto, e dunque, seguendo i consigli di Binance, la piattaforma di tracking delle criptovalute CoinMarketCap ha inserito la Proof of Reserves. 

“Nuova funzione di CMC: Proof of Reserves degli exchange. La Proof of Reserves (PoR) fornisce trasparenza sulle riserve di criptovalute tramite pratiche di audit verificabili”.

Così scrive l’account Twitter di CoinMarketCap.

Il tracker “Proof of Reserves” (PoR) analizza gli exchange di criptovalute attivi nel settore, e mostra dati trasparenti sul loro reale livello di liquidità. Le informazioni PoR di CoinMarketCap sono disponibili anche per Bitfinex, ByBit, Crypto.com, Deribit, KuCoin, Huobi e OKX. 

Secondo quanto dichiarato da CoinMarketCap, il tracker PoR, si aggiornerà ogni 5 minuti. 

Binance in prima linea per il lancio del tracker

Molto felice di questa nuova soluzione apportata recentemente, è il CEO e co-founder di Binance, Changpeng Zhao. Con un tweet, ha mostrato tutto il suo appoggio a CoinMarketCap, spiegando che secondo lui è un’ottima aggiunta per migliorare la trasparenza. 

La comunità delle crypto su Twitter, si è dimostrata molto lieta di questa nuova funzione.

Binance, infatti, è stato usato come esempio iniziale, con oltre $65 miliardi elencati nei suoi indirizzi di portafoglio combinati.

Zhao è stato uno dei primi a promettere maggiori informazioni sui fondi e sui movimenti del suo exchange, in seguito alla crisi di liquidità e alla successiva bancarotta di FTX. Il 10 novembre, Binance ha lanciato la nuova pagina “Proof of Assets,” che mostra gli indirizzi, i fondi e l’attività del wallet dell’azienda. 

Seguendo l’esempio di Binance, molte altre piattaforme del settore hanno iniziato a rendere pubblici i dati sulle proprie riserve finanziarie. Altri cinque scambi crittografici hanno annunciato pubblicamente che stanno conducendo verifiche complete di prova delle riserve: Kraken, Gate.io, BitMEX, Coinfloor e HBTC

Dopo Binance anche Crypto.com si appella alla trasparenza

Un’ondata di benevolenza sta investendo il mondo delle criptovalute. È il turno di Crypto.com che invita tutte le piattaforme di scambio a pubblicare il loro rapporto Proof of Reserves. È l’amministratore delegato dell’azienda, Kris Marszalek, a chiamarli. 

Un’iniziativa che potrebbe far risalire la curva delle criptovalute.

In effetti, gli utenti sono attualmente titubanti e preferiscono vendere in perdita, temendo un nuovo calo a breve.

Questo messaggio arriva dopo che Crypto.com ha sospeso il trading tramite Solana, preferendo invitare i suoi utenti a utilizzare le reti Cronos ed Ethereum, che sembrano essere meno colpite dalla crisi di FTX. 

Una misura preventiva annunciata via e-mail ai propri utenti per evitare di causare ulteriori danni. Quest’ultimo ha infatti visto il suo prezzo dimezzarsi. Ciò è dovuto all’associazione di $SOL con Sam Bankman-Fried, il fondatore di Alameda Research e FTX.

L’intero mercato è collegato, quindi è necessario sapere a cosa si va incontro investendo su questa o quella piattaforma. Speriamo che questo evento sia utile solo per una maggiore trasparenza nel mondo delle criptovalute.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.