Logan Paul: i più importanti progetti crypto dello Youtuber. Tutto quello che c’è da sapere
Logan Paul: i più importanti progetti crypto dello Youtuber. Tutto quello che c’è da sapere
Criptovalute

Logan Paul: i più importanti progetti crypto dello Youtuber. Tutto quello che c’è da sapere

By Alessia Pannone - 30 Dic 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Logan Paul è uno youtuber, podcaster, attore, wrestler e pugile statunitense. Diventato famoso per aver pubblicato parecchi video su Vine, nel febbraio 2014 ha avuto oltre 3,1 milioni di follower su varie piattaforme di social media. Verso il mese di aprile del 2014 aveva raggiunto 105 000 follower su Twitter e 361 000 follower su Instagram. 

Oggi, Logan Paul è una delle personalità più invischiate a livello di progetti nel mondo crypto, tra cui ricordiamo Cryptozoo, l’NFT Azuki, Bondly, 99 Originals e Liquid Marketplace. Tutti progetti importanti e diversi che, seppur tra controversie e entusiasmi, hanno contribuito a rendere Paul uno degli youtuber più famosi e attivi anche nel mondo della blockchain. Vediamoli passo per passo. 

Cryptozoo: il progetto NFT di Logan Paul è fallito o c’è ancora speranza?

L’anno scorso, Logan Paul aveva annunciato il lancio, previsto per settembre 2021, del suo progetto NFT, chiamato Cryptozoo. Tuttavia, di fatto, Cryptozoo ancora oggi non esiste. Sul sito web di Paul viene solamente riportato il progetto come “ancora in costruzione”, poichè sta subendo aggiornamenti all’infrastruttura principale dell’ecosistema. 

Ad ogni modo, da mesi ormai non si sa più nulla. Infatti, sul profilo Twitter ufficiale di Logan Paul è da maggio che non viene pubblicato più nulla a riguardo. Fattore che ha indotto molti esperti a pensare che l’implosione dell’ecosistema Terra/Luna, con conseguente crollo del mercato crypto, potrebbero aver giocato un ruolo chiave nel fallimento del progetto.

Inoltre, in questo momento, sul canale YouTube di Logan Paul, che ha più di 23 milioni di iscritti, non c’è più alcun riferimento al progetto Cryptozoo. Ad ogni modo, l’idea alla base del progetto era quella di consentire agli utenti di partecipare al gioco basato su NFT e di poter così guadagnare entrate passive. 

Lo stesso Logan Paul è stato promotore del gioco, dichiarando che il team aveva trascorso sei mesi a realizzare NFT “fatti a mano”, che sarebbero stati il punto di forza del progetto. In effetti, nel 2021 Cryptozoo ha lanciato alcuni dei suoi NFT, ma l’hype si è immediatamente trasformato in delusione. Anche se, al momento del lancio, sono stati venduti NFT per un valore di 2,5 milioni di dollari. 

Il token del progetto, che prende il nome di ZOO token, è stato lanciato sui mercati a luglio 2021, e, poco prima del lancio del gioco, a fine agosto, ha toccato il suo prezzo massimo a quasi 0,5 millesimi di dollaro. 

Tuttavia, ad ottobre aveva perso quasi tutto il suo valore, per poi risalire a 0,25 millesimi a novembre, durante il picco del mercato crypto, e riscendere praticamente a zero a maggio di quest’anno. 

Attualmente, il token ZOO ha perso il 99,9% dai valori massimi, tanto da poter affermare che il suo valore si sia praticamente azzerato. 

L’investimento di $623.000 di Logan Paul nell’NFT della collezione Azuki 

Logan Paul, che aveva investito $623.000 in un NFT Bumblebee a forma di ape della collezione Azuki, chiamato K4M-1 #03, ha visto il tutto recentemente scendere a soli 10 dollari.

La collezione NFT di Azuki è considerata una delle NFT più preziose sul mercato, data la sua creatività e la produzione ad alta intensità di lavoro. Tuttavia, il valore degli NFT di Logan ha subito un drastico calo a causa del crollo del mercato delle criptovalute.

Nell’ultimo anno, infatti, Logan Paul ha investito oltre $2 milioni in NFT, con l’NFT di Azuki che è stato il suo acquisto più costoso. Purtroppo, però, Azuki NFT non è l’unica perdita subita da Paul. 

Secondo DappRadar, l’NFT di Paul vale circa 7.272 dollari o 5,51 ether (ETH). La valutazione sottolinea la natura del pricing NFT, anche nell’attuale mercato al ribasso.

Tuttavia, è bene sottolineare che le stime NFT di DappRadar possono essere controverse, poiché non esiste un modo universale per valutare gli NFT. Dunque, mentre nel complesso DappRadar pone la collezione NFT di Paul a poco meno di 1 milione di dollari, Paul aveva twittato di aver speso 2,645 milioni di dollari per assemblare la sua collezione NFT.

Bondly: il token sponsorizzato da Logan Paul 

Bondly, il token sponsorizzato da Logan Paul, è un exchange p2p che permette di effettuare trading su diverse blockchain. Di conseguenza, ha il potenziale per essere un ponte tra molte infrastrutture diverse, arrivando ad essere uno snodo cruciale per il mondo DeFi.

Bondly, nel Febbraio 2021, aveva una capitalizzazione di mercato di circa $25 milioni. In seguito, è stata annunciata la collaborazione tra Logan Paul e Bondly. I numeri che Paul attira sulle sue varie piattaforme social forniscono molta visibilità al token, logicamente. 

Inoltre, ci sono stati alcuni NFT distribuiti dallo youtuber per il suo “Pokémon Box Break”, di cui Paul è esperto e collezionista di carte. Bondly ha quindi supervisionato la creazione e la distribuzione di 1 dei 44 NFT olografici Logan Paul che sono stati dati ai vincitori dell’asta insieme alle loro carte Pokemon. 

Inoltre, ai vincitori è stata offerta l’opportunità di acquistare NFT Logan Paul in edizione limitata nel negozio personalizzato di Logan. 

99 Originals: l’altro progetto NFT di Logan Paul 

99 Originals è un altro famoso progetto NFT dello youtuber Logan Paul. Tuttavia, il progetto sembra aver ricevuto una reazione piuttosto moderata da parte degli utenti, in quanto questi  sono ancora scottati dal fallimento dei suoi precedenti NFT, primo fra tutti Cryptozoo di cui sopra. 

Paul Logan è diventato celebre nel mondo degli NFT per i ricavati incredibili che avrebbe ottenuto acquistandone alcuni sul mercato, come da lui ammesso. Ora, con questo nuovo progetto, lo youtuber  intende rifarsi delle brutte esperienze passate, creando una nuova raccolta chiamata 99 Originals.

Il progetto consiste in 99 Polaroid delle avventure di Paul in giro per il mondo, che racchiudono i momenti più significativi della sua vita catturati su pellicola tangibile. Dunque, lo scopo di Logan sembra essere quello di portare qualcosa di più unico e personale ai suoi fan.

Inoltre, Logan venderà le immagini una per una e ognuna sarà messa all’asta, il che significa che non esiste un prezzo fisso per questi particolari NFT. 

Liquid Marketplace, la blockchain della nuova avventura dello youtuber 

Liquid, che ha recentemente raccolto 8 milioni di dollari, è un mercato frazionato. Alcune delle sue risorse, come la carta Pokemon Pikachu Illustrator e una manciata di rare carte da basket, valgono milioni di dollari.

Paul ha annunciato il lancio di Liquid Marketplace su Twitter. In un breve video, ha condiviso alcuni punti salienti della collezione dell’azienda e ha spiegato i meccanismi attraverso i quali gli utenti potranno acquistare e vendere le loro quote di proprietà frazionaria. 

La nuova piattaforma tokenizza, infatti, contiene oggetti da collezione fisici che possono essere acquistati, venduti e scambiati, consentendo a chiunque di possedere un pezzo degli oggetti più rari del mondo. 

Nello specifico, i primi oggetti in palio includono una Lebron James Exquisite Autographed Jersey Patch Rookie Card a 7 cifre e una PSA 8 Pikachu Illustrator Card da un milione di dollari, tra gli altri oggetti di alto valore. 

Tutti gli articoli saranno inizialmente disponibili nella scheda Offerte all’interno di Liquid MarketPlace, dove i collezionisti possono acquistare la proprietà parziale. Successivamente, i proprietari possono acquistare, vendere e scambiare i propri interessi di proprietà quando vogliono nel Pro Exchange all’interno della piattaforma con altri utenti. 

La piattaforma utilizza anche la tecnologia di gamification che consente ai collezionisti di aumentare il ranking della piattaforma, creando un’esperienza coinvolgente per tutti i suoi utenti.

Alessia Pannone

Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.