HomeCriptovaluteBinance ai minimi annuali, secondo il report crypto di CoinGecko

Binance ai minimi annuali, secondo il report crypto di CoinGecko

CoinGecko ha da poco pubblicato il suo 2023 Q3 Crypto Industry Report

Il report analizza l’andamento del settore crypto nel terzo trimestre del 2023 (da luglio a settembre), e tra le cose che evidenzia c’è il minimo annuale di Binance per quanto riguarda la sua quota di mercato tra gli exchange centralizzati, scesa fino al 44% a settembre. 

Pur rimanendo di gran lunga l’exchange crypto dominante, parte di questa dominance è andata perduta nel trimestre da poco concluso. 

I volumi del mercato crypto: il report di CoinGecko

A dire il vero è l’intero comparto degli exchange ad essersi ridimensionato. 

Ad esempio il volume degli scambi sugli exchange centralizzati è sceso del 20%, rispetto al trimestre precedente. In totale sui primi 10 exchange crypto è stato pari complessivamente a 1.120 miliardi di dollari nel trimestre, che si è rivelato un po’ turbolento. 

In particolare, Binance è stato sottoposto a crescenti pressioni da parte delle autorità di regolamentazione, ed è uscito da diversi mercati. Ciò ha influito sulla sua quota di mercato, scesa al minimo annuale del 44%, rispetto al massimo annuale del 66% di febbraio. 

Huobi (ora rinominato in HTX) invece ha riconquistato il suo posto nella top 10, salendo addirittura al terzo posto per volumi, chiudendo settembre con una quota di mercato dell’8%. Nel terzo trimestre 2023 ha incrementato i volumi di scambio dell’86,9% rispetto al trimestre precedente, con 35,3 miliardi di dollari complessivi. 

Gli unici altri exchange che hanno guadagnato quota di mercato, tra i primi dieci, sono stati Upbit (secondo) e Bybit (quinto), saliti rispettivamente a 4,6% e 6,9%. Coinbase si è classificato quarto. 

Kucoin invece è uscito dalla top 10. 

Da notare che nella top 10 ci sono solo due exchange statunitensi, Coinbase e Kraken. 

La capitalizzazione del mercato crypto analizzata dal report di CoinGecko

Durante il corso del terzo trimestre 2023, la capitalizzazione totale del mercato delle criptovalute si è ridotta di 119 miliardi di dollari, ovvero quasi il 10% su base trimestrale.

Va però tenuto presente che questi sono dati raccolti solo fino al 30 settembre, quindi non prendono in considerazione il significativo pump degli ultimi giorni. 

Dal massimo annuale del 17 aprile fino al 30 settembre era scesa del 16,3%, anche se poi ieri ci si è avvicinata molto. 

Parte di questa riduzione si deve anche al calo del volume di scambio sugli exchange. In particolare il volume medio giornaliero nel terzo trimestre del 2023 è di soli 39,1 miliardi di dollari, in calo dell’11,5% rispetto al secondo trimestre.

Tra le criptovalute con i movimenti più importanti in quanto a capitalizzazione di mercato ci sono state Solana (SOL), salita dalla decima posizione alla settima, e TrueUSD (TUSD) salita dalla 23° alla 19°. 

Invece Litecoin (LTC) è scesa dalla nona alla 14° posizione, e Avalanche (AVAX) addirittura dalla 15° alla 22°. 

Binance USD (BUSD) è ulteriormente scivolata dalla 18° alla 27°, ma questo perchè Binance ha annunciato l’abbandono del progetto entro febbraio 2024.

Nel terzo trimestre sono entrate nella top 30 Hedera (HBAR) e Filecoin (FIL), mentre sono uscite Lido (LDO) e Internet Computer (ICP).

Le stablecoin 

La capitalizzazione di mercato delle prime 15 stablecoin è scesa del -3,8% nel terzo trimestre del 2023, attestandosi a 121,3 miliardi di dollari. 

A dire il vero la capitalizzazione di mercato USDT (Tether) è rimasta invariata, ma quella di quasi tutte le altre principali stablecoin è scesa. Infatti USDT ha visto crescere la sua quota di mercato del 2,6% nel corso del trimestre tra le stablecoin. 

Le perdite più significative le ha fatte registrare USDC (USD Coin), con un notevole -8,3%, anche perchè il -45,3% di BUSD è scontato, date le prospettive di abbandono del progetto. 

L’unica a salire è stata TUSD (TrueUSD) con un aumento del 12,8%. D0altronde sta in parte prendendo il posto di BUSD su Binance. 

Altri movimenti degni di nota sono stati quelli di FDUSD (First Digital USD), il cui +55,8% è dovuto sempre alla sostituzione parziale di BUSD su Binance, di crvUSD (+1,8%) e soprattutto di PYUSD (PayPal USD), che grazie al suo +113,2% è entrata al nono posto tra le stablecoin a maggiore capitalizzazione di mercato. 

Il commento

Il co-fondatore e COO di CoinGecko, Bobby Ong, ha commentato: 

“Nonostante il basso slancio del mercato delle criptovalute in un terzo trimestre ricco di eventi, siamo incoraggiati dai segnali che TradFi e DeFi si stanno avvicinando. Verso la fine del 2023, siamo più chiari che mai sul fatto che le criptovalute debbano tracciare il proprio percorso da seguire”. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli
"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS