HomeCriptovaluteLa crypto azienda Polygon vede un'altra uscita di scena: il co-fondatore Jaynti...

La crypto azienda Polygon vede un’altra uscita di scena: il co-fondatore Jaynti Kanani si dimette

Polygon, la soluzione per lo scaling di Ethereum, si trova ad affrontare la terza uscita importante di un dirigente quest’anno, con il co-fondatore Jaynti Kanani che si è dimesso dal suo ruolo nel mondo crypto e si è imbarcato in nuove imprese nel regno dell’IA generativa e dei media. 

Quest’ultima uscita solleva interrogativi sulla stabilità e sulla direzione futura di Polygon nel panorama in continua evoluzione delle criptovalute.

Scossa nell’industria crypto: Polygon vede la terza uscita di un dirigente chiave,il co-fondatore Jaynti Kanani si dimette

In un recente sviluppo, Polygon, la soluzione per lo scaling di Ethereum, ha visto un altro dirigente chiave, il co-fondatore Jaynti Kanani, lasciare il suo ruolo all’interno dell’azienda. 

Si tratta del terzo abbandono significativo di Polygon quest’anno, che solleva interrogativi sulla direzione e la stabilità del progetto.

Jaynti Kanani, che ha avuto un ruolo fondamentale nella fondazione di Polygon nel 2017, ha annunciato la sua decisione di ridurre il suo coinvolgimento nelle operazioni quotidiane dell’azienda circa sei mesi fa. 

In un post di mercoledì, Kanani ha dichiarato:

“Mi concentrerò su nuove avventure, pur continuando a fare il tifo e a dare il mio contributo a Polygon da bordo campo”. 

Sebbene le specifiche delle sue nuove imprese rimangano alquanto elusive, Kanani ha assunto la carica di fondatore e amministratore delegato di due società, Morphic e Mozak, con indicazioni che riguardano l’intelligenza artificiale generativa e i media.

Questa partenza arriva dopo l’uscita di un altro cofondatore, Anuraj Arjun, avvenuta a marzo. Arjun ha deciso di passare a co-fondare Avail, un progetto di blockchain modulare che si è staccato da Polygon Labs per diventare un’entità indipendente e autofinanziata. 

Questa mossa ha segnato un cambiamento nel suo impegno di lunga data con Polygon, durato oltre cinque anni.

Inoltre, Polygon ha dovuto affrontare un’altra partenza di dirigenti quando il suo ex presidente, Ryan Wyatt, ha annunciato la decisione di lasciare il suo ruolo. Al suo posto è subentrato Marc Boiron, allora direttore legale.

Nonostante le dimissioni, Wyatt ha espresso l’intenzione di continuare a fornire consulenza a Polygon e a mantenere i suoi investimenti nel settore della blockchain e delle criptovalute.

Preoccupazioni nella comunità crypto

Queste dimissioni hanno sollevato preoccupazioni all’interno della comunità delle criptovalute, soprattutto alla luce del precedente annuncio di Polygon di ridurre la propria forza lavoro del 20%, con la conseguente partenza di circa 100 dipendenti. 

L’azienda ha citato il consolidamento di diverse unità aziendali a febbraio come motivo di questo ridimensionamento.

Polygon ha svolto un ruolo significativo nell’affrontare i problemi di scalabilità e gli elevati costi delle transazioni di Ethereum. Il suo approccio prevede sidechain personalizzabili che operano a fianco della mainnet di Ethereum. 

All’inizio di quest’anno, Polygon ha introdotto il suo rollup zkEVM sulla mainnet di Ethereum e ha svelato i piani per spostare la sua catena proof-of-stake verso una soluzione validium. Il cofondatore e responsabile tecnologico di Polygon, Jordi Baylina, ha sottolineato l’importanza delle prove ZK, affermando: “Pensiamo che le prove ZK siano il futuro”.

Nonostante queste innovazioni tecniche, il token nativo di Polygon, MATIC, ha subito un calo di valore di circa il 40% nell’ultimo anno. 

Attualmente classificata come la 13esima criptovaluta per capitalizzazione di mercato, la performance di MATIC solleva dubbi sulla sua capacità di mantenere la propria posizione e di crescere in un mercato altamente competitivo.

In conclusione, la partenza del cofondatore Jaynti Kanani da Polygon segna la terza uscita importante di dirigenti all’interno dell’azienda quest’anno. Queste partenze, unite alla riduzione della forza lavoro e al declino del valore di MATIC, destano preoccupazione per la traiettoria futura di Polygon. 

Con la continua evoluzione del settore delle criptovalute, Polygon dovrà affrontare queste sfide e dimostrare di essere in grado di mantenere la propria posizione nell’ecosistema della blockchain e di Ethereum.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS