Le ultime news sul mercato crypto secondo CoinGecko
Le ultime news sul mercato crypto secondo CoinGecko
Criptovalute

Le ultime news sul mercato crypto secondo CoinGecko

By Andrea Porcelli - 11 Gen 2023

Chevron down
Ascolta qui
download

Non serve più nominare le news che hanno segnato in negativo il 2022, è certo però che le condizioni del mercato ribassista hanno stravolto anche gli importi ricevuti dalle società del mondo delle crypto.

CoinGecko ha da poco pubblicato un analisi di mercato che confronta i finanziamenti delle aziende coinvolte nel settore crypto. L’importo del 2022 è di 21,26 miliardi di dollari, circa il 42% in meno rispetto al 2021.

Guardando i due anni il dato sembra preoccupante, ma se guardassimo più da lontano, il dato resta in crescita rispetto agli anni 2018, 2019 e 2020. Questo è il segno che il settore è in continua crescita seppur non molto costante.

Crypto: i finanziamenti diminuiti del 2022 non sono necessariamente una news negativa

Se tornassimo a valutare i finanziamenti ricevuti dalle aziende nel settore crypto del 2019, si vedrebbe un calo più drastico rispetto al 2018. 

Infatti, nel 2019 le aziende hanno raccolto solamente 4,48 miliardi di dollari, un calo del 72% rispetto ai 16,22 miliardi di dollari del 2018. Il 2020 è rimasto stabile rispetto al 2019, con 4,40 miliardi di dollari in totale. 

Questi dati, ci danno la certezza che il mercato dal 2021 in poi è in continua crescita, gli investimenti sono aumentati di gran lunga e seppur non siano costanti restano alti. I nuovi progetti nati garantiscono un forte interesse nella comunità degli investitori, c’è più supporto e più garanzia. 

Il mondo delle criptovalute possiamo dire che sia passato ad uno step successivo, molto più concreto. 

L’andamento degli investimenti sul settore crypto nel 2022

L’analisi di CoinGecko mostra che i finanziamenti del settore delle criptovalute si sono ridotti sempre di più ogni trimestre del 2022. 

Nel primo trimestre, infatti, il denaro raccolto ammontava a circa 8,72 miliardi di dollari. 

Nei trimestri successivi il calo è stato più netto, con il secondo trimestre che ha visto un’entrata di 5,92 miliardi di dollari, il terzo trimestre 3,61 miliardi di dollari e infine il quarto e ultimo trimestre con 2,99 miliardi di dollari. 

Le motivazioni possono essere molto chiare: a maggio del 2022 è avvenuto il crollo dell’ecosistema di Terra, e verso la fine dell’anno c’è stata la crisi di FTX ad influenzare tutto il mercato.

Tutto dettato anche da fattori esterni, come l’inflazione, la situazione geopolitica, che ha influenzato l’intero mercato del 2022, portandoci in una situazione ribassista del mercato.

Non si può dire la stessa cosa del 2021, che ha visto un progressivo aumento dei finanziamenti con l’avanzare dei mesi, con il picco raggiunto nell’estate dove è esplosa la DeFi dello stesso anno.

Dunque, possiamo chiaramente specificare che gli eventi esterni, le novità, le crisi e crolli, sono fattori che influenzano non poco il mercato, ma anche i singoli investimenti. La volontà ad investire è mossa dalle sicurezze e dalle garanzie del settore. 

CoinGecko ci ha fornito la sua analisi grazie ai dati raccolti dalla società di criptovalute DefiLlama, che ha raccolto i dati dal 2018 al 2022. 

Queste analisi di mercato ci danno la possibilità di comprendere meglio il settore delle criptovalute e le sue dinamiche.

Il 2023 si prospetta un anno in cui molte questioni lasciate irrisolte nello scorso anno troveranno soluzione. 

Molti Paesi si stanno muovendo per regolamentare nel migliore dei mondi il mondo delle criptovalute e della tecnologia blockchain

Le aziende interessate, si stanno impegnando sulla trasparenza delle loro liquidità, per dare maggiore garanzia agli investitori. Il sottosettore green delle criptovalute sta andando in trend.

Il 2023, infatti, sarà l’anno delle rivoluzioni sulle emissioni e sull’inquinamento.  

Nuovi progetti stanno nascendo con nuove funzionalità e nuovi stimoli di crescita. 

Le aziende rivelatesi in qualche modo fraudolente, stanno pagando le loro pene. 

Dunque, è stato un inizio di anno molto ottimistico e sicuramente procederà per il verso giusto se tutti i piani volgeranno a termine.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.