HomeCriptovaluteBitcoinEl Salvador apre la sua seconda ambasciata Bitcoin in Texas

El Salvador apre la sua seconda ambasciata Bitcoin in Texas

El Salvador sta aprendo una nuova ambasciata Bitcoin in Texas. La prima è stata invece istituita lo scorso ottobre 2022 con un accordo di cooperazione economica con la Città di Lugano, in Svizzera.

El Salvador e la sua seconda ambasciata Bitcoin in Texas

L’Ambasciatrice di El Salvador negli USA, Milena Mayorga, ha pubblicato un tweet in cui annuncia la seconda ambasciata Bitcoin del Paese centroamericano, questa volta con lo Stato del Texas.

“Lo Stato del Texas, nostro nuovo alleato. Nel mio incontro con l’Assistente Segretario del Governo del Texas Joe Esparza @TXsecofstate abbiamo discusso dell’apertura della seconda ambasciata di #Bitcoin e dell’espansione dei progetti di commercio e scambio economico. 

Grazie al segretario Joe Esparza @TXsecofstate per averci ospitato. Ha condiviso con noi il seguente fatto importante: Nel 2022, El Salvador e lo Stato del Texas hanno avuto un interscambio commerciale di 1.244.636.983 dollari.”

In pratica, l’Ambasciatrice ha raccontato del suo incontro con Joe Esparza, vice segretario del governo del Texas e di come abbiano discusso in merito al Bitcoin e all’espansione di progetti di scambio commerciale ed economico. 

Non solo, Mayorga ha anche sottolineato che nel 2022 la Repubblica di El Salvador e lo Stato del Texas hanno registrato uno scambio commerciale di quasi 1,25 miliardi di dollari. 

È già passato quasi 1 anno e mezzo da quando El Salvador ha reso Bitcoin valuta legale del Paese e ora conta già 2 ambasciate BTC: la prima con la Città di Lugano in Svizzera e la seconda ora con lo Stato del Texas. 

La situazione generale di Bitcoin in Texas

Di recente, il Texas ha fatto parlare di sé per aver presentato una proposta per consentire a Bitcoin di essere un investimento statale autorizzato. 

D’altronde è ormai risaputo come il Texas sia sempre stato all’avanguardia in termini di blockchain e adozione di Bitcoin, mostrando il suo completo sostegno al settore. 

Non solo, il Texas è anche famoso per essere diventato un hub per diverse società di mining di Bitcoin, continuando a promuovere, avanzare e fornire una piattaforma per BTC che considera un’innovazione all’avanguardia per il futuro. 

La nuova proposta di rendere BTC un investimento statale autorizzato è stata presentata ai membri della legislatura del Paese e si concentra sull’assicurare un approccio strategico in tutto lo Stato per espandere l’industria blockchain al suo interno. 

Tale rapporto è di 84 pagine e parla inoltre dell’utilità delle criptovalute come valuta di riserva per il governo, citando esempi di altri stati come El Salvador che lo hanno reso, appunto, valuta a corso legale. 

El Salvador e la sua prima ambasciata Bitcoin a Lugano, in Svizzera

Era ottobre 2022, quando il Sindaco di Lugano Michele Foletti e Milena Mayorga avevano ufficializzato la firma di un Memorandum d’intesa di cooperazione economica tra la Città di Lugano e la Repubblica di El Salvador. 

Una vera e prima ambasciata Bitcoin di El Salvador in Lugano, che prevede infatti la presenza fisica di una rappresentanza del Governo di El Salvador sul territorio di Lugano. 

Lo scopo è quello di favorire la cooperazione con istituzioni educative e di ricerca, incoraggiando lo sviluppo di iniziative legate a Blockchain e Bitcoin. 

L’annuncio di tale Memorandum d’Intesa è stato fatto durante l’inaugurazione del Plan B Forum, un evento a Lugano che ha riunito i maggiori esperti internazionali di Bitcoin e Blockchain. 

D’altro canto, Plan B è stata fondata da Tether e dalla città di Lugano. Durante l’evento di ottobre Plan B aveva annunciato una nuova collaborazione con GoCrypto per portare ufficialmente i pagamenti in Bitcoin, Tether e LVGA nella città svizzera, coinvolgendo già McDonald’s e altro ancora. 

Nello specifico, con pagamenti in Bitcoin si intende Bitcoin Lightning (BTC), Tether (USDT) e con LVGA il token locale di Lugano. 

El Salvador e il lancio dei Bitcoin bond 

Tornando in El Salvador, di recente è stata analizzata la situazione relativa ai suoi Bitcoin bond non ancora lanciati, ma annunciati già dallo scorso novembre 2021, due mesi dopo la legalizzazione di BTC nel Paese e, soprattutto, in piena bolla di prezzo. 

L’annuncio parlava di un probabile lancio durante il mese di marzo 2022 anche se poi saltò, nonostante venne dichiarato che c’erano già 500 milioni di dollari di richieste. 

In realtà, quello che El Salvador mirava già a quel tempo era di raccogliere un miliardi di dollari, da destinare alla realizzazione di Bitcoin City e suoi investimenti. 

Col senno di poi, se il primo lancio fosse avvenuto, e i fondi che si sarebbero raccolti dai Bitcoin bond sarebbero stati investiti in quel periodo in BTC, avrebbero vissuto il lungo inverno crypto che ha caratterizzato tutto il 2022. 

Ecco perché c’è stata probabilmente questa grande attesa del lancio dei famigerati Bitcoin bond che, chissà, potrebbero essere finalmente lanciati durante questo 2023.  

Ad aspettarselo c’è il crypto-exchange di Bitfinex, luogo in cui saranno poi listati i token del bond di El Salvador creati dalla società specializzata Blockstream, così che possano poi essere acquistati dagli investitori. 

E infatti, Paolo Ardoino, CTO di Bitfinex, avrebbe affermato che in questo momento dovrebbe esserci una domanda di mercato sufficiente per consentire al Paese centroamericano di raccogliere l’intero miliardi di dollari che intende incassare dall’emissione del bond. 

Le performance del prezzo di BTC nell’ultimo mese

Al momento della scrittura, BTC vale 22.150$, in pump rispetto ai 21.150$ del mese scorso, anche se durante questi 30 giorni BTC aveva toccato i 24.157$. 

Un grafico, questo del prezzo di BTC dell’ultimo mese, che vede sostanzialmente 3 livelli di prezzo:

  • fino al 20/1 il livello del prezzo medio era 21.150$;
  • dal 20/1 al 10/2 il prezzo medio è oscillato intorno ai 23.500$;
  • dal 10/2 a oggi il prezzo è tornato a quota 22.100$;

C’è chi ha parlato di Death Cross di BTC dell’ultima settimana, usando questo termine tecnico come segnale di potenziale cambio di tendenza del prezzo

Altri, invece, si sono esposti con previsioni del prezzo di BTC al 2025. Si tratta del businessman Robert Kiyosaki che ha spiegato come Bitcoin potrebbe arrivare al prezzo di 500.000$ entro il 2025, anche “grazie” alla Fed. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS