HomeNFTCryptoKitties, una delle collezioni NFT più famose, che fine ha fatto? Ecco...

CryptoKitties, una delle collezioni NFT più famose, che fine ha fatto? Ecco cosa è successo.

CryptoKitties è la collezione NFT che ha fatto la storia nel 2017, ma ora che fine hanno fatto? Come stanno performando i loro prezzi? Vediamo qualche approfondimento in merito di seguito.

CryptoKitties: cosa sono i famosi NFT?

Come uno dei primi e più popolari progetti NFT, CryptoKitties ha introdotto la tecnologia blockchain a migliaia di primi utenti, giocatori, commercianti e collezionisti. Infatti, i primi giorni del rilascio e delle vendite della collezione sono ora roba da leggenda delle criptovalute.

L’interesse per CryptoKitties è stato così grande sin dal suo inizio che ha creato un aumento stimato di sei volte del numero di transazioni Ethereum. Ad un certo punto, rappresentava il 25% del volume delle transazioni sulla rete.

L’aumento del volume ha causato un calo significativo della velocità delle transazioni e un aumento delle tariffe del gas nell’intera rete Ethereum. Quando questo evento si è verificato, al culmine del ciclo bull-run del 2017, ha enfatizzato le sfide di scalabilità della rete Ethereum e ha minacciato di escludere altre startup di applicazioni decentralizzate basate sulla blockchain.

Non solo, la domanda di NFT di CryptoKitties può essere in parte accreditata alla sequenza di DNA a 256 bit assegnata a ciascuno. Le caratteristiche uniche di ogni CryptoKitty derivano da una combinazione dei cattributi dei suoi genitori.

Questo meccanismo del genoma consente di coniare quasi quattro miliardi di CryptoKitties unici dai CryptoKitties genitori. La popolarità degli NFT di CryptoKitties ha anche attratto collaborazioni di celebrità di alto profilo.

Muse, una rock band popolare, e Momo Wang, un famoso stilista cinese, hanno entrambi partecipato a gatti a tema personalizzato per il franchise CryptoKitties. La superstar dell’NBA Stephen Curry è stata forse la celebrità più importante a sostenere il progetto. Il suo coinvolgimento iniziale ha portato alla creazione di tre NFT CryptoKitty a lui ispirati.

Crescita e declino di CryptoKitties

CryptoKitties, che è stato rilasciato il 28 novembre 2017, dopo una beta chiusa di cinque giorni, ha rapidamente guadagnato notorietà con lo slogan allettante “il primo gioco Ethereum al mondo”.

Secondo nonfungible.com, il volume delle vendite è aumentato in modo significativo da soli 1,500 gatti non fungibili il giorno del lancio a oltre 52,000 il 10 dicembre 2017, con molti CryptoKitties venduti a prezzi di centinaia o migliaia di dollari. 

Inoltre, l’utilizzo della blockchain di Ethereum da parte del gioco potrebbe aver contribuito al successo di quella tecnologia. Insieme al lancio di CryptoKitties, Ethereum è decollato come un razzo, passando da meno di $300 per token all’inizio di novembre 2017 a poco più di $1,360 a gennaio 2018.

Tuttavia, CryptoKitties ha vacillato quando Ethereum è salito più in alto, il che si sarebbe poi rivelato un’indicazione preoccupante per il futuro dei giochi blockchain.

All’inizio di dicembre 2017 si è registrato un picco nelle vendite giornaliere, che sono diminuite a gennaio e una media di meno di 3,000 a marzo. Il fatto che il valore degli stessi NFT sia diminuito più lentamente è la prova che il gioco ha ancora un forte seguito di fan, incluso Rabono, che ha acquistato Dragon molto tempo dopo l’altezza del gioco.

Fino al 2018, la loro attività ha battuto record per il valore degli NFT.  Al giorno d’oggi, CryptoKitties ha la fortuna di raggiungere 100 vendite al giorno e il valore complessivo è spesso inferiore a $10,000.

Ci sono ancora transazioni significative, come la vendita di Founder Cat n. 71 per 60 ether (circa $170,000) il 30 aprile 2022, sebbene avvengano solo occasionalmente. È dubbio che il declino nell’oscurità di CryptoKitties si fermerà.

La società proprietaria di CryptoKitties, Dapper Labs, è passata ad altre attività come NBA Top Shot, un sito Web che consente ai fan di basket di acquistare “momenti” NFT, che sono essenzialmente videoclip di giochi NBA.

Perchè i famosi NFT sono crollati?

L’ultimo post sul blog (4 giugno 2021) sul sito Web del gioco, che commemora l’allevamento del 2 milionesimo CryptoKitty, contiene un suggerimento sulla fine del gioco. Ad oggi, si ritiene che ci siano due motivi principali per cui i CryptoKitties siano crollati.

Il primo, riguarda la quantità di gattini disponibili. Nel senso che, più giocatori hanno aumentato la domanda, più hanno anche aumentato la possibilità di aumentare l’offerta allevando altri gatti. Ciò ha rapidamente ridotto la rarità di ogni NFT.

In secondo luogo, vi è l’enorme volume di CryptoKitties, il quale ha effettivamente distrutto la blockchain di Ethereum, la seconda criptovaluta più preziosa al mondo per capitalizzazione di mercato (dopo Bitcoin).

Come accennato in precedenza, Ethereum valuta le transazioni utilizzando una commissione chiamata gas. I costi del gas aumenteranno ogni volta che c’è un aumento delle transazioni (acquisto, generazione e così via), ed è esattamente quello che è successo quando CryptoKitties è andato sulla luna.

Dunque, le alte commissioni erano un problema per qualcosa di più dei semplici CryptoKitties. L’intera blockchain è stata interessata dal problema. Man mano che il gioco guadagnava popolarità, i prezzi del gas aumentavano per chiunque avesse bisogno di effettuare una transazione in Ethereum per qualsiasi motivo.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS