HomeCriptovaluteBitcoinLa market cap di Bitcoin supera quella di Visa e Mastercard

La market cap di Bitcoin supera quella di Visa e Mastercard

Il Bitcoin, la valuta digitale più popolare al mondo, ha superato Visa e Mastercard in termini di capitalizzazione di mercato. 

Nel mondo della finanza, poche cose hanno suscitato tanta attenzione e controversie quanto il Bitcoin. La moneta digitale decentralizzata è stata introdotta per la prima volta nel 2009 e da allora è diventata oggetto di un intenso dibattito tra investitori, economisti e governi. 

Ma nonostante lo scetticismo e la volatilità che il Bitcoin ha dovuto affrontare, la sua capitalizzazione di mercato è cresciuta costantemente nel corso degli anni, superando anche alcune delle più grandi aziende del mondo.

A febbraio 2023, la capitalizzazione di mercato del Bitcoin gira attorno agli 1,5 trilioni di dollari, il che lo rende più capitalizzato  di Visa e Mastercard messe insieme. 

Visa, una delle maggiori società di elaborazione dei pagamenti al mondo, ha una capitalizzazione di mercato di circa 400 miliardi di dollari. Mentre Mastercard, il suo principale concorrente, ha una capitalizzazione di mercato di circa 330 miliardi di dollari.

Come ha fatto Bitcoin a superare Visa e Mastercard e cosa significa per il futuro della finanza? 

Per capire l’ascesa del Bitcoin, è importante innanzitutto capire cos’è e come funziona. Il Bitcoin è una moneta digitale decentralizzata, il che significa che non è controllata da alcun governo o istituzione finanziaria. 

Le transazioni in Bitcoin vengono invece elaborate attraverso una rete peer-to-peer di utenti, che convalidano e registrano le transazioni in un libro mastro pubblico chiamato blockchain.

Questo sistema elimina la necessità di intermediari come le banche o i processori di pagamento e consente transazioni più rapide, economiche e sicure.

Uno dei fattori principali che ha spinto la crescita del Bitcoin è la sua offerta limitata. A differenza delle valute fiat come il dollaro USA, che possono essere stampate a piacimento dalle banche centrali, il Bitcoin ha una disponibilità massima di 21 milioni di monete.

Questa scarsità ha reso il Bitcoin un investimento interessante per chi è preoccupato dall’inflazione e dalla svalutazione della moneta.

Un altro fattore che ha contribuito alla crescita del Bitcoin è la sua crescente adozione come metodo di pagamento. Sempre più commercianti accettano il Bitcoin come forma di pagamento e alcuni Paesi lo hanno addirittura legalizzato come valuta. 

Questa maggiore adozione ha contribuito a legittimare il Bitcoin agli occhi degli investitori e dei consumatori e ha contribuito alla sua crescente capitalizzazione di mercato.

Nonostante la sua crescente popolarità, il Bitcoin è ancora un asset altamente volatile. Nel corso degli anni il suo valore ha subito fluttuazioni enormi e molti esperti hanno messo in guardia sui rischi associati agli investimenti. 

Tuttavia, il fatto che il Bitcoin abbia superato la capitalizzazione di mercato di alcune delle più grandi aziende del mondo testimonia il suo potenziale di forza dirompente nel mondo della finanza.

Cosa riserva il futuro al Bitcoin? Alcuni esperti ritengono che la sua capitalizzazione di mercato possa continuare a crescere, dato che un numero maggiore di investitori e consumatori si sente a proprio agio con l’idea di una moneta digitale decentralizzata. 

Altri ritengono che la sua volatilità e la mancanza di regolamentazione potrebbero portare alla sua caduta. Ma a prescindere da ciò che accadrà, è chiaro che il Bitcoin ha già lasciato il segno nel mondo della finanza e il suo impatto si farà sentire per molti anni a venire.

Bitcoin raggiunge i massimi di agosto e El Salvador decide di aprire un’ambasciata negli Stati Uniti

Negli ultimi anni, alcuni governi di tutto il mondo hanno iniziato ad adottare il Bitcoin come forma di valuta legittima. Uno degli esempi più significativi di questa tendenza è El Salvador, un piccolo Paese dell’America centrale che nel 2021 ha fatto notizia diventando la prima nazione ad adottare il Bitcoin come moneta legale. 

Con una mossa che ha sorpreso molti, il Presidente di El Salvador Nayib Bukele ha annunciato recentemente che il Paese avrebbe aperto un’ambasciata di Bitcoin negli Stati Uniti. 

L’ambasciata, che avrà sede a Miami, servirà come centro di promozione del Bitcoin e delle altre valute digitali negli Stati Uniti e sarà composta da funzionari salvadoregni e sostenitori del Bitcoin. 

Questa mossa è solo uno dei tanti segnali che indicano che il Bitcoin sta iniziando ad essere accettato in tutto il mondo e potrebbe contribuire a stimolarne l’adozione negli anni a venire.

La decisione di El Salvador di aprire un’ambasciata di Bitcoin negli Stati Uniti è particolarmente significativa se si considerano le dimensioni relativamente ridotte del Paese e la sua statura economica. 

Alcuni analisti hanno ipotizzato che l’abbraccio di El Salvador al Bitcoin sia un tentativo di attrarre maggiori investimenti e stimolare la crescita economica, in particolare nel settore turistico del Paese. 

Promuovendo il Bitcoin come una valida forma di valuta, El Salvador spera di attrarre investitori e imprenditori esperti di tecnologia che sono alla ricerca di modi innovativi per investire e fare affari.

Nonostante i potenziali benefici dell’adozione del Bitcoin da parte di El Salvador, ci sono state preoccupazioni sui rischi associati all’uso della criptovaluta come moneta legale.

La volatilità del valore del Bitcoin è una delle principali preoccupazioni, così come il potenziale di riciclaggio di denaro e altre attività illecite. 

I critici della decisione di El Salvador di adottare il Bitcoin hanno anche sostenuto che la mossa potrebbe esacerbare le disuguaglianze economiche nel Paese, in quanto la maggior parte della popolazione potrebbe non avere accesso alla tecnologia o alle risorse necessarie per utilizzare efficacemente la criptovaluta.

Tuttavia, il Presidente Bukele è rimasto favorevole al Bitcoin, sostenendo che potrebbe contribuire a portare maggiore libertà e inclusione finanziaria alla popolazione di El Salvador.

In una dichiarazione che annunciava l’apertura dell’ambasciata Bitcoin, ha affermato che la mossa era:

“parte della nostra strategia per promuovere il Bitcoin e le altre criptovalute come forme di pagamento legittime e per posizionare El Salvador come leader in questa nuova economia digitale”.

Resta da vedere quanto successo avrà l’esperimento Bitcoin di El Salvador e se altri Paesi seguiranno il suo esempio adottando la criptovaluta come moneta legale. 

Tuttavia, l’apertura dell’ambasciata del Bitcoin negli Stati Uniti è un chiaro segno che la conversazione globale sulle valute digitali si sta evolvendo e che sempre più persone iniziano a vedere i potenziali benefici della finanza decentralizzata (DeFi)

Che il Bitcoin si riveli alla fine una moda passeggera o un elemento di disturbo duraturo del sistema finanziario tradizionale, una cosa è chiara: è una forza con cui fare i conti e il suo impatto sul mondo della finanza è solo agli inizi.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS