HomeCriptovalutePancakeSwap introduce la funzione “Position Manager” sulla v3 per consentire un utilizzo...

PancakeSwap introduce la funzione “Position Manager” sulla v3 per consentire un utilizzo più efficiente della liquidità ai gestori di LP

PancakeSwap, exchange decentralizzato di punta dell’ecosistema BNB chain, ha annunciato poco fa di aver introdotto un nuovo meccanismo che sfrutta l’efficienza del capitale all’interno della piattaforma v3.

Si tratta del “Position Manager”, funzione implementata sotto la collaborazione del partner Bril Finance, che aiuta i fornitori di LP a gestire in maniera più vantaggiosa la liquidità prestata al protocollo.

I vantaggi per l’utente finale sono differenti: tutto ciò contribuisce a rendere PancakeSwap leader nel settore dei DEX assieme ad Uniswap e Curve.

Vediamo tutti i dettagli di seguito.

PancakeSwap e l’introduzione di “Position Manager” sulla v3: la funzione dedicata all’efficienza del capitale 

PancakeSwap v3 ha lanciato un’ interessantissima funzione chiamata “Position Manager” in collaborazione con il partner  di soluzioni DeFi Bril Finance.

Questa nuova implementazione serve essenzialmente a risolvere uno dei principali temi caldi della versione v3 dell’exchange decentralizzato: l’efficienza del capitale.

Sebbene, infatti, sull’ultima versione di PancakeSwap è possibile selezionare intervalli di prezzi personalizzati quando si fa da fornitori di liquidità, in modo da gestire in modo ottimale il proprio capitale su aree ad alti volumi di scambio, questa risulta una pratica molto complessa e sconosciuta ai meno esperti.

Position Manager mira a svolgere questo processo in maniera automatizzata, aiutando i fornitori di LP a gestire intelligentemente i propri fondi crittografici semplicemente lasciando che un algoritmo gestisca le posizioni in autonomia.

Il tutto ovviamente avviene sotto un processo trustless, gestito da uno smart contract a cui gli utenti possono affidarsi.

Bril Finance, partner del DEX di riferimento dell’ecosistema BNB chain, ha svolto un test iniziale dell’algoritmo in questione dimostrando un tasso di rendimento interno superiore al 24%

Ovviamente questo yield è frutto di un test svolto in un periodo di tempo ristretto, nel quale BTC ha contribuito all’aumento degli scambi on-chain grazie al suo rally nel mercato, dunque questi dati vanno presi con le pinze e non sono indicativi di profitti sicuri nel futuro.

Ad ogni modo si tratta di un’implementazione molto interessante perché mette gli utenti nelle condizioni di sfruttare intelligentemente il proprio capitale senza dover perdere tempo cercando la strategia DeFi più opportuna e selezionando intervalli di prezzo ben precisi per gli LP.

Connor O’Shea, CEO di Brill Finance, ha commentato così l’intrdouzione della funzione Position Manager:

“Questa integrazione mette strumenti di livello professionale nelle mani di milioni di persone ed elimina gli aspetti più intensivi e dispendiosi in termini di tempo della gestione delle risorse”.

Anche Mochi, capo chef di PancakeSwap, è entusiasta della nuova collaborazione, ed ha citato testuali paroli in una recente intervista:

“La tecnologia automatizzata di Bril e la sua integrazione con PancakeSwap consentiranno agli utenti di PancakeSwap di godere delle caratteristiche e funzionalità principali a cui sono già abituati e di guadagnare senza problemi sulle proprie risorse in modo automatico.

Puntiamo a diventare un hub per tutta la DeFi e integrazioni come questa, permettendoci di diventare uno sportello unico per la gestione del portafoglio”.

Al momento il mercato DeFi vale 41,94 miliardi di dollari, ancora molto distante dal massimo storico di 180 miliardi di dollari di novembre 2021.

La nuova funzione lanciata sulla v3 potrebbe spingere gli utenti a registrare importanti profitti qualora nei prossimi mesi dovessimo osservare un aumento significativo delle attività sul settore della finanza decentralizzata, in linea con le aspettative del prossimo mercato rialzista.

Come funziona la nuova implementazione e quali sono i vantaggi per l’utente finale?

Position Manager è stato integrato direttamente nell’interfaccia utente di PancakeSwap ed è fruibile sin da subito dagli utenti.

Il suo funzionamento è simile alle operazione di “Yield farming” dove è necessario bloccare i propri token ( solitamente due token anche se è disponibile la versione “single asset”) per poter ricevere dei rendimenti sul LP che andrà bloccato a sua volta anch’esso.

Nel dettaglio, per utilizzare la nuova implementazione annunciata da PancakeSwap, in collaborazione con Bril Finance, è necessario innanzitutto andare sul sito web ufficiale del DEX e cliccare sulla voce “Position Manager”.

Al momento questa funzione è disponibile solo su BNB chain, dunque fate attenzione alla rete con la quale siete collegati prima di provare ad accedere al servizio.

Una volta entrati nell’apposita sezione, sarà necessario scegliere la coppia di liquidità che più preferite, selezionare la voce “add liquidty” ed aggiungete l’ammontare di asset che preferite

La spunta “single token” ci dice che possiamo fornire liquidità con un solo token (e non in pair), ottenendo tuttavia un LP che è formato da entrambe le monete. 

Questo aiuta i fornitori di liquidità ad accedere alle pool più semplicemente senza dover aggiustare il proporzionamento dei token che devono essere bloccati.

Una volta aver scelto la quantità di asset da depositare, c’è da approvare lo smart contract e confermarlo in seconda sede, pagando le rispettive gas fees.

Terminato questo breve procedimento, gli asset saranno gestiti in maniera automatizzata da un algoritmo che massimizza i premi relativi alle commissioni di negoziazione svolte con le monete bloccate nella pool.

Non fate troppo affidamento sullo yield presentato poiché potrebbe variare in  maniera significativa mano a mano che varia l’ammontare della liquidità presente in quelle pool.

Anche lo status del mercato DeFi ed il numero di scambi che avvengono su PancakeSwap incidono sullo yield in questione, dunque monitorare quotidianamente i dati se volete ottenere dati specifici.

Per quanto riguarda i vantaggi diretti per gli utenti che scelgono di aderire a questa opzione nel fornire liquidità al protocollo troviamo:

  • automatizzazione del processo di auto-compounding: tutti i profitti derivanti dall’attività di LP vengono reinvestiti automaticamente senza dover calcolare la spesse dal gas. Più tempo passa dalla prima operazione, maggiore dovrebbe essere il rendimento ( a parità di controvalore) considerando il potere dell’interesse composto
  • gestione ottimizzata senza uscire dal range vantaggioso: i protocolli con cui PancakeSwap si appoggia gestiscono in maniera ottimale i rendimenti adeguandosi con le fasce di prezzo più vantaggiose per fare da LP. Il tutto minimizza anche il rischio di perdite degli asset
  • integrazione perfetta con i migliori protocolli e le migliori strategie: i partners del DEX gestiscono alcune delle migliori strategie DeFi per ottimizzare i propri capitali on-chain
Alessandro Adami
Alessandro Adami
Laureato in "Informazione, Media e Pubblicità", da oltre 4 anni interessato al settore delle criptovalute e delle blockchain. Co-Fondatore di Tokenparty, community attiva nella diffusione di crypto-entuasiasmo. Co-fondatore di Legal Hackers Civitanova marche. Consulente nel settore delle tecnologie dell'informatica. Ethereum Fan Boy e sostenitore degli oracoli di Chainlink, crede fermamente che in futuro gli smart contract saranno centrali all'interno dello sviluppo della società.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS