HomeCriptovaluteBitcoinIl rally di Bitcoin e l’impatto su Grayscale: il rapporto di CCData

Il rally di Bitcoin e l’impatto su Grayscale: il rapporto di CCData

Secondo il rapporto di CCData, il valore di Bitcoin ha di recente registrato un incremento del 7,56% in un breve lasso di tempo, raggiungendo un massimo di $35.000, principalmente a seguito delle speculazioni sull’interesse di BlackRock. 

Questo cambiamento si riflette anche nella notevole diminuzione dello sconto associato a Grayscale, che è sceso al livello più basso da quando era al 12,6% il 18 ottobre.

Vediamo di seguito tutti i dettagli. 

Il prezzo di Bitcoin schizza del 7,56% in un’ora: Grayscale accelera

Come anticipato, nel mese di ottobre, il settore delle risorse digitali ha vissuto importanti sviluppi. In particolare, sei ETF basati sui futures di Ethereum hanno iniziato a essere scambiati il 2 ottobre, offrendo agli investitori un mezzo per ottenere esposizione ai futures di Ethereum. 

Poco dopo, il prezzo di Bitcoin ha registrato un repentino aumento del 7,56% in meno di un’ora, raggiungendo un picco di 35.000 dollari, spinto da voci relative a un possibile coinvolgimento di BlackRock.

Questi avvenimenti positivi hanno avuto un impatto significativo sull’ammontare totale delle attività gestite (AUM) nei prodotti legati alle risorse digitali, il quale è aumentato del 6,74% fino a raggiungere i 31,7 miliardi di dollari. 

Questo segna la prima crescita registrata dal luglio 2023. Tale cambiamento è stato ulteriormente dimostrato dalla notevole riduzione del discount associato a Grayscale, che ha raggiunto il suo livello più basso dal 18 ottobre con il 12,6%.

Inoltre, nel mese di ottobre, i volumi medi giornalieri aggregati dei prodotti di investimento legati alle risorse digitali hanno sperimentato un significativo aumento del 44,3%, raggiungendo i 230 milioni di dollari. 

Bitcoin in rialzo e crescita del mercato delle risorse digitali

Inoltre, il 16 ottobre, il prezzo di Bitcoin ha registrato un notevole incremento in risposta alle speculazioni riguardo all’approvazione dell’ETF BlackRock Bitcoin Spot. In meno di un’ora, è cresciuto del 7,56%, raggiungendo il massimo di 30.009 dollari, suggerendo l’impatto potenziale di tale approvazione. 

Successivamente, Bitcoin ha mostrato una forte ripresa, con un aumento del 28,3% dall’inizio del mese fino al 25 ottobre. Attualmente, la sua quotazione è di circa 34.000 dollari.

Negli Stati Uniti, il mercato legato alle risorse digitali ha continuato a dominare la scena con un aumento del 3,22% nell’ammontare gestito, raggiungendo i 24,5 miliardi di dollari, corrispondenti al 77,3% della quota di mercato. 

Anche il Canada ha registrato una crescita significativa dell’AUM, rappresentando il 6,39% del mercato dei prodotti legati alle risorse digitali, con un totale di 2,03 miliardi di dollari. La Germania è un altro paese che ha sperimentato una crescita notevole del 16,0%, raggiungendo i 698 milioni di dollari.

Tra i prodotti legati alle risorse digitali, quelli basati su Bitcoin hanno visto un aumento dell’11,1% dell’AUM a 23,2 miliardi di dollari, guadagnando una quota di mercato del 73,3% (rispetto al 70,5% di settembre). 

Al contrario, i prodotti basati su Ethereum hanno sperimentato un calo, nonostante il recente lancio degli ETF. I prodotti legati a Solana hanno registrato il maggiore incremento del patrimonio gestito, con un aumento del 74,1% a 140 milioni di dollari.

Per quanto riguarda i titoli legati alle criptovalute, essi hanno visto un calo rispetto a Bitcoin nel mese di ottobre. 

Per il secondo mese consecutivo, questi titoli hanno registrato un calo rispetto a Bitcoin. COIN (Coinbase Global Inc), RIOT (Riot Platforms Inc) e GLXY (Galaxy Digital Holdings Ltd) hanno subito cali rispettivamente dell’0,56%, 4,93% e 3,01%.

L’ascesa dei Bitcoin ETF: il futuro dell’investimento in criptovalute 

Nelle ultime settimane, come già anticipato, l’andamento dei prezzi del Bitcoin è stato fortemente influenzato dalle notizie riguardanti gli ETF Bitcoin, con gli operatori di mercato che anticipano l’approvazione imminente da parte della SEC di un exchange-traded fund (ETF) basato sul Bitcoin. 

Questa approvazione è vista come un potente stimolo alla domanda, poiché consentirebbe agli investitori di acquisire una diretta esposizione al Bitcoin attraverso un prodotto quotato in borsa.

Il presidente della SEC, Gary Gensler, noto per il suo rapporto controverso con il settore delle risorse digitali, ha recentemente condiviso le sue opinioni sul settore durante il Securities Enforcement Forum del 2023. 

Tuttavia, con giganti della gestione patrimoniale come BlackRock e Fidelity che presentano richieste, le probabilità di ottenere l’approvazione per un ETF Bitcoin sono aumentate considerevolmente, e molti prevedono che l’approvazione arriverà entro la fine dell’anno.

Attualmente, davanti alla SEC, ci sono da otto a dieci richieste di approvazione per gli ETF Bitcoin, come confermato dal presidente della SEC, Gary Gensler. 

È importante notare che i tempi di approvazione rimangono incerti, in quanto ciascuna domanda ha date di presentazione diverse. In primo piano c’è la domanda di ARK Invest di Cathie Wood, con il periodo di commento della SEC che scadrà il 10 gennaio 2024. 

Le autorità di regolamentazione dovranno prendere una decisione entro tale data.

L’interesse per gli ETF basati sul Bitcoin è cresciuto in seguito alla decisione della SEC di non appellarsi contro una sentenza del tribunale che ha giudicato erroneo il rifiuto della richiesta di Grayscale Investments di convertire il suo preesistente Bitcoin Trust in un ETF Bitcoin spot. 

Questo sviluppo rappresenta una potenziale svolta per il settore delle risorse digitali.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS