Hivearium NFT: l’artista Roberto Giavarini espone alla Galleria Ceribelli
Hivearium NFT: l’artista Roberto Giavarini espone alla Galleria Ceribelli
Arte

Hivearium NFT: l’artista Roberto Giavarini espone alla Galleria Ceribelli

By Amelia Tomasicchio - 30 Nov 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Multiversi è la nuova mostra che sarà presentata sabato 3 dicembre alla Galleria Ceribelli di Bergamo, di Roberto Giavarini, artista e creatore di Hivearium NFT, e Luca Daverio, designer di gioielli. 

Hivearium NFT: l’artista espone la sua nuova mostra Multiversi

Sabato 3 dicembre, alla Galleria Ceribelli di Bergamo, l’artista e creatore di Hivearium NFT, Roberto Giavarini, presenterà la sua mostra Multiversi, che unisce i suoi dipinti insieme alle opere di Luca Daverio, artista e creatore di gioielli.

La nuova mostra sarà esposta fino all’11 febbraio 2023 e vedrà quasi venticinque opere inedite di Roberto Giavarini e più di quaranta creazioni di Daverio, dai gioielli storici di Franco Daverio, sculture inedite di Luca fino ad alcuni dei lavori di Pablo, la nuova generazione.

Ciò che accomuna i due artisti è la cura, a volte quasi maniacale, verso i loro lavori. È fondamentale soffermarsi a riflettere, inoltre, su quanto influisca l’elemento della luce per ognuno dei due artisti e sulle loro creazioni, motivo di primaria importanza nella scelta di unirli in un unico spazio espositivo.

E infatti, dal 1933 la maestria di Daverio è espressa attraverso uno stile originale, modellando metalli e gemme, che segue il solo istinto creativo per fondere in un unico gioiello.

D’altro canto, Roberto Giavarini è noto per le sue opere pittoriche uniche nel loro genere per la ricerca innovativa sulla tecnica utilizzata, dalle tecniche antiche, come l’incisione; infatti, unisce procedimenti attraverso strumenti e materiali di nuova generazione, come lame rotanti o materiali chimici non utilizzati in pittura.

A tal proposito, il noto critico d’arte Vittorio Sgarbi ha descritto le opere di Giavarini come segue:

“Non c’è uno spazio stabile, né un punto di vista certo, grazie all’impiego di mordenti chimici e solchi di bulino, eredi delle antiche tecniche grafiche, che destabilizzano, decorando l’apparentemente indecorabile – il vuoto – e trattenendo una luce capace di riflettere diversamente a seconda di dove poggia”.

Roberto Giavarini: biografia dell’artista

Roberto Giavarini nasce nel 1973. Dal 1999 al 2010 è allievo di Mario Donizetti. Nel 2008 riceve il primo premio al concorso di Darfo Boario Terme per la sua opera Crocifisso. Della giuria faceva parte anche Vittorio Sgarbi che concisamente ha scritto: “Roberto ha la mano e la testa.

Non solo, nel 2011 Giavarini è invitato dal comitato di studio presieduto da Vittorio Sgarbi ad esporre al Padiglione Lombardia della 54° Biennale di Venezia a Palazzo Te, Mantova. Nel 2013, invece, Giavarini tiene la personale CODEX alla Galleria FORNI di Bologna curata da Vladek Cwalinski.

L’anno successivo, Giavarini espone l’opera UN VASO DI PANDORA alla mostra ‘Spoleto incontra Venezia’ a cura di Vittorio Sgarbi a Palazzo Falier a Venezia.

Nel 2015 espone l’opera A NOSTRA IMMAGINE alla Biennale internazionale d’Arte di Palermo dove riceve il premio Guglielmo II, mentre nel 2016 riceve il Premio Internazionale Tiepolo e pubblica sul volume ITALIANI Selezione d’arte contemporanea a cura di Vittorio Sgarbi, la sua opera PAVO CRISTATUS. 

Nel 2017 mette a punto una tecnica pittorica innovativa su lastra trattata, basata sull’unione delle tecniche tradizionali (tempera all’uovo, olio, ecc…) e l’utilizzo di elementi chimici ( acidi ecc….) ad uso industriale. Anche qui, le nuove opere sono presentate in una pubblicazione a cura di Vittorio Sgarbi.

Arrivando nell’anno del boom dei Non-Fungible token, il 2021, Giavarini crea e lancia il progetto NFT HIVEARIUM, metaverso interattivo nel quale orbitano opere digitali, ologrammi, video e musiche da lui stesso composte.

HIVEARIUM NFT e HIVE MIND metaverso: il progetto Cryptoart 

All’inizio dell’estate 2022, Giavarini ha lanciato il suo progetto di cryptoart e metaverso: HIVEARIUM. 

Si tratta di collezioni NFT create dall’artista come opere virtuali, musiche, testi letterari e tutto ciò che è poi presente anche nel metaverso interattivo del progetto, chiamato HIVE MIND. 

È un metaverso interattivo perché i collezionisti che acquistano gli NFT del progetto, li potranno vedere nel metaverso e giocare un ruolo integrale in quel mondo virtuale e nella community di Hivearium. 

Dietro al progetto c’è un gruppo di lavoro di cui Giavarini è direttore artistico, formato da esperti 3D web design, sviluppatori front end, sviluppatori back end, esperti di marketing e di consulenza finanziaria. 

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e sta scrivendo un libro sugli NFT per Mondadori. Inoltre, ha lanciato due progetti NFT chiamati The NFT Magazine e Cryppo, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.