HomeBlockchainCriptovalute: le notizie più importanti della settimana

Criptovalute: le notizie più importanti della settimana

SPONSORED POST*

La settimana è stata dominata dalle novità relative a Bitcoin e all’eventuale approvazione degli ETF spot, tanto che la fake news relativa a quello di iShares/BlackRock ha portato al pump di BTC e di tutto il resto del mercato crypto, incluse le meme coin.

Una nuova prevendita, quella di Bitcoin Minetrix, ha inoltre mostrato una performance notevole, raggiungendo in breve tempo $2,7 milioni, un boom che è da ricollegare sia all’introduzione dello stake-to-mine, sia al fatto che BTCMTX di ispiri direttamente a BTC.

Bitcoin protagonista della settimana

Tutto ha avuto inizio con la fake news condivisa dal Cointelegraph, secondo la quale l’ETF spot richiesto da iShares di BlackRock era stato approvato dalla SEC: Bitcoin è immediatamente salito a quota $35.000, salvo poi correggere, ma di poco, in seguito alla scoperta che non si trattava di realtà.

La vicenda ha però acceso le aspettative su quello che potrà effettivamente accadere a BTC nel momento dell’approvazione degli ETF spot: diverse società hanno così iniziato a formulare delle previsioni sulle prospettive per il valore di Bitcoin. Persino ChatGPT ha stimato che BTC possa raggiungere $100.000 anche grazie all’halving di aprile 2024.

Matrixport ha stimato come soglia i $56.000, secondo Scaramucci di SkyBridge Capital Bitcoin potrebbe fare anche 11x, raggiungendo la soglia dei $ 330.000 dall’attuale valore; secondo Fundstrat, Bitcoin potrebbe esplodere e volare oltre $150.000 entro la fine del 2024 e così via, fino a Galaxy Digital, che sostiene che Bitcoin potrebbe aumentare di oltre il 74% nel primo anno successivo all’approvazione degli ETF spot.

Intanto la dominance di BTC ha raggiunto il 54%, il massimo degli ultimi 30 mesi, un reale rafforzamento della coin prima dell’halving previsto per aprile 2024. Si tratta di un indicatore della capitalizzazione di mercato della cripto rispetto al mercato generale degli asset digitali; una dominance superiore al 50% è da considerarsi fortemente rialzista.

Ci sono poi i Bitcoin Ordinals, che stanno modificando questa blockchain e trasformandola in un archivio di dati immutabile, in contante digitale peer-to-peer e in una vera e propria riserva di valore. Gli Ordinals sono stati introdotti a gennaio da Casey Rodamor: un protocollo che  consente di iscrivere in modo permanente qualsiasi file sulla blockchain di Bitcoin.

Da quel momento gli utenti hanno iniziato a usare la blockchain di BTC come luogo in cui archiviare videogiochi, articoli, NFT e così via, trasformandola in un database decentralizzato. Ma le prospettive sono più ampie e gli Ordinals sono destinati a creare una nuova era per BTC.

L’indice Fear & Greed torna in “greed” da novembre 2021

Un altro fattore importante della settimana è il ritorno, per la prima volta da novembre del 2021, dell’indice Fear & Greed in “greed”, ovvero quando BTC raggiunse $69.000. In questo momento e dal 25 ottobre scorso l’indice è a 72 su 100.

Punteggio del Crypto Fear & Greed Index. Fonte: Alternative.me

L’indice è molto importante per individuare il sentiment degli investitori, visto che valuta i dati provenienti da sei importanti indicatori di performance del mercato: la volatilità, il momentum e il volume del mercato, i social media, i sondaggi, le indagini, la dominance del Bitcoin e le tendenze.

Questo sta anche a dimostrare che gli investitori sono sempre più propensi ad acquistare e tale indicazione porta il mercato a un rialzo ancora maggiore, che ha incluso anche le meme coin, tra le quali c’è anche Pepe Coin, una delle più colpite dal mercato ribassista e da eventi interni al team.

Bitcoin Minetrix vola in prevendita e supera $2,7 milioni

Le aspettative relative agli ETF spot e all’halving, insieme al generale pump del mercato, hanno influito positivamente anche sul nuovo token 2.0, ispirato a BTC, Bitcoin Minetrix che è forte anche del nuovo concetto di stake-to-mine

Gli investitori possono fare mining di BTC mettendo in stake i token nativi del progetto, BTCMTX, partecipando alla prevendita e acquistandone una quantità pari ad almeno $10 (ora sono venduti a $0,0113 l’uno); una volta entrati in possesso dei token, potranno bloccarli per generare potere di cloud mining e hashrate, allo scopo di ottenere premi in BTC

I crediti per il mining ottenuti sono token ERC-20, non negoziabili e che possono essere sottoposti a burning in cambio di tempo di mining. Chi partecipa alla prevendita con ETH, può iniziare subito con lo stake-to-mine, senza dover aspettare il termine della presale.

Grazie a Bitcoin Minetrix, inoltre, il settore del cloud mining, purtroppo conosciuto come poco affidabile, diventa sicuro e trasparente grazie alla verifica di Coinsult e al fatto che gli investitori non devono lasciare depositi in denaro, ma devono solo fare staking.

Mettendo anche solo in stake i token è possibile ottenere un’entrata passiva: in questo momento, sulla dashboard di Bitcoin Minetrix, risultano bloccati oltre 193.000 token, con un APY del 215%.

Viste le premesse, sembra sempre più probabile che, in linea con l’andamento generale del mercato, BTCMTX possa esplodere con il listing, specialmente se gli ETF spot verranno approvati e l’halving di BTC darà i risultati sperati. 

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchiohttps://cryptonomist.ch
Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist, oltre che Italian PR manager per l'exchange Bitget. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e ha pubblicato un libro "NFT: la guida completa'" edito Mondadori. Inoltre è co-founder del progetto NFT chiamati The NFT Magazine, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore. Come advisor, Amelia è anche coinvolta in progetti sul metaverso come The Nemesis e OVER.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS